Lui Ti Vuole Così 195


Qual’è oggi, per un uomo degli Anni Duemila, la Donna Ideale?

Per come la vedo io, la donna ideale di oggi è sempre quella che si sognava ai tempi di mio padre e di mio nonno, con solo pochi aggiornamenti legati al mutare dei tempi.

L’uomo vuole ancora una seconda mamma per sè, un’eccellente madre per i suoi figli, un’amante appassionata, un’amica che lo sappia ascoltare e sostenere nei suoi momenti grigi. E in più una efficiente casalinga e (quasi dimenticavo!) che abbia anche un buon lavoro che le permetta di contribuire al bilancio familiare.

Quando lui torna a casa dal lavoro mugugnando “Che schifo di giornata…” la vuole trovare radiosa, sorridente e fresca di bagnoschiuma profumato (magari dopo che lei ha sgobbato tutta la giornata tra il suo lavoro, la casa, le bollette, i figli e la cucina). Pronta, prontissima, ad assecondare i suoi appetiti di ogni genere quando ne ha, o a lasciarlo in pace se ha voglia di isolarsi.

Deve essere una donna brillante, che sappia tenere allegra la compagnia quando lui invita i suoi amici a cena, e sparire immediatamente (ma non prima di aver servito il caffè) quando gli amici si siedono per il poker o a vedere la partita.

Lei invece deve avere amiche poco invadenti, anzi sarebbe meglio non ne avesse affatto (se non fosse che qualche amica può servire per liberarsi ogni tanto di lei).

La donna ideale deve avere un buon livello culturale, mai comunque superiore a quello di lui. E deve seguire gli studi dei figli (lui lavora, no?) e quindi, che si attrezzi per essere un’educatrice da fare invidia alla Montessori. Ah, poi deve essere un’economista da premio Nobel: non deve “sperperare” per tirare avanti la casa, pur acquistando sempre cose di qualità.

Deve essere pure una cuoca da leccarsi i baffi, ma non con i soliti piatti precotti: no a casa “sua” Lui vuol mangiare ogni giorno come in un ristorante a 4 forchette (come lo aveva abituato la mamma, o la nonna, o la zia…).

Lei deve mantenersi in forma, conservare la stessa bellezza dei vent’anni anche quando di anni ne ha oltre il doppio (ma, per carità, senza spendere un centesimo in quelle cose inutili tipo parrucchiere, massaggi, trucco, creme, …). Poco importa che lui nel frattempo abbia messo su chili e chili di ciccia, solo in minima parte compensati dalla caduta dei capelli.

Non deve mai aspettarsi da lui un pensiero affettuoso. Già è tanto se, con tutto quello che ha da fare, lui si ricorda di un fiore per l’anniversario (ammesso che si ricordi l’anniversario..). E quando lei si dispiace per questo? Ma va là… lei pensa a queste sciocchezze da femminuccia solo perché non ha niente di importante a cui pensare, l’….EGOISTA (!!!).

Cosa dite? Che il vostro Lui non è così che vi vuole?
Allora consideratevi fortunate: forse non ve ne rendete conto, ma avete pescato il jolly….


195 commenti su “Lui Ti Vuole Così

  • galatea72

    Sì. Il guaio è che questa immagine della donna è la stessa che viene riprosta paro paro, come modello per le donne, da gran parte dei settimanali “femminili”, dove si tratteggiano superdonne che fanno tutto quello che descrivi tu come se fosse assolutamente normale, anzi, una specie di dovere. E noi donne normali a tirare la carretta… 🙂

      • galatea72

        No, sono le donne che leggono i settimanali femminili e poi si sentono in dovere di corrispondere a quella immagine… a farci male siamo delle campionesse da sole, spesso! 🙂

        • Vortexmind

          Io penso però che, pur ironica, l’immagine delineata dall’articolo di Fully non corrisponda al vero.

          L’uomo spesso vuole trovare una persona con carattere (e che gli piaccia anche dal lato fisico, come è quasi sempre necessario avvenga -reciprocamente- in un rapporto), non una “bambola gonfiabile” pronta ad assecondare qualsiasi desiderio e a soddisfare qualsiasi richiesta, di qualsiasi natura.

          A volte capita che ci si voglia divertire (anche dal lato femminile). Ma la “donna dei sogni” (che io identifico con quella con cui vorrei avere un rapporto duraturo) non esiste. Almeno se non si è ancora adolescenti 😀

          E a me piace cucinare!! 😀

          • Francesca

            Con carattere sì, ma col completamento di tutte le altre cose descritte.
            Secondo me Fully c’ha preso in pieno.

