Unione Europea 12



I francesi, quelli che sono stati capaci di vincere due guerre mondiali prendendo sempre un sacco di legnate, ma trovandosi, alla fine, dalla parte giusta. Per costruirsi la “grandeur” e riempire un po’ di musei hanno dovuto comprarsi la Corsica e schierare lo straniero come centravanti. L’unica parte dell’esercito che vale qualcosa si chiama, non a caso, “Legione Straniera”. Comunque, sempre meglio dei tedeschi che, nonostante industria, organizzazione e disciplina, le guerre le hanno perse tutte e due facendo pure una figura di merda storica. Per non parlare degli austriaci, quelli che sono stati capaci di far passare Mozart per austriaco e hitler per tedesco. I leader incontrastati nella tecnologia di produzione di palle di cioccolato ripiene di marzapane, prodotto sponsorizzato dalle associazioni odontoiatriche di tutto il mondo. Di guerre ne sono stati capaci di perderne una anche con l’Italia, record ancora imbattuto. Greci, spagnoli e portoghesi sempre fuori tempo. Fascisti quando si portava il socialismo, socialisti ora che va di moda il nero, che sfina pure. Andando più a nord, hanno tutti re e regine. Forse pensano di essere in un mazzo di carte. A est ci sono quelli cattivi, che è meglio trattare con le pinze. Sempre pronti a passare sponda. Volevano l’Europa quando c’era l’Unione Sovietica. Ora vogliono la Russia mentre sono in Europa. E infine l’Italia, il paese nel quale la gente sta sempre con lo smartphone in mano. Ed è una fortuna che qualcuno li abbia inventati, perché di autoradio estraibili non ne fanno più.


12 commenti su “Unione Europea

  • fma

    Caustico!
    Epperò, volendo cercare il pelo nell’uovo, per amore di discussione, se i popoli d’Europa non avessero altre qualità, oltre a quelle elencate, che pure indubitabilmente hanno, i conti non tornerebbero.
    Diciamo che è un momento così, ma che sappiamo fare di meglio?
    Certo, se aspettiamo ancora un po’, per esempio che Trump e Putin s’accorgano d’avere interesse entrambi a spaccare l’Europa, l’uno per motivi commerciali e industriali, l’altro per geopolitica, se aspettiamo ancora un po’ arriviamo fuori tempo massimo. Anzi, con tutti i sovranismi che vanno di moda oggi, forse lo siamo già. Sarebbero guai. Spero proprio di no, perché con tutte le sue magagne credo che il nostro sia ancora il continente dove si vive meglio al mondo.
    Malgrado i Francesi. Hai disegnato un ritrattino dei francesi che è perfetto.
    Invecchiando sono diventato ottimista, oppure mi sono rincoglionito. 🙂

    • doxaliber

      erto, se aspettiamo ancora un po’, per esempio che Trump e Putin s’accorgano d’avere interesse entrambi a spaccare l’Europa,

      Temo se ne siano accorti da un pezzo.

    • Comandante Nebbia L'autore dell'articolo

      e i popoli d’Europa non avessero altre qualità

      Manca un “avuto” da qualche parte. La parte migliore di questo continente è sotto terra.
      Con i francesi si va sempre sul sicuro.

  • emilio

    “A est ci sono quelli cattivi, che è meglio trattare con le pinze. Sempre pronti a passare sponda. Volevano l’Europa quando c’era l’Unione Sovietica. Ora vogliono la Russia mentre sono in Europa.” Forse perché vogliono la Russia ma non l’Unione Sovietica… c’è da rifletterci…
    “Spero proprio di no, perché con tutte le sue magagne credo che il nostro sia ancora il continente dove si vive meglio al mondo.” Da mò, ma non è dimostrato fuor di dubbio che lo sia grazie a.

      • Dario Ultracrepi

        Comunque complimenti. Lei ha scritto un sunto commentato di storia europeo-occidentale che purtroppo é comprensibile solo agli over 50. Molto over.

  • barbara

    Oddio, il cannocchiale! E ho capito che se di là non hai lasciato da mettere commenti vuol dire che non ne vuoi, ma io non posso non commentare, mi sono perfino venute le palpitazioni, mi sono! E adesso non c’è più. Ci sono andata proprio pochi giorni fa, su google maps, l’ultima votla che l’avevo fatto c’era e adesso non c’è più. Niente, neanche qualche rovina come per la cattedrale, tutto spianato.
    Niente, scusa, ma dovevo proprio dirlo.

I commenti sono chiusi.