Cultura


1
Via gli 80 euro per finanziare la flat tax. Magari non basterà e quindi si taglierà qualche altra cosa. In Italia la politica si articola in tre macro blocchi operativi.  Nella primo, quando si ambisce al potere, i partiti vivono una stagione immaginativa simile a quella infantile nella quale si sogna di fare mestieri ad accesso quasi impossibile tipo l’astronauta o il notaio. Oddio, se conoscete un bambino che sogna di fare il notaio va sicuramente seguito da uno specialista, però credo di aver reso l’idea. Quando si giunge al governo, poi, inizia la fase che definirei della “conservazione dell’energia” […]

Delle Inutili Cose


3
Qualche giorno fa ho scritto di teste di cazzo e cose che fanno le teste di cazzo. L’esperienza mi ha insegnato che la differenza tra testa di cazzo e gente pericolosa è tutta nella distanza. Una testa di cazzo può gridare un insulto, lanciare un sasso o sparare con una pistola ad aria compressa perché si tiene lontana dalla vittima. La gente pericolosa, invece, è quella che accorcia la distanza e arriva al contatto. Per meglio dire, tra sparare a una persona e prenderla a coltellate o strangolarla c’è una differenza di determinazione notevole, anche se alla fine l’effetto è […]

Accogliere e Convivere


9
Al pippone di Veronesi di ieri, oggi risponde Saviano che avendo una caratura editoriale più alta non può limitarsi ad uno striminzito sermone, ma produce un’enciclica, la “In Terris Inferos” che oggi viene pubblicata da Repubblica che per certi ambienti culturali fa da riferimento come l’Osservatore Romano per altri. Avventurarsi nella lettura di un’Enciclica di Saviano richiede una invidiabile preparazione fisica e intellettuale. Il percorso è soggetto alla disciplina della marcia nel deserto. Tenersi idratato, ma a piccoli sorsi. Evitare le ore più calde. Tenere rigorosamente coperta la pelle. Assumere stimolanti e sali minerali in varia forma e, se fosse […]

In Terris Inferos



13
Marx ha detto pochissimo su come avrebbe dovuto essere la società comunista dopo la dittatura del proletariato. E quel poco, talvolta, non è neppure farina del suo sacco. Come quando scrive, su “Critica del programma di Gotha”: “In una fase più elevata della società comunista, dopo che è scomparsa la subordinazione asservitrice degli individui alla divisione del lavoro … dopo che …, dopo che …, solo allora l’angusto orizzonte giuridico borghese può essere superato e la società può scrivere sulle sue bandiere: Ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni!” Una cosa che ha ispirato milioni di […]

Vorrei vivere in un paese con la p minuscola.


Grazie a uno dei miei contatti facebook, ho letto la storia che racconta il signor Marco Fanti che ringrazio perché mi ha fatto conoscere qualcosa di nuovo. In poche parole, un signore di nome McArthur Wheeler che aveva letto del giochino per bambini di scrivere lettere segrete con il succo di limone, si era convinto che spalmandosi la faccia di succo di limone si diventasse invisibili alle telecamere e alle macchine fotografiche. Allo scopo si era fatto anche un selfie con una polaroid (stiamo parlando degli anni 90) che, per qualche motivo tecnico (pellicola scaduta, problemi nell’auto sviluppo o sovraesposizione) […]

La Cretinaggine al Potere


In passato, l’obiettivo dichiarato della cultura era il miglioramento dell’uomo. Ideologia e religione avevano, ciascuna con i suoi mezzi, lo scopo di promuovere la crescita spirituale e civica delle persone per condurre l’umanità verso quello che politica e religione consideravano la loro versione di Parusia. Oggi la cultura la fanno i mezzi di comunicazione di massa e, sempre più, questa si diffonde attraverso la rete, la magica Internet. Il motivo è semplice. Se uno guarda la TV attraverso l’antenna sul tetto o compra il giornale in edicola, sa solo lui quello che guarda o legge. Se invece l’interazione avviene tramite […]

Assediato dai cavatappi