Sono un cittadino all’estero – VOGLIO UN RISARCIMENTO DA CALDEROLI 65


Chiedo gentilmente a tutti i lettori di Mentecritica se a livello legale vi siano gli estremi, nella mia posizione d’italiano all’estero, per denunciare un connazionale che leda la percezione ufficiale del mio Paese all’estero.
Questo non è un articolo ma una vera richiesta d’aiuto. Vorrei conoscere estremi legali, leggi, decreti, regolamenti, cavilli, postille e note a margine che mi consentano di mettere agli atti il comportamento di colui che insozzi quotidianamente l’immagine dell’Italia e degli Italiani, con ciò rendendo più difficile ogni giorno mio e di chi vive nella mia stessa condizione di espatriato.

Vivo in una nazione civile e vi sono arrivato con una posizione di rilievo. Cosa che mi mette al riparo da spiacevoli situazioni per il solo fatto d’essere italiano. Ad esempio, non vengo chiamato con simpatici epiteti “pizza mafia baffo nero”, “putain rital”, “Bolanderschlugger”, “babis”, “Salamettischellede”, “Minghiaweisch”, “grispi”, “dago” (mi fermo a quelli in lingue che comprendo e che ho sentito di persona, per traduzioni ed elenchi completi rivolgersi a google). Oppure non vengo rifiutato al ristorante, non trovo scherzi pesanti sul posto di lavoro, non mi vengono tagliate le gomme dell’automobile, non mi vengono rifiutate le case in affitto, mia figlia non viene scansata all’asilo e non ricevo coltellate mentre giro con mia moglie per strada.
Non tutti però vivono in questo stesso Paese e nella mia medesima situazione.
Chi si vorrà togliere il disturbo di cliccare uno dei link qui sopra scoprirà che tutto questo è attualità. Succede davvero. La simpatica favoletta dell’italiano all’estero sorridente e ben accolto ovunque è dei tanti chewing-gum lisergici gentilmente offerti dal Corriere e dagli altri vari fumetti che vi leggete ogni giorno. Cercatele, le notizie. Le troverete. E scoprirete che fino a non molti anni fa andava pure peggio.

Ora, possiamo riempirci delle solite cazzate che ci piace sentire e dirci che gli stranieri sono mediamente cattivi, che quei tedeschi lì non ce l’hanno mai contata giusta, che i francesi la dovrebbero smettere con quella dannata grandeur. O possiamo ammettere che qualcosina, ma proprio qualcosina, per passare da pagliacci la facciamo.

M’è stato detto che non dovrei sentirmi imbarazzato per comportamenti liberi e consenzienti di altrui maggiorenne e vaccinato.
Falso, cazzo. Posso, voglio, DEVO sentirmi imbarazzato quando il maggiorenne in questione non è colui che mi rappresenta. Perché in quel caso sputtana anche me, eccome se mi sputtana, e la rabbia che mi deve montare dentro è quella che dovrebbe montare a tutti e condurre ognuno a un’azione che vada oltre una petizione web.
La realtà è che in questi mesi ho cercato di far finta di niente, di non ascoltare i vostri telegiornali, di non dare peso alle mie origini. Di non scrivere e di non pensare un beneamato cazzo. Ma dove non arrivano le notizie del tigiuno, rimbalzano le pacche sulle spalle dei colleghi, i “be brave”, i “bon courage” che secondo loro dovrei interpretare come un “sappiamo chi sia tu NONOSTANTE tu provenga da lì”.
Nonostante cosa, porco zio? Nonostante un anziano ninfomane dal cazzo rizzabile a pompetta? Nonostante un ministro che sa, poi non sa, poi forse non sapeva ma ha deciso e comunque non è colpa sua? Nonostante un personaggio che ha un elenco di gaffes che nemmeno Bongiorno e tuttora, nell’ipotesi migliore, scambia il parlamento per National Geographic Channel?

Be brave, appunto.
Chi ha contratto un debito con la mia immagine di italiano all’estero, deve pagare.


Informazioni su Contributo redazionale

A seguito di un attacco hacker il database degli autori degli articoli di MC è stato compromesso. Questo articolo è stato scritto da un contributore di MC, ma non è stato possibile risalire a chi. L'autore, se lo ritiene opportuno e necessario, può richiedere la ri attribuzione del contenuto via contatti del sito.

65 commenti su “Sono un cittadino all’estero – VOGLIO UN RISARCIMENTO DA CALDEROLI

I commenti sono chiusi.