Terrorismo


Gli organi di stampa sembrano ormai confermare la natura “terroristica” dell’episodio berlinese per cui si può tentare una riflessione ed una valutazione della situazione. Come già detto, eventuali polemiche sulla sicurezza sono inutili. Non esistono le risorse per militarizzare anche i mercatini di Natale e, se pure ci fossero, vivere in una società dove Babbo Natale porta una P266 sotto l’ascella non è esattamente il mio mondo ideale. La storia e l’esperienza insegnano che la guerriglia non si può vincere, si può solo eradicare con cambiamenti strutturali. Daesh è subentrato ad al-Qaida sfondando il già alto livello del terrore. Una […]

Il nemico alle porte


Non c’è niente di più inutile della polemica divampata intorno al presenza o meno di polizia e/o vigili addetti al traffico sulla Promenade di Nizza la sera del terribile attentato. La triste verità è che se si volesse mettere anche un solo membro delle forze dell’ordine a sorveglianza di ciascuno dei punti sensibili non basterebbero esercito, aviazione, marina, carabinieri, polizia, forestale, guardie giurate, polizia provinciale, vigili urbani e guardie carcerarie. Dovremmo tutti arruolarci nella polizia. Stadi, supermercati, traghetti, ospedali, metropolitane, teatri, centri commerciali e, come sappiamo bene noi italiani, treni e stazioni sono tutti possibili obiettivi. Chi di voi è […]

La guerra è ovunque


La disciplina militare insegna che la difesa affidata a singoli presidi è meno efficace di una forma di difesa coordinata: Secondo questa forma di organizzazione, l’eventuale cedimento di una parte del fronte è gestibile con l’intervento di elementi di supporto. Quindi la difesa veramente efficace è la somma di presidio, procedure di subentro e gestione della catastrofe. La gestione della catastrofe è necessaria perché in ambito professionale si ragiona in termini realistici e non ideali: i presidi possono essere spazzati via, le procedure non raggiungere lo scopo prefissato quindi una buona sconfitta è sempre meglio di un disastro totale. La […]

Brexit e Terrorismo



50
Il sito del giornale Repubblica propone un video che è un eccellente esempio di disinformazione. Si tratta di un’operazione così marchiana da essere stata evidentemente concepita per il target dei condivisori compulsivi, persone in difetto di argomenti personali che si prestano gratuitamente (in quanto inconsapevoli) alla diffusione di informazioni il cui unico scopo è l’aumento del rumore generale del canale con conseguente deterioramento del segnale. Costoro si possono paragonare al fiume lungo il quale si lasciano andare i tronchi più grossi, quelli che se fossero veicolati per i canali ufficiali non potrebbero passare inosservati e che invece, grazie alla corrente, […]

Lezioni di Disinformazione: Stampanti in 3d e Terrorismo Mediatico


19
Quello che sta accadendo in questi giorni è la prova definitiva che, complotto o no, gli Stati Uniti hanno perso su ogni fronte la guerra della comunicazione che si è scatenata dopo l’attentato alle torri gemelle. L’11 settembre 2001 è entrato nella memoria collettiva con la prepotenza di quegli eventi che si scolpiscono nella mente di tutti quelli che li hanno vissuti. A partire da chi ha partecipato direttamente come testimone o parente di una vittima, fino a chi si trovava a migliaia di chilometri di distanza e ha guardato scorrere per ore in televisione le terribili immagini che venivano […]

11-9, Il Balbettio Americano


50
Nella ridda di informazioni, molte senza alcuna rilevanza oggettiva, che riguardano il disastro aereo che ha coinvolto l’aeromobile Germanwings, può sfuggire un aspetto sicuramente secondario, ma inquietante agli occhi dell’osservatore professionale. La rivelazione sul presunta dinamica dei fatti che vedrebbe uno dei piloti ai comandi e l’altro impossibilitato ad accedere alla cabina è venuta in anteprima dal New York Times che ha anticipato tutti i quotidiani europei nella pubblicazione di una notizia ancora riservata al ristretto circolo degli investigatori. Questo evento può avere una serie di spiegazioni. Alcune molto banali, cosa che i tecnici veri, a partire da Guglielmo da […]

Germanwings: l’Arma a Doppio Taglio della Intelligence



33
La storia ci racconta che, in passato, le grandi svolte della storia, quando non sono state nella mani di grandi condottieri, sono state affidate all’impeto della rivolta popolare. Le cronache sono piene di consultazioni plebiscitarie o sollevazioni che hanno scardinato l’ordine costituito e precipitato le nazioni in avventure che non sempre hanno condotto a fulgidi destini. Il nazismo e la rivoluzione russa, ad esempio, hanno avuto bilanci pesanti mentre la dichiarazione d’indipendenza americana e la rivoluzione francese hanno condotto a risultati oggi considerati più benevolmente. In ogni caso, quando il corso del destino è passato per le mani del volgo […]

La Democrazia della Conservazione