            Donna amica quando si ha voglia di sfogarsi e chiedere consigli, donna amante (meglio ancora se un pò puttanella) a letto, donna cuoca per mangiare bene, donna madre dei figli come minimo deve rasentare la perfezione (gestione casa-asilo-scuola), donna contabilità per gestire in modo economico la vita famigliare, donna spesa perchè solo noi sappiamo esattamente cosa manca in casa e quali marche comprare……potrei continuare dando per scontato che quasi tutte si lavora….

            Per molti la donna dei sogni non è solo quella che si identifica col rapporto duraturo….sei un uomo da poche pretese! 😉 Poi se cucini, sei un mito! :mrgreen:

          • Vortexmind

            Quello che voglio dire è che se si parla di “persona dei sogni” a questa lista di Fully si potrebbe cambiare il genere e varrebbe anche per una donna. Scusate, ma cosa bisogna cercare in una persona, caratteristiche negative per masochismo??

            (rispondendo anche a gda) Forse poi mi sono espresso male con “rapporto duraturo” : io intendevo un rapporto solido e di ottima intesa, anche fisica. E quindi, in quanto tale, in genere poi diventa duraturo … perchè se due persone stanno bene tendono a rimanere insieme, no? Un rapporto è bello proprio quando si sta così bene che si riescono a minimizzare i difetti dell’altro e a dare loro poca importanza. E’questo che intendo con “donna con carattere”: con carattere compatibile al mio (e viceversa).

            La persona perfetta non esiste, quindi si cerca quella che secondo gli standard di ognuno rappresenta meglio l’ideale che si ha. Il sesso è molto importante, ma già il fatto che possa essere comprato rende bene l’idea del valore relativo che ha.

            Detto brutalmente, se il giorno X volessi assolutamente trombare, nulla mi vieterebbe (in linea teorica, sia chiaro) di cercarmi su un catalogo la gnocca più gnocca (secondo i miei canoni estetici) e di pagarla per un rapporto sessuale con reciproca soddisfazione dei bisogni (parlo di chi fa questo per scelta personale / economica, non delle poverette che stanno in strada).

            Se invece sentissi la necessità di condividere qualcosa con una compagna, questo non potrebbe essere comprato in alcun modo, a meno di non accontentarsi di squallidi surrogati. Ecco qual’è la differenza.

            Al momento la rosa delle pietanze è ancora limitata, ma in espansione 😛

          • Francesca

            Ognuno ha un proprio “ideale”.
            Per fortuna il mondo è vario. 🙂
            Ma quello che ha cercato di scrivere Fully secondo me è in linea generale perchè forse non tutti gli uomini apprezzano quello che la loro donna fa tutti i giorni pur non essendo Wonder Woman……
            Credo ce ne siano molti ancora, purtroppo.

            Bravo, bravo, continua così.
            Piglia qualche cavia a caso, dopodichè potrai anche offrirci qualche prelibatezza! :mrgreen:

          • Vortexmind

            Se ci sono ancora uomini che si comportano così (se non peggio) è perchè ci sono donne che accettano di stare con questi uomini, se n’era già parlato in un articolo qualche tempo fa.

            Oh le “cavie” sono già state pienamente soddisfatte 😛

          • Francesca

            L’altro articolo era comunque una situazione estremizzata.
            Qui si parla della “normalità” (uso le virgolette perchè ognuno ha la proria visione di normalità, ma hai capito che voglio dire…), di vita comune e quotidiana.

            Credo che farebbero meglio ad apprezzare le proprie compagne ma forse hai ragione tu, la verità sta nel mezzo.

            Se le cavie non sono morte, direi che possiamo fidarci! :mrgreen:

          • Fully

            Ci provo.
            Che sia orgogliosa di quello che è molto più che di quello che ha
            Che sia capace di essere se stessa in ogni circostanza
            Che abbia fantasia ma sia capace di distinguere la fantasia dalla realtà
            Che sappia mantenere la propria dignità di persona
            Che sia grata al proprio destino di essere nata donna, la creatura più meravigliosa, complessa e necessaria che sia mai comparsa sulla faccia della terra

            Lo stupido che è in me

        • Comandante Nebbia

          questa è una questione estremamente seria.
          le donne si lasciano influenzare eccessivamente dalla stampa a loro dedicata.
          chissà perché tanta attenzione mentre le analoghe riviste maschili sembrano ridicole.

