Un Natale Senza Amore 23


Il Natale. Regali, addobbi, l’albero, le canzoni, ma la cosa più importante sono la famiglia e gli amici. Un Natale senza amore è solo una festa. Allora cosa succede se questi non sono presenti?
Proprio nel periodo natalizio, l’anno scorso, mia madre è entrata in hospice. Da allora ho avuto paura che avrei odiato il Natale. Ma non è stato così. Una piccola parte di me voleva festeggiarlo, quella parte ancora un po’ infantile di me stessa. Io il Natale lo voglio festeggiare, solo che non voglio imporre questa sofferenza a mio padre. Lui sì che non lo vuole festeggiare, ma non è colpa sua. Proprio in questo periodo è morta sua moglie, non posso biasimarlo.

di @diabolicoMarco

Nonostante tutto, però, lui si impegna molto per farmi sorridere: mi prepara dei dolci buonissimi, mi aiuta quando ne ho bisogno, scherza (certe volte troppo). Poi c’è sempre Kiwi, il mio pappagallo, con cui non litigo mai se non per gioco, quando “combattiamo” per finta. La la verità è che senza mamma non mi sento completa. Non riesco a festeggiare il Natale senza tutta la mia famiglia. Se ne sono andati tutti, uno dopo l’altro.
Comunque non è solo questo.
In questo periodo, la mia migliore amica mi sta trascurando. Io mi sento terribilmente sola. Cosa ho di sbagliato? Perché non mi vuole più? Forse è perché sono diversa. Cosa bisogna fare per essere uguali agli altri?
Spero solo che lei sia felice con i suoi nuovi amici. Questo è l’importante.
Resta il fatto che poi sono io quella che ci va di mezzo.

Almeno ho le mie amiche A.T. e V., che ci sono sempre per me. Mi fanno ridere, qualche volta piangere, E qualche volta anche arrabbiare. Ma i veri amici sono spesso le persone più semplici.

Torniamo al discorso del Natale. Ecco, magari sto esagerando, ma mi sento davvero male. Questo momento è davvero difficile per me. Chi vorrebbe mai essere amico di una sfigata come me? Questa è la domanda che mi pongo sempre. Allora, come faccio a festeggiare il Natale se mia madre, mia nonna e mio nonno sono morti e la mia migliore amica non mi vuole più bene?


Informazioni su Sofia Ombra

Vorrei scrivere qualcosa sul grande vuoto che sento dentro di me, ma non so cosa scrivere perché è una cosa troppo grande. Forse ho bisogno di un po' di tempo.

23 commenti su “Un Natale Senza Amore

  • Donatella

    Piccola Donna, non hai nulla di sbagliato, non sei sfigata, sei un gioiello scintillante di dolcezza ed amore.
    Capita a volte nelle amicizie di prendere vie diverse, succede, fai tesoro dei momenti passati assieme, forse vi ritroverete un giorno.
    Sai, il mio papà è mancato, tanti anni fa, il 18 dicembre, pensavo non avrei più festeggiato il Natale, ed invece è proprio in quei giorni che sento i miei genitori più vicini; ognuno di noi deve attraversare il dolore a modo proprio, con i propri tempi, ci si sente una voragine dentro, lo capisco, ma piano piano sentirai meno il vuoto percependo solo l’amore dei tuoi cari che ti avvolge. Un abbraccio immenso tesoro dolce,
    dalla mamma di un ragazzo che non ha più il papà.

  • Carla Moscatelli

    Il Natale è un sorriso carico di lacrime dedicato alle anime belle che ci stanno vicino.

