Scienza


Non voglio pregare per Barcellona, non voglio indignarmi, non dirò che questa è ormai la terza, quarta o quinta guerra mondiale, non tirerò in ballo i bombardamenti dei russi, degli americani, dei francesi o degli inglesi, non parlerò di conflitto di religioni e culture, non dirò che è necessario reagire o comprendere o accogliere o invadere o tirare in ballo le intelligence. E non lo farò perché mi sono rotto il cazzo. E non è stata una cosa improvvisa, ma un’erosione lenta, costante, inarrestabile. Se l’obiettivo era rendere questo un mondo di merda, ma molto più di quanto lo sia […]

Requiem for a dream