          • crimisia

            Perchè vengono bombardate ogni santo giorno da veline, pubblicità, film semiseri, giornali e non c’è bisogno che siano riviste femminili.
            Dobbiamo essere perfette.
            Fisicamente.
            A volte dobbiamo fingere una buona dose di “ocaggine” e mai fare un lavoro più interessante del partner.
            Ma credo che lo stesso stress lo subiscano gli uomini. Sono in aumento i bulimici e anoressici. Specie nei ragazzini.
            Possiamo pure scherzarci eppure già si sono fatti commenti nella questione di chili in eccesso per piacere ad un uomo un po’ di commenti fa.
            Eppure la vita smentisce ogni giorno questi luoghi comuni.

            L’amore è eterno finché dura.

  • Demonio Pellegrino

    Abbastanza d’accordo, anche se dissento su alcuni punti.

    Pero’ vorrei sottolineare una cosa: non e’ vero che all’uomo medio piaccia la donna steccolo proposta dalle case di moda e dalla maggioranza della pubblicita’. ci piace la donna in ciccia. Che abbia le sue belle forme da signora emiliana preparatrice di sfoglie di pasta…

    Incontri blogaioli

    • Pinocchio

      Ognuno ha i propri gusti:-)
      a me piace alta, magra, bel seno ma non troppo, intelligente, se più della norma meglio, ma la cosa che mi fa perdere la testa e non sò perchè è la classe che sprigiona:-)

    • simona_rm

      ” ci piace la donna in ciccia”

      …scusa demonio dove abiti?

      (questo è un apprezzamento travestito da tentativo di rimorchio!! 🙂 grazie a nome delle donne con “la merce”)

    • luminal

      Per (nostra) fortuna esistono ancora uomini che hanno questi gusti….
      anche se mi dai l’aria del marpione pecoreccio :mrgreen: ti ringrazio.

  • Laura Costantini

    Che tristezza, Fully.
    E la colpa, non ce lo nascondiamo, è delle madri che li hanno tirati su viziati ed egoisti. Le cattive abitudini sono facili da acquisire e difficilissime da estirpare. Mi piacerebbe pescare il jolly, un giorno, ma credo che farei meglio a dismettere ogni illusione. 🙁

    Da Twilight a Pepper&Cream: Seleya

    • Fully

      Ma no Laura…
      Di jolly ce ne sono: basta avere un po’ di pazienza e un po’ di fortuna 🙂

      Sai cos’è il difficile, io credo?
      Non tanto pescarlo, quanto riconoscerlo e tenerselo stretto…
      Io penso che alcune donne che un jolly l’hanno pescato non se ne rendano conto (forse per mancanza di termini di paragone?) e, per restare nella metafora, lo scartano.
      (La cosa vale anche per le donne, beninteso…)

      In bocca al lupo!

      Lo stupido che è in me

      • Francesca

        Che uomo saggio!! :mrgreen:

        Laura, credo che Fully abbia ragione.
        Ma credo tu sia abbastanza matura e intelligente per riconoscerlo.
        In bocca al lupo anche da parte mia! 😉

        • Laura Costantini

          Vi ringrazio per la fiducia ma, dati alla mano, o i jolly non bazzicano dalle mie parti (eppure sono una che si sposta parecchio) oppure io non sono in grado di riconoscerli. La terza opzione (che non ce ne siano più) me l’avete bocciata, quindi… :-((

          Carissimi,

          • Francesca

            Ti dico la mia: io l’ho riconosciuto a speranza quasi persa.
            Ma ci sono, sono perle rare, ma ci sono. 😉

            Poi magari tu sei una che mette soggezione…una donna brillante, intelligente, bella e indipendente……c’hai pensato?

          • Laura Costantini

            Cara Francesca, a me ‘sta cosa che una donna brillante e tutto il resto li faccia scappare a gambe levate non mi convince. Io trovassi un uomo brillante, intelligente, bello e indipendente lo agguanterei al volo. Non avrei paura del confronto, anzi.

            Carissimi,

          • Francesca

            ma tu, cara Laura, sei una donna…. :mrgreen:
            sai ora che valanga di offese mi arriva?? 😉

          • Francesca

            Tu dici? Forse hai ragione ma se così fosse, Intelligenti siete rimasti davvero pochi! :mrgreen:

            Attendo ringraziamenti per il “siete”. 😉

            Non credo sia un solo problema di intelligenza.
            Dipende anche da come sei cresciuto e da quanto sei macho.

