Barbara d’Urso


Dopo che i tre minorenni autori dello stupro di Rimini si sono consegnati, la prima cosa che hanno fatto è vendere il loro complice alla polizia ben consci che la loro posizione, già garantita dalla minore età, ne sarebbe uscita ulteriormente fortificata dalla delazione. Si tratta di un atto cinico, progettato a tavolino, evidentemente telecomandato da una precedente consulenza legale che ha pilotato tutta l’operazione. Ne esce fuori il solito squallido quadro vile della criminalità che agli scrittori e sceneggiatori piace romanzare, ma che è solo dominata dalla ricerca dell’utile, dalla violenza e dalla necessità di scamparla ad ogni costo […]

La solita sbobba