Lavorare per Google: I segreti per superare la selezione


13 Flares Twitter 11 Facebook 0 Google+ 2 Email -- 13 Flares ×
Attenzione, su Mentecritica scrivono diversi autori. "Lavorare per Google: I segreti per superare la selezione" è stato scritto da Giorgio Ugazio. Ogni autore ha la sua opinione personale che non sempre corrisponde a quella del curatore del sito. La pubblicazione non è sinonimo di condivisione delle opinioni e si pubblica ad esclusiva condizione che siano rispettate queste regole. Il sito mentecritica.net non ha fini di lucro, è gestito su base volontaria ed a spese del curatore. Il sito non è aggregato a partiti o movimenti e non sostiene nessuna organizzazione politica.


Visto che molti mi hanno chiesto “come posso prepararmi per una Google Interview?”, ho pensato di raccogliere in questa nota quante più risorse possibili, spero possano esservi d’aiuto.

Ovviamente non posso rivelare il contenuto tecnico delle mie interview, le “domande” per capirci, ma ci sono molte cose che posso e voglio condividere.

Gli stessi recruiter inviano una serie di link utili quando si viene selezionati anche per una Phone Interview, al fine di aiutare il candidato alla preparazione. E’ ovviamente scopo di Google far si che i candidati siano consapevoli di ciò a cui vanno incontro, onde evitare reciproche perdite di tempo.

Altra premessa: i suggerimenti e le risorse che vi allego sono valide per un qualsiasi colloquio per una posizione da Software Engineer in aziende “serie” nel mondo dell’IT. Per una Interview nel mondo dei Videogames i suggerimenti restano validi ma serve anche altro.

La mia personale esperienza di preparazione alla Google Interview è iniziata al 12 Marzo 2012, quando mi trovo nell’inbox un messaggio dal primo recruiter dell’area Cambridge, Massachusetts, chiedendomi se fossi interessato a conversare informalmente con loro per vedere se potevamo essere reciprocamente interessati a lavorare assieme.

Il 15 Marzo ho fatto una chiacchierata con un secondo recruiter sul mio percorso accademico e lavorativo e sul possibile ipotetico mio posizionamento in azienda (ufficio, data di inizio… tutti i recruiters mi hanno chiesto più volte in quale ufficio preferirei lavorare).

Il giorno dopo mi arriva una mail da un terzo recruiter che mi schedula una Phone Interview per il giorno 4 aprile, e mi allega un bel po’ di risorse utili, argomenti da ripassare/studiare, links utili, etc.

Il 4 aprile la mia phone interview va bene.

Il 9 aprile, giorno di Pasquetta, a Roma, ricevo la chiamata per la Onsite Interview del 14 Maggio.

Dal 12 al 21 maggio sono stato in California, il 14 c’è stato il colloquio.

Il 23 maggio ho avuto il risultato: esito positivo dell’hiring committee, passaggio alla fase di contatto references e amministrazione. Ho dovuto compilare una lista di reference, di ex colleghi e/o manager con cui ho lavorato e che possano certificare che sono valido.

Il 29 maggio sono stato contattato da Google, stavolta un manager… sono in attesa di collocazione (anche se ci sono ancora possibilità che tutto salti)

Il processo “tecnico” è quindi durato 2 mesi e mezzo. Tolti gli ultimi 15 giorni per l’esito e le trattative, sono stati 2 mesi molto duri. Se da una parte ho voluto prepararmi al meglio, dall’altra ho comunque avuto lavoro, viaggi, pasque, etc.

Quindi, ecco la mia guida di “come passare una google interview in 2 mesi”.

continua a pagina 2

Puoi scrivere anche tu su MC. E' gratis. Leggi qui.

Offri un caffè a MCcup_PNG1968

13 Flares Twitter 11 Facebook 0 Google+ 2 Email -- 13 Flares ×
The following two tabs change content below.
Freelance Software Engineer attualmente in Google Corporation. Ha studiato Intelligenza Artificiale e Robotica presso l'Università di Roma Sapienza Vive a Zurigo ma è nato a Roma

Informazioni su Giorgio Ugazio

Freelance Software Engineer attualmente in Google Corporation. Ha studiato Intelligenza Artificiale e Robotica presso l'Università di Roma Sapienza Vive a Zurigo ma è nato a Roma