Til morning’s light


Elogio dell’Indifferenza
Tutti possono entusiasmarsi per un ideale o indignarsi per un’ingiustizia. Non serve una sola goccia di sudore e nemmeno un’ora di scuola. E’ per questo che la politica e i buoni sentimenti hanno un grande successo. Ed è per questo che, nonostante le foto di bambini scheletriti, cuccioli abbandonati e donne con gli occhi pesti, i bambini continuano a morire di fame, i cani vengono comunque abbandonati e le donne vengono ancora picchiate.
Questo è perché il cuore crea desideri, lo stomaco e i genitali impongono bisogni, ma sono braccia e mente a costruire ponti, tracciare la rotta e tenere il timone, battere chiodi e premere il grilletto quando serve.
Le belle parole scrivono i libri di storia e salvano l’anima, ma a far girare il mondo è la silenziosa indifferenza di chi si limita a fare il suo mestiere.

Elogio dell’Odio
Con il tempo ci si rassegna al fatto che ogni cosa, indistintamente ed ineluttabilmente, giunge alla fine. Ogni esperienza è un prestito a termine. Alcune di esse hanno un carico di interessi altissimo che si paga fino all’ultimo centesimo, ma poi, per fortuna, anche quello si estingue.
L’unica cosa non tradisce mai è l’odio micidiale che si prova o di cui si è oggetto. L’odio è un emozione purissima e persistente sulla quale si può fare profondo affidamento perché non si diluisce nell’ipocrisia e non si veste mai di menzogna.

Fino alla luce del mattino
Gli anni finiscono, gli anni iniziano. Alcuni sperano che qualcosa cambi seguendo i foglietti che si staccano da calendario. Altri sanno che indossano la propria condanna come un vestito fatto su misura. La giustizia e la felicità non sono diritti e si presentano senza seguire un codice o un’equa ripartizione. L’universo è silenziosamente indifferente al destino di ciascuno di noi.
Ogni giorno che passa è un prestito a termine e non resta che attendere il successivo sperando che, ancora una volta, l’oro della notte riesca a declinarsi fino alla luce del mattino.