Politica


13
Marx ha detto pochissimo su come avrebbe dovuto essere la società comunista dopo la dittatura del proletariato. E quel poco, talvolta, non è neppure farina del suo sacco. Come quando scrive, su “Critica del programma di Gotha”: “In una fase più elevata della società comunista, dopo che è scomparsa la subordinazione asservitrice degli individui alla divisione del lavoro … dopo che …, dopo che …, solo allora l’angusto orizzonte giuridico borghese può essere superato e la società può scrivere sulle sue bandiere: Ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni!” Una cosa che ha ispirato milioni di […]

Vorrei vivere in un paese con la p minuscola.


4
Da tempo esiste una moda sui social. Qualcuno produce un contenuto apparentemente razzista, ma che in realtà serve a dimostrare l’ignoranza di quelli che lo approvano e lo commentano. Esempio: foto in primo piano di un arabo in tenuta tradizionale con la seguente scritta: “questo è Mohamed Abdul e sta chiedendo che in Italia si adottino i numeri arabi”. Poi si attende quelli che non sanno che noi già usiamo i numeri arabi commentino indignati “i numeri arabi li usi a casa tua”, “torna a pascolare cammelli”, ecc. si mette insieme la foto del sedicente Mohamed con la selezione dei […]

Morire dal Ridere


4
Salvini ha una grande abilità che non è intelligenza, visione o strategia politica. Lui conosce la strada che porta alla parte più oscura del cuore di ciascuno di noi. Quella che è pervasa di egoismo, paura e cupidigia. La percorre con passo quieto, con placida bonomia in modo da non apparire uno scalmanato, ma solo quello che ha il coraggio di dire le cose di buon senso che, per motivi misteriosi, nessuno ci ha mai voluto dire. Però, tra un sorriso, una banalità e un bacione mandato a Saviano, ogni tanto sgancia una bomba di profondità destinata ad esplodere sorda […]

Il deserto della mente



14
Sono stanco di parlare di migranti, di rom, di reddito di cittadinanza, della scorta di Saviano e delle navi delle ONG. Vorrei parlare per un attimo di quello che in questo momento mi fa più paura: il futuro. Sono un uomo ancora valido, sano, autosufficiente. Posso difendere, sostenere e proteggere chi, fra quelli che mi sono vicino, ne ha bisogno. Eppure, qualche giorno fa, ho sognato di essere vecchio. Più vecchio di quello che già mi sento dentro. Indebolito nel corpo, nella determinazione e nella lucidità. Ho sognato di essere solo, in una stanza, incapace di provvedere ai miei bisogni […]

Cronache di gente senza speranza


25
Quello della politica è un brutto ambiente frequentato da meschini, pezzenti, bugiardi, egocentrici, arrivisti, ignoranti ed ipocriti. Non a caso i galantuomini se ne tengono lontani e quei pochi che, per incauto idealismo, intraprendono quella strada miserabile, non emergono se non quando la situazione è compromessa, c’è solo da perdere e qualcuno deve prendersi il carico della sconfitta. Questo è un concetto valido in generale e si applica, ovviamente, anche alla realtà italiana.   Nel caso particolare si vedano i fatti di attualità. Nelle ultime ore è diventato sempre più chiaro che il signor Salvini si è reso artefice di […]

Il nostro caro Salvini


Dico quello che, in questa situazione, mi sarei aspettato accadesse, che non è successo e che sono sicuro che non succederà. Mi sarei aspettato che una qualsiasi forza politica, una qualsiasi, si fosse affacciata al proscenio pubblico dicendo: “Visto che questa legge non era fatta per designare un vincitore, noi proponiamo cinque punti da portare a termine nei prossimi cinque anni. I punti sono i seguenti (è solo un esempio, metteteci quello che vi pare): Una legge elettorale che garantisca un ragionevole rapporto tra rappresentanza e governabilità. La definizione di una politica chiara e trasparente sull’immigrazione che concili i principi […]

Il Futuro Prossimo Venturo



Grazie a uno dei miei contatti facebook, ho letto la storia che racconta il signor Marco Fanti che ringrazio perché mi ha fatto conoscere qualcosa di nuovo. In poche parole, un signore di nome McArthur Wheeler che aveva letto del giochino per bambini di scrivere lettere segrete con il succo di limone, si era convinto che spalmandosi la faccia di succo di limone si diventasse invisibili alle telecamere e alle macchine fotografiche. Allo scopo si era fatto anche un selfie con una polaroid (stiamo parlando degli anni 90) che, per qualche motivo tecnico (pellicola scaduta, problemi nell’auto sviluppo o sovraesposizione) […]

La Cretinaggine al Potere


La politica è un circo dove tutti, ma proprio tutti, fanno il loro numero per accattivarsi la benevolenza del pubblico. C’è il prestigiatore, l’acrobata, il domatore, la cavallerizza e l’ammaestratore di cagnolini. Quando entrano in scena berlusconi e renzi vuol dire che è arrivato il momento dei pagliacci. Il loro numero non deve spaventare, meravigliare o far pensare. Deve solo far ridere di quell’umorismo greve ed elementare che si nutre del secchio d’acqua versato sulla testa, della legnata col bastone di gomma e della caduta dopo lo sgambetto. Quando il circo fa tappa in Sicilia, poi, i pagliacci si esibiscono […]

La Grande Tournée


Ho maturato una convinzione personale molto solida e voglio discuterla con quelli, tra voi, che vorranno farlo. Secondo ciò che vedo, l’idea di Europa come soggetto politico, se pure mai esistita realmente, è prossima alla fine. E quando parlo di prossima alla fine immagino un orizzonte temporale che non supera i cinque/sette anni perché il fenomeno diventi completamente evidente ed operativo. So che dovrei giustificare un’affermazione come questa, esporre dati, teorie socio economiche a supporto, riferirmi a fatti concreti, ma questa non è una “lucida analisi” di quelle che si possono leggere sul Financial Times o su Il Sole Ventiquattr’ore. […]

A Long Cold Winter