sicurezza


Gli organi di stampa sembrano ormai confermare la natura “terroristica” dell’episodio berlinese per cui si può tentare una riflessione ed una valutazione della situazione. Come già detto, eventuali polemiche sulla sicurezza sono inutili. Non esistono le risorse per militarizzare anche i mercatini di Natale e, se pure ci fossero, vivere in una società dove Babbo Natale porta una P266 sotto l’ascella non è esattamente il mio mondo ideale. La storia e l’esperienza insegnano che la guerriglia non si può vincere, si può solo eradicare con cambiamenti strutturali. Daesh è subentrato ad al-Qaida sfondando il già alto livello del terrore. Una […]

Il nemico alle porte


Non c’è niente di più inutile della polemica divampata intorno al presenza o meno di polizia e/o vigili addetti al traffico sulla Promenade di Nizza la sera del terribile attentato. La triste verità è che se si volesse mettere anche un solo membro delle forze dell’ordine a sorveglianza di ciascuno dei punti sensibili non basterebbero esercito, aviazione, marina, carabinieri, polizia, forestale, guardie giurate, polizia provinciale, vigili urbani e guardie carcerarie. Dovremmo tutti arruolarci nella polizia. Stadi, supermercati, traghetti, ospedali, metropolitane, teatri, centri commerciali e, come sappiamo bene noi italiani, treni e stazioni sono tutti possibili obiettivi. Chi di voi è […]

La guerra è ovunque


21
L’aspetto più inquietante della recente vicenda di Colonia dove gruppi organizzati di molestatori hanno reso la vita difficile a inconsapevoli ragazze è l’incredulità che è emersa nei titoli dell’informazione relativamente alle origini dei criminali. Il presupposto implicito di questa incredulità sta nell’archetipo patetico e buonista che, lentamente, si è andato costruendo nella sfera percettiva di numerosi giornalisti e lettori introno alla figura del profugo e dell’immigrato. Molti di noi, in relazione a queste persone, ragionano per preconcetti. Alcuni, sbagliando, pensano che immigrati e profughi siano tutti ladri e stupratori. Altri, sbagliando ancora di più, si rifiutano di esprimere giudizi negativi […]

L’uovo di Colombo ovvero L’ovvio di Colonia