          • Fully

            E’ mia opinione che un uomo *davvero* intelligente non si metta a fare classifiche di intelligenza. Semplicemente entra o non entra in sintonia. Io credo che l’intelligenza la si “annusi”, non la si pesi.

            PS: benvenuta tra noi 🙂

            Lo stupido che è in me

          • Laura Costantini

            Esigenti sì, comandante. Troppo presi dalla vita, no, non direi. E non credo che essere esigenti possa essere considerato un difetto. Ci sono persone che hanno moltissimo da dare, che sono conscie del proprio valore e che, proprio per questo, non vogliono accontentarsi. Lo dice anche il grande Liga che chi si contenta gode… così così 😉

            Carissimi,

          • simona_rm

            troppo presi dalla propria vita, significa “egoisti”?
            Non disposti a rinunciare alla propria libertà, autonomia, indipendenza ed al fatto che da soli si ha sempre ragione, perchè tanto non ti contesta nessuno?
            (allora sono “rapita” dalla mia vita, sono ostaggio di me stessa, mi chiederò un riscatto…..vediamo quanto posso chiedere..mumble…mumble… UN PERU’)

          • simona_rm

            “ma avere torto è divertente.
            specialmente quando qualcuno ti becca in castagna”

            ?????

            avere torto è bruttissimo.
            Essere presi in castagna è imbarazzante.

            uomo, tu hai strane perversioni…si vede che sei fatto per la vita di coppia.
            (infatti ho notato che stai corteggiando una certa Luna…auguri)
            🙂

          • simona_rm

            (infatti ho notato che stai corteggiando una certa Luna…auguri)
            ****scherzo*****
            è sempre meglio specificare, perchè ultimamente stoi facendo troppe gaffes

          • simona_rm

            (stoi=sto)
            ed anche troppi errori di battitura.

            Nell’essere “ingoiati” dai propri commenti, sembra di parlare da soli. Ha un che di spiralico…però è carino.

          • Francesca

            Buongiorno Comandante,
            se insiti ancora un pò ad importunare le donzelle ti becchi del marpione sul serio! :mrgreen:

  • Pinocchio

    BASTEREBBE UN 10 PER CENTO:-)
    Se fossi donna, uno così, non durerebbe neanche il tempo di aprire bocca.
    Peò è un buono spunto per dove la walt disney, di cui faccio parte, per un futuro cartone del supermaschio:-)

    • Francesca

      bhè la Walt Disney ha fatto moltissimi cartoni animati sessisti ed anche un pò razzisti.
      Pensa solo a Biancaneve o Cenerentola….

      • Pinocchio

        Ciao Francesca,
        ho riflettuto molto su questo post e credo di esser daccordo su tutto tranne che la signorina in foto fuma, beh gli toglierei anche la sigaretta costa e mi da un pò fastidio:-)

        A parte gli scherzi neanche la disney arriverebbe a tanto, forse son cose che si possono leggere su certe riviste specializzate del settore:-) così qualcuno le compra e ci pensa, di fatto, appena a rriva a casa e si permette di dire qualcosa le signorine indifese preparano le valigie e l’uomo “ganzo”gli dice: “dove vai” risposta no dove vai tu amore:-)

        • Francesca

          ahahahaha 😆

          Però Pinocchio guarda meglio, la signorina in foto è popodimenochè Sharon Stone. Non so se rendo….

          Daccordo con te sul fumo.
          Giorni fa ne abbiamo parlato un sacco qui su MC.
          (Sto iniziando a leggere un libro x auto-convincermi a smettere!)

  • carlo

    pregiudizi..scusa ma mi sembra di leggere un post di qualche sito di ragazzine, se volete emanciparvi dovreste fare discorsi piu seri di questo, anche perchè il testo mi ricorda una catena di san antonio che girava su internet.Inoltre potremmo rigirare pari pari quello che hai scritto per la parte femminili.

      • Francesca

        bhè Fully, non credo andrebbe molto lontana dalla tua di versione…
        Forse potremo femminilizzarla (si può dire?Mah..) con i Vs.difetti di uomini (in senso generico) ma dopo colpirebbe troppo sull’orgoglio! :mrgreen:

          • Francesca

            Sinceramente Adetrax non mi affido ai luoghi comuni.
            Fanno un pò perdere il senso della critica e non solo….
            Bisogna conoscersi prima….o non vale per gli uomini?

