L’ultimo giorno di scuola




E’ nel fremito della tua mano,

che stringo nella mia,

e nella scintilla irrequieta

che scocca nei tuoi occhi,

più che nel tepore luminoso e tenace di questo giorno

che ho sentito,

stamattina come un tempo,

sopraggiungere tumultuosa e turgida

di notti punteggiate di stelle,

e lunghi pomeriggi silenziosi,

l’estate.