  • Sara

    Quando avevo 12 anni, come te, cercavo di essere uguale agli altri. Se gli altri fumavano io fumavo. Se gli altri mettevano i jeans a zampa, li indossavo anche io. Se gli altri ascoltavano un gruppo musicale, dovevo farlo anche io.
    Poi sono cresciuta e, arrivata a 16 anni, ho scoperto quanto “faccia figo” essere diversi. Musica diversa, abbigliamento diverso, abitudini diverse. Ma ci vuole tempo per cambiare.
    Dai 12 ai 16 anni vivrai tutto e il contrario di tutto, ma di nulla dovrai avere paura. Sì cambia, cambiano i volti, i fisici, le migliori amiche, i gruppi musicali preferiti e le abitudini. È tutta vita, stellina, tutta vita. Io ho tanti anni più di te e sai cosa mi ha fregata sempre? La paura. Paura del cambiamento, paura di non essere uguale agli altri prima, paura di non essere abbastanza diversa poi. Tu non devi fare il mio stesso errore: buttati nella vita, sorridi, piangi, incazzati, sii delusa, mangia e ridi. Chiama la tua migliore amica e chiedile di dirti la verità: cosa è successo? Magari è solo un fraintendimento. O magari tanto “migliore” lei non è. Guarda avanti, sorridi, abbraccia quel “testone” di tuo papà e non avere paura mai.

  • Maribella Fumi

    No piccola mia, non sei una sfigata, sei una ragazza che ha dovuto affrontare le cose più brutte, le perdite delle persone più amate, prima di tutti e nell’età più difficile, quando si ha più bisogno dell’apporto dei genitori, dei nonni, che ti fanno sentire protetta anche delle piccole/grandi delusioni quotidiane. Questo però ti insegnerà ad essere forte, non sentirti in colpa per il desiderio di festeggiare il Natale, è la vita che ti insegna a guardare avanti, aiutati con i ricordi ma non vivere solo di ricordi, costruisci insieme a tuo papà il presente, attimo per attimo, prendilo per mano, incominciate a camminare insieme…aiutati aiutandolo, ridi con le tue amiche che ti sono vicine, perdona quelle che non sanno esserli, sai a volte il dolore altrui non sappiamo come affrontarlo e allora si fugge via, falle capire che tu sei sempre tu e non ti aspetti che il tuo dolore lo faccia sparire lei, non lo fa sparire nessuno, ma solo il tempo riuscirà ad allentarne la morsa che ora vi soffoca ! Ti abbraccio con tanto calore ❤️ Mari

  • LIA STEFANIA CARA

    Cara Sofia, mi spiace leggere tanta sofferenza nelle tue parole, sai cosa ti dico, da non mamma che se avessi avuto una figlia sarei stata orgogliosa e felice di avere una piccola donna speciale come te. Sì sei speciale, non dimenticartelo mai. La sofferenza è parte della vita che non ci è possibile evitare, quello che possiamo fare e lasciare che passi piano piano, lasciandoci più forti, luminosi e capaci di sentire e comprendere le sofferenze degli altri. Tu stai attraversando una tempesta, ma la tua nave è guidata da un coraggioso capitano e a bordo ci sono tante presenze invisibili che ti amano e che ti stanno prendendo per mano. Ti abbraccio, Stefania.

  • Sr. Cristiana

    Cara S. la cosa che più mi ha colpito nel tuo scritto, bellissimo, è che tu ti auguri che la tua amica sia felice, ecco ci vorrebbe una lunga spiegazione e se me lo chiedi te la scrivo volentieri, ma non voglio importi una lungaggine qui, ma questo tuo desiderio così limpido e cristallino è un festeggiare il Natale pieno di luce, di speranza e di stupore, è proprio quell’amore di cui parli e hai nel cuore e viene fuori… il tuo non sarà affatto un Natale senza amore, perché ne sei piena e lo doni a chi hai vicino. Non sempre amore e felicità stanno insieme, forse un po’ di tristezza rimarrà per quelli che non ci sono e per quello che vorresti e non accade, ma sarà comunque Natale e la parte di te che lo vuole festeggiare potrebbe anche scoprirsi felice. L’altra affermazione che dice che sei abitata dall’amore è quella di comprensione e gratitudine per il tuo papà …
    La tua amica non sa quello che perde, tu non sei sbagliata, non voler essere uguale a nessuno, sei bella e irripetibile perché sei tu e hai vicinonpersone che te lo dicono e ci credono fidati di loro e vai avanti, credo che tanti vorrebbero e vorranno essere tuoi amici, forse sono solo un po’ spaventati dal dolore che hai vissuto, scopriranno, i più temerari, che è una grande risorsa di tenerezza e forza. Grazie S. Che ci sei, che comunichi e che ci ricordi che tutto parte dal cuore. Sr Cristiana