      • Fully

        Sì, Francesca, grazie per la precisazione.
        In effetti c’è bisogno che qualcuno me lo ricordi ogni tanto 🙂

        • Francesca

          ma che hai capito? :mrgreen:
          Lo dicevo per questa frase di Carlo “se volete emanciparvi dovreste fare discorsi piu seri di questo”
          Forse pensava l’avesse scritto una donna.
          Forse Carlo non sa che noi facciamo senza parlare troppo…questione di abitudine.
          Senti molto di più lamentarsi gli uomini che le donne nonostante la quantità di lavoro in una vita sia nemmeno da paragonare…

          • carlo

            propio facendo discorsi del genere, che non si avra mai la uguaglianza.Non posso sentire dire:”Senti molto di più lamentarsi gli uomini che le donne nonostante la quantità di lavoro in una vita sia nemmeno da paragonare…”.C’è chi nella vita uomo o donna che sia lavoro piu di un altro.Senti donne che si lamentano ed altre no, stessa cosa vale per gli uomini.

            Per me uomo, donna, altro colore altre nazione altro mondo sempre uguale li tratto, si chiama normalita’.Ma fin quando si continueranno a dire queste cose, oppure noi donne facciamo x, ma noi uomini facciamo y non cambiera’ mai niente.Mi e’ sembrato piu un post per dire”vedete ne….sono con le donne, sono un uomo capace di prendermi in giro e vedere i miei difetti.”Sfortunatamente non ho notato nessuna ironia su preconcetti.L’ironia e’ ben altra cosa

          • Francesca

            Si chiama normalità?Può essere.
            Ma se non vedi le differenze che per natura ci contraddistinguono non so che dirti.
            Forse al tuo fianco hai una donna uguale a te.

            Anche l’ironia….è questione di percezione.

            PS. non si avrà mai l’uguaglianza perchè non siamo uguali e non è certo l’uguaglianza che sta cercando la donna ma la parità dei diritti che è un’altra cosa.

  • filippo

    Io sono un uomo e anche se mi vergogno un po’ a dirlo, voglio una donna esattamente così, l’articolo quindi ha un suo fondamento.
    Non è stato puntualizzato che per l’individuo di sesso maschile la partner deve anche essere disinibita a letto, ma totalmente illibata prima di conoscerlo ed estremamente fedele.
    Il suo lavoro deve essere ben retribuito,ma sempre meno di quello del compagno.
    Per trovare una donna con questi requisiti però non bisogna avere fretta e bisogna aspettarsi molte delusioni.

    • simona_rm

      in bocca al lupo.
      Se ne trovi una così…portala al museo, perchè è da esposizione.
      😉

    • Demonio Pellegrino

      non sono assolutamente d’accordo sul fatto che debba essere illibata. Anzi, il contrario. Con piu’ esperienza possibile. Con dieci, cento, mille uomini, anche tutti insieme.

      Io, a trentacinque anni, di perdere tempo a insegnare a una cosa si fa a letto proprio non ne ho voglia. NOn ho mai sognato la vergine, neanche a 18 anni. Per cui le illibate le lascio ad altri.

      Incontri blogaioli

      • Francesca

        Guarda Demonio Pellegrino, non credo che esistano donne che abbiano da imparare dagli uomini sul sesso (non voelvo esagerare dicendo che abbiamo proprio poco da imparare da voi, semmai è vero il contrario!)…nemmeno se fossero illibate, fidati!

      • simona_rm

        io invece di quoto, ma NON TROPPO.
        Penso ci siano un sacco di “rintronate” in circolazione. Una mia amica ha dato il primo bacio a 35anni. E’ un estremo, lo so, non fa statistica e poi era un evidente caso di “nozioni base” mancanti. Però, mi rendo conto che possa mettere un uomo in…grosse difficoltà!
        Se però tu aspiri ad una donna….da 1000 uomini! Cavolo, è normale che poi su via salaria non si possa più circolare!! Per eccesso di prostitute! Qualcuno sta cominciando a pretendere sesso acrobatico e da quadrupedi! Una donna “normale” non ce la fa!
        (PS: leggi tutto con ironia, lungi da me scatenare la battaglia dei sessi)
        🙂

      • Adetrax

        Si e soprattutto che abbia una bella lista di malattie veneree …

        Per cortesia, capisco che è una questione storica ma le signorine sulla via della seta o sulla strada del sale hanno fatto il loro tempo.

