Uno Cinque Zero Sette – Slowly Disappearing


Eyes, look your last!
Arms, take your last embrace!
And, lips, oh you the doors of breath,
seal with a righteous kiss a dateless bargain to engrossing death

Oggi è stata una bella giornata. Di quelle che vorrò ricordare quando, prima o poi, arriverà l’inverno. E questo è uno di quei graffiti leggeri che il tempo, alla lunga, cancella, ma che durano quello che basta perché chi li incide ne possa a lungo soffrire.
Il giorno è iniziato nel verde luminoso di un bosco fitto e odoroso. Ora si chiude nel rombo sommesso del tuono, col cielo grigio, l’alito freddo del vento ed il battere fitto della pioggia.

Avrei altro da raccontare, ma sono cose che nessuno vuole più sentire. Per questo lego le parole non scritte con un filo rosso sottile e le custodisco in quella tasca profonda dove non giunge mai luce.