  • Maria Cristina

    Splendida Sofia, non sarà un Natale senza amore. Adesso so che forse adesso ti è difficile comprenderlo ma con il tempo capirai che è più importante l’amore che hai dentro che non quello che sta fuori, l’amore che puoi dare piuttosto che quello che puoi ricevere e che non c’è gioia più grande di quella che deriva dal trasmettere quell’amore che abbiamo ricevuto.

    • Francesca virga

      Piccolo tesoro, non hai proprio niente di sbagliato… Ritornerà appena si renderà conto di essersi comportata male con te. Il tempo, solo il tempo, ti darà tutta la forza necessaria per superare questo dolore, cambierà forma, ma sappi che la tua mamma, e per me mio papà e mio marito, ci mancheranno sempre… Ti abbraccio forte, piccola grande Sofia

    • Valeria

      La voglia di Natale che hai non viene dalla tua parte più infantile ma anzi da quella parte di te che vuole crescere, andare avanti e non rinunciare alla voglia di bello che le feste danno. Non trascurare questa parte di te, perché è la parte che ti aiuterà a superare i momenti brutti e ti farà crescere più forte! È la parte di te desiderosa di vivere: coccolala e assecondala sempre perché sarà un vero e proprio salvagente! E non ascoltare la parte di te che ti dice: sfigata! Quella parte, quella vocina lì, strigliala forte e dille di andarsene via perché non ti vuole bene e distorce la realtà! Un grande abbraccio forte.
      PS. Lo so che conta poco per te, perché non sono adolescente ed ho 46 anni, ma io un’amica come te la vorrei non solo per me ma anche per le mie figlie🥰

  • Paola

    Cara Sofi che hai un Cuore così grande capace di ribaltare il mondo e guardare a ciò che hai: hai le tue amiche V. e A.T. che ti vogliono bene, hai un pappagallo straordinario che ti insegna l’Amore incondizionato, l’accettazione, la pazienza ed un papi che ti mostra il suo Amore con i gesti e non ti perde mai di vista.
    Non cambiare per gli altri, cambia gli altri rimanendo così come sei 💕 TVTB

  • Francesca virga

    Piccolo tesoro, non hai proprio niente di sbagliato… Ritornerà appena si renderà conto di essersi comportata male con te. Il tempo, solo il tempo, ti darà tutta la forza necessaria per superare questo dolore, cambierà forma, ma sappi che la tua mamma, e per me mio papà e mio marito, ci mancheranno sempre… Ti abbraccio forte, piccola grande Sofia

  • Valentina

    Ciao Sofia, io sono più grande di te ma ho perso la mia mamma qualche mese dopo la tua. Ho una figlia della tua età che amava la sua nonna tantissimo. Da quando è morta la nostra mamma/nonna ci siamo giurate che nei momenti difficili avremmo pensato “cosa avrebbe fatto la nostra mamma/nonna”. La risposta sarebbe stata quella più giusta. Così avvicinandosi il Natale ci siamo fatte la fatidica domanda e la risposta è che avrebbe festeggiato, comprato dei regali per noi e per i meno fortunati di noi, avrebbe mangiato (era una golosona)…ecco noi faremo tutte queste cose. Chiediti anche tu cosa avrebbe fatto la tua mamma. Io la risposta la immagino già …