    • Francesca

      sai che ora esiste anche la ricostruzione dell’imene?
      potrebbe essere una soluzione ai tuoi desideri… :mrgreen:

  • Francesca

    Io l’ho pescato e mi sento super-fortunata per questo.
    Certo a volte pure lui essendo anche cresciuto in un altro ambiente ha alcune pretese che tu descrivi ma le so’ accettare come lui accetta le mie. Pure noi non siamo mica Sante! 😉

    Come dice Laura la colpa purtroppo è delle generazioni precendenti in cui le madri (ci sono eccezioni) non sapevano imporsi per niente con i figli maschi.E tutti sono cresciuti con questa tendenza come cosa scontata.
    Guardate i paesi nordici o anche la Germania in cui a 20 anni te ne vai fuori di casa…

    Per me facciano già abbastanza e pure troppo a volte.

    Le donne che tu descrivi non credo facciano parte di questa generazione e forse nemmeno di questo pianeta.
    Sono tratte dal film “la donna perfetta” che alla fine erano robot.

    • gda

      @Fully
      provochi sapendo di provocare…Io vorrei un uomo così!
      ilSaprei farlo innamorare , sovvertendo le sue idee, trasformandomi nella “sua donna ideale”, con tutti i miei limiti…
      @Francesca
      Gli uomini (alcuni) continuano a credere che quel tipo di donna esista…e vanno a cercarsela nei paesi dell’Est. 🙂
      (illusi)

      Luna

      • Francesca

        ….o a Cuba!
        La parvenza della donna ideale esiste più là che da noi. Per alcuni versi sono ancora paesi in cui esiste un pò di machismo…ma una volta arrivate qui cambiano…eccome se cambiano! :mrgreen:
        Illusi (lo dico anch’io)

      • simona_rm

        approvo “illusi”. Approvissimo.
        (mi taccio perchè sul “bacino di approvviggionamento” dell’Est Europa potrei dire delle cose molto politicamente scorrette. E donne vs donne non si fa…pare che sia brutto…mah!)

        • Francesca

          donne vs donne:
          gli uomini la prendono per invidia e non normale critica come fanno pure loro!
          anch’io non condivido questa cosa….

          comunque le ragazze dell’est fanno bene ad approfittarsi di certi uomini che ragionano solo con la terza gamba.
          se riescono a sopportare il fatto di andare con una persona che non desiderano…

          • simona_rm

            è vero, succede spessissimo che la critica fatta da una donna ad un’altra venga fraintesa per invidia.
            Io invece non critico mai quelle che invidio. L’invidia mi ammutolisce. Quando una donna arriva a smuovermi l’invidia (è sempre più raro con gli anni), io la venero e la odio allo stesso tempo. E nel mentre taccio.

            Sul fatto che le ragazze dell’est facciano bene, non so. Sicuramente è bene per loro, che sfruttando le loro doti sperano di affrancarsi da un futuro incerto nei loro paesi. Approfittando di un uomo che le mantenga…mentre ne cercano uno che le mantenga meglio!
            Ho assistito spesso ad episodi del genere ed alla fine ne escono tutti infelici. Qualcuno trova l’equilibrio, qualcun’altro addirittura l’amore (pensa lui!). Ma sono pochissimi. Per lo più sono storie squallide che lasciano tutti più inariditi. E gli uomini che avevano creduto all’amore venuto (COMPRATO) dall’est restano feriti e diffidenti verso tutte le donne, anche dell’ovest. Si, concordo con Luna sugli “illusi”, solo che io li chiamo “cojoni” e mi fanno rabbia e tenerezza.

            Io devo avere qualcosa che non va! Perchè mi sento più spesso vicina agli uomini che alle donne, ma nel complesso sono piuttosto distonica…con tutto il genere umano (mi piacciono più le piante!…non sono normale).

          • Francesca

            a me piacciono più gli animali quindi non so chi è messa meglio! :mrgreen:

            Scusami però, è giusto che anche gli uomini si piglino qualche inc….ata ogni tanto, o no?
            Sul resto ti do ragione…la globalizzazione dei rapporti amorosi e non….

          • simona_rm

            credo che il CN pubblicherà qualcosa sulla globalizzazione amorosa. Ci sarà da divertirsi.

            :mrgreen:
            piante e animali battono essere umano
            (perfide…distoniche e perfide)

          • Francesca

            sì, l’ha promesso.

            Acide! 😉 Il complimento che sento più spesso verso le donne, se sono single, poi…

          • simona_rm

            vengono in Italia per esigenza. Per affrancarsi da terre e storie probabilmente senza grandi prospettive.
            Vengono per stare meglio. Punto. Tutti gli emigranti si spostano per questo. Così come i miei nonni se ne partirono dalla ciociaria.
            E’ un fenomeno naturale (che sono contenta esista, altrimenti gli umanisti non avrebbero un cavolo da studiare).

