Ottobre 19 2


Questa è una storia breve, anzi brevissima, come le nostre vite che si accendono e si spengono così rapidamente, che non hanno nemmeno il tempo di brillare per davvero nel buio in cui sono immerse.

Questa è una storia di sangue versato, di giorni di fiamma, di coltelli bianchi dal manico verde, di odore di olio per armi, di pugni serrati, di lucchetti chiusi, di sedie di plastica rivolte verso la pioggia, di pianto, di gocce contate fino a quaranta, di sale d’attesa, di mani che tremano, di pervicace resistenza e di corpi fragili esposti alla furia del destino.

Questa è una storia breve, anzi brevissima, dove si racconta dell’infinita presunzione con la quale noi anime labili dalle braccia sottili e dal petto affannato scaviamo nella terra scura per cercare e, infine, trovare il luogo a cui conduce la strada che abbiamo percorso vagando, lungamente, senza meta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 commenti su “Ottobre 19