  • Silvia

    Sofia sarà difficile non odierai il Natale ti si stringera’ il cuore ogni anno di più troverai le persone con le quali ti sentirai ‘famiglia’ un abbraccio piccola grande donna

  • barbara

    La mia nonna paterna ti avrebbe detto, come diceva a me: chi non ti vuole non ti merita. Avrai di meglio. Non immagini quanti grandi, meravigliosi amici siano già in cammino verso di te. Magari poi la tua amica non ha problemi con te ma con se stessa: a volte imputiamo certe oscurità degli altri come dirette a noi, ed invece la realtà è diversa: stanno attraversando un periodo difficile o decisamente infelice e la cosa si riflette nel loro ambiente, quindi anche su di te, ma tu non c’entri. Perché non le parli apertamente? Se poi davvero si è allontanata, saprai qual è il motivo così smetterai di investire su un rapporto esaurito. Devi metterlo nel conto: certi rapporti durano tutta la vita, altri una stagione, altri poche ore. Possono essere profondi e mettere radici, oppure essere superficiali e volare via come piume al primo alito di vento. Io ho solo due amiche che durano da una vita, e una da quando l’ho conosciuta, un sacco di anni fa. Non sono molti i rapporti di valore che resistono alla prova del tempo. Poi ci sono anche quelli epistolari, o virtuali. io mi candido 🙂 Come vedi, ci sono persone che vorrebbero essere amiche tue perché sei tutt’altro che sfigata. Quanto al vuoto durante le Feste, lo condivido con te: mentre tu perdevi la mamma, io perdevo il compagno di tutta una vita, un amore iniziato ai tempi del liceo e gli altri sono già tutti oltre il ponte dell’arcobaleno: papà, i nonni… a Natale saremo noi due, la mamma ed io, come voi. Ma loro saranno con noi e di questo siamo certe: non possiamo vederli ma “sentiamo” che ci sono, infatti mettiamo i posti a tavola per loro. Anch’io pensavo che avrei odiato il Natale, che mi ha portato via il mio amore, il Natale che “la mia bambina” ha sempre amato…allora ho comprato come tutti gli anni una “new entry” del presepe e messo gli addobbi perché mio marito lo detestava ma accettava tutto l’apparato per amor mio e soffrirebbe sapendo di avermelo scippato. L’amore non finisce, Sofia, supera ogni cosa, persino la morte. Tra qualche tempo, poi, potrai iniziare a studiare anche la quantistica: persino un grande scienziato come Einstein ha iniziato a provare che il tempo e lo spazio sono illusione e forse anche la morte lo è. Qualcuno potrebbe pensare che sei troppo giovane per questi argomenti, ma io penso di noi: da quello che ho letto, sei “avanti” (si dice così adesso? 🙂 Buon Natale Sofia. Lascio qui un abbraccio per te.

  • Benedetta

    Cara S., anche se sono parecchio più grande di te, capisco molto bene i tuoi sentimenti e condivido le tue parole.
    Con gli anni capirai (spero ce ne metterai meno di me ;-)) che le persone sanno guardare oltre e ti stupirai (davvero ti stupirai!) di quanto puoi piacere, con tutti i tuoi pregi i tuoi difetti e il tuo bagaglio di vita.
    Vedrai.
    Per quanto riguarda il Natale, ho perso mio papà esattamente un mese prima di Natale un po’ di anni fa; come te temevo che da quel momento avrei odiato quel periodo. Non preoccuparti, non è così. È diverso, ma continuo comunque ad apprezzare quel tocco di magia e l’albero non manca mai.
    Un abbraccio, B.

  • A.