            Quello che non mi piace nell’atteggiamento di alcune ragazze dell’est è “l’attaccare il cappello” al primo che le mantiene, per poi passare ad un altro che reputano più promettente. E non vanno molto per il sottile, gli vanno bene anche sposati, ho visto famiglie sfasciarsi (…magari sarebbero saltate comunque, prima o poi…chissà), fatto è: che più merce c’è in giro, più il compratore desidera; è tutto questo “effetto mercato” che mi disturba…non a caso esistono dei cataloghi di ragazze.

            No, non tutte le ragazze dell’est fanno questo, perchè se lo possono permettere solo le più carine. Le non avvenenti, sono costrette a fare le colf o le badanti…..(però adesso che ci penso mia zia antonella si è separata proprio perchè suo marito se la faceva con la badante della madre….quindi sono rischiose pure colf e badanti).
            Non prenderlo come una generalizzazione, nè un pregiudizio (oppure prendila come vuoi, fai tu), però è un fenomeno che si è mostrato in tutta la sua evidenza negli ultimi anni e và guardato a viso aperto, da più punti di vista, il mio è solo uno di questi.

          • Comandante Nebbia

            è un argomento scottante questo,perché la maggior parte delle ragazze italiane, anche le più in gamba, quando se ne parla prende fuoco.

            q.e.d.

            ne dobbiamo assolutamente scrivere simo’, ne riparliamo. ok?

          • Francesca

            E non vanno molto per il sottile, gli vanno bene anche sposati, ho visto famiglie sfasciarsi (…magari sarebbero saltate comunque, prima o poi…chissà), fatto è: che più merce c’è in giro, più il compratore desidera; è tutto questo “effetto mercato” che mi disturba…non a caso esistono dei cataloghi di ragazze.

            Dai Simo, da te proprio non me lo aspettavo!
            Anche tu sei come quelli “che gli stranieri ci rubano il lavoro, le case e le donne/uomini?”

            Io non ci sto. Se le coppie si sfaciano è perchè non c’era più nulla a tenerle incollate, te lo dico io!

          • simona_rm

            ti volevo rispondere al tuo qui sopra, ma è finita la striscia dei commenti e non so come si fa ad aggiungerne uno in coda. (tu lo sai?)

            Comunque, a me gli stranieri/e non hanno mai rubato qualcosa.
            Sul lavoro penso che siano una forza produttiva indispensabile al paese, soprattutto per il futuro del paese. Gli starnieri li dovremmo importare non respingere (lo penso sul serio), ma questo lo ha capito solo Ichino e non il governo B IV.
            Per quanto riguarda il “furto” degli uomini, neanche. Non mi sento defraudata. E non sono neanche “infervorata” come ha avvertito il CN, ma purtroppo attraverso la scrittura il tono di voce non “passa”, così il mio commento può essere sembrato uno sfogo animato. Ma no. Questo argomento non mi infiamma, semplicemente mi deprime.
            Penso che dietro agli italiani che cercano compagne (fisse) all’estero, ci siano storie di solitudine ed incomprensione con l’altro sesso. Scegliere una compagna su un catalogo o per strada, non può risolvere la loro solitudine, può solo ingigantirla. Perchè dall’altra parte spesso, c’è una donna che “lo pesa”, pesa la sua possibilità di mantenerla senza problemi; senza costringerla a lavori umili o alla prostituzione. La solitudine da una parte e l’interesse dall’altra, non mi sembrano due presupposti “sani” per una unione (Ho ancora pregiudizi in merito a questo…sono orrendamente romantica…mi disgusto da sola..scusa).

            Il non essere direttamente coivolta in queste meccaniche (se non marginalmente, per una storia in famiglia), credo mi metta in un punto di osservazione privilegiato , abbastanza al riparo dai pregiudizi e dai luoghi comuni. Però, ripeto è solo un punto di osservazione e neanche del “problema”, ma dell’effetto di questo sui costumi contemporanei.

            Si, le coppie fragile si scollano comunque è vero. L’arrivo di donne dall’estero ha solo creato un motivo di sfascio in più, tutto qua (io ho sempre sentito di uomini che hanno lasciato le mogli per altre, ancora mai sentito di donne italiane che hanno lasciato i compagni per qualche straniero, ma sono certa ce ne siano. Purtroppo se non hai i mezzi del CNR per fare ricerca, devi accontentarti delle chiacchiere…da parrucchiere!)
            Baci

          • luminal

            Non è tanto il machismo (forse è il contrario, un proverbio russo diceva che “l’uomo russo è femmina due volte” e non per i classici luoghi comuni occidentali, credetemi…) ma semplicemente per stato di bisogno, che si traduce in condizioni economiche disagiate, o fuggire via da posti che non hanno un futuro. Molte donne hanno questa possibilità, e la sfruttano quando si presenta l’occasione, ma non sono molto diverse dalle donne occidentali, nè lo sono state.
            Anzi, in certi paesi dell’Est più fortunati (non dove sono nata io) le donne sono un pochino più emancipate di alcuni paesi occidentali, ma questo per ragioni e tradizioni storico-culturali (si pensi alla Repubblica Ceca, l’Ungheria, la Slovenia e i paesi baltici), che li accomunano molto più a paesi del centro europa che non a quelli dell’area mediterranea.
            Nei restanti paesi, compreso dove sono nata io, invece il livello di arretratezza culturale e di sessismo è intollerabile rispetto alla media Europea, lì ti do ragione, in quanto il modello sopra descritto di donna va a braccetto proprio con questo tipo di cultura, che a quanto pare, piace molto al maschio ricco occidentale… tanto è vero che è stato esportato… ed è stato molto utile, soprattutto a noi donne, da tutti i punti di vista…

            :mrgreen:

          • simona_rm

            piace molto anche al maschio povero occidentale, con l’unica differenza che non se le può permettere (e quindi gli procura frustrazione).

            Ci è stato utile, Vale?…sei ironica? Aiuto! Sto diventando vecchia per i doppi sensi, urge spiegazione!
            🙂

          • Francesca

            ti rispondo al tuo qui sopra.
            Dopo la spiegazione mi sento più vicina alla tua versione.

            Gli effetti li conosciamo già.
            Sarebbe come dici tu fondamentale capirne le cause.
            Una è sicuramente che vogliono la donna che li coccoli come noi e nemmeno loro (gli uomini) sanno più fare.
            Parlavo con mio marito proprio prima di questa cosa: gli uomini qui non sanno più innamorare una donna, non sanno corteggiare, non sanno essere carini e gentili.
            La donna straniera proprio perchè nella posizione meno forte accetta un pò tutto finchè può e finchè non trova di meglio, dopo li “manda a spendere” come qualsiasi italiana.

            Secondo me le differenze non ci sono.
            In fondo tutte desideriamo di essere felici con un uomo che ci apprezzi e che ci rispetti.
            Penso che siano desideri comuni a qualsiasi tipo di donna.

            Baci baci e ps. auguri, auguri!

          • luminal

            Claro, Zia….
            intendevo utile economicamente…
            grazie ai vari maschietti polli così frequenti in occidente, certe belle gnocche dell’est hanno campato intere famiglie…

            :mrgreen:

            intendevo forse dire, ironicamente, che una delle maggiori risorse nelle rimesse dei migranti dall’Est Europa son proprio le donne, che hanno saputo usare bene (per necessità e virtù) i migliori strumenti che Madre Natura ci ha dato, salvo poi trovare di meglio quando si presenta l’occasione, cioè trovare più affetto, Amore e soprattutto Rispetto, che è poi quello che davvero desideriamo….

          • Francesca

            un esempio banale.
            Cuba è povera e nessuno può permettersi (se li trovi) cibi precotti, surgelati o confezionati.
            Quindi la ragazzina aiuta la mamma a cucinare e dopo lo farà per tutta la vita.

            Per il resto le cubane che ho conosciuto io in linea generale sono molto più scaltre e sveglie che le occidentali che fanno tanto le emancipate e poi preparano ancora mutande e calzini all’uscita della doccia giornaliera del marito…. (lo dico perchè mia mamma lo fa da una vita ed è da una vita che discutiamo per questo)

          • Comandante Nebbia

            mia mamma ha smesso di farlo quando avevo 7 anni.

            eppure è una donna del sud.

            questione di carattere.

            (però ogni tanto mi prepara ancora da mangiare anche se sa che cucino meglio di lei, ma questo ha un senso psicoanalitico che non mi sfugge)

          • Francesca

            Grazie al cielo le donne non sono tutte uguali.
            Mia mamma non è così “materna” però nei confronti di mio padre c’ha ancora questa cosa che le deve preparare le cosine perchè lui non sa dove sono….capisci?!Robe da matti!

          • Francesca

            sì diciamo che hanno trovato il loro equilibrio e va bene così.
            Dopo 30 anni