    Gentile S ( cara sarebbe stato troppo intimo )sei fortunata ad avere un parente ,con cui festeggiare il Natale( anche se in modo diverso ).Io lo passerò sola ,perché lo stato ha deciso che mio figlio non potrà attraversare pochi comuni per raggiungermi.Anche durante un divorzio molto brutto ,non l’ho visto ,a volte .Eppure lo conservo sempre nel mio cuore e non importa se in quel giorno, non ci vedremo ,perché lui e’ in me.Buona Natale

  • Carla Lanfiuti Baldi

    Tesoro caro,sai che invece sei una persona bellissima?
    Figurati se ha qualcosa di sbagliato o sei una sfigata.
    Non sarà il Natale che vorresti, non lo sarà nemmeno per tuo padre,sii paziente con lui.
    State vicini ,stringetevi forte e troverete nell’abbraccio l’amore che vi serve .
    Anche io vi abbraccio anche se non vi conosco.
    Ti mando un bacio affettuoso…😘

  • Daniela

    Carissima Sofia, mi viene voglia di abbracciarti forte! Sai,quest’anno anch’io non ho voglia di Natale,un po’come il tuo papà. Pochi mesi fa ho perso il mio babbo, e anche se sono una donna,mamma,nonna, credimi ho un dolore fortissimo nel cuore. Spero solo che Natale quest’anno sia Luce e Amore per tutti noi, e spero che la tua dolcezza possa illuminare il cuore senza luce del tuo papà. Un abbraccio forte a voi, anche se non ci conosciamo, anche se vi leggo soltanto, ma che siete ormai parte della mia giornata. ❤ Daniela

  • Paola

    Struggente. Ho più di 50 anni, ma mi riconosco per molti versi nel racconto lucido e struggente di S.

  • Sonia

    Tesoro mio nn hai proprio nulla di sbagliato..anzi ..la tua migliore amica si accorgerà presto di aver sbagliato e tornerà da te altrimenti nn avrai perso tu, ma lei..un abbraccio ❤

  • Eleonora

    Cara Sofia, ritrovarsi diversi dagli altri alla tua eta’ e’ davvero difficile, vorresti farti piacere cose che pero’non ti piacciono davvero e non capisci mai perche’ gli altri ti sembrano migliori di te e a un certo punto trovano qualcuno piu’ “uguale’ a loro e ti abbandonano. Ho riempito tanti diari con pensieri come i tuoi e pensa io adesso ho 40 anni e sono ancora cosi, diversa dagli altri, spesso, abbandonata senza che ne capisca a pieno il perche’. Pero’ lo sai, voglio dirti come se fossi una tua zia, saggia ma non troppo, che le persone uniche sono le piu belle? Tu.adesso non ci credi ma proprio perche’ sei unica e diversa avrai tanto amore da quelle persone speciali che non vogliono qualcuno uguale a loro, ma una persona unica, proprio come te. Sara’ un Natale complicato questo Sofia ma tu continua a pensare che un giorno tutto quello che sogni se ci credi veramente succedera’ e li nel tuo cuore saprai che la tua mamma e’ sempre stata li nel tuo cuore a fare il tifo per la sua bambina speciale, diversa e unica. E allora tutto sara’ piu lieve. Ti abbraccio forte

  • Emilio

    Giovane Sofia, i bambini e gli animali sono i soli che davvero fanno sorridere, di quel sorriso che scioglie le tensioni del volto… vero, sincero e veloce come un velo che cada. Non sei più solo una bambina ma lo sei ancora. Le tue parole sugli animali, sul tuo animale “sono” amore. Hai con te, hai avuto con te , chi ti ha trasmesso questo o ha lasciato che questo sgorgasse da te liberamente. Un buon punto di partenza. Buon Natale.

  • Antonello Puggioni

    Cara Sofia,
    non siamo certo amici, anche se sarebbe un privilegio grande, non ci conosciamo se non come possono conoscersi uno scrittore e il suo lettore, non ho parole di conforto da darti più di quelle che ti possa dare un padre straordinario come il tuo, vorrei soltanto in questo Natale così denso di ombre e tristezza augurarti, come disse qualcuno, che la vita faccia con te ciò che la primavera fa con i ciliegi.

I commenti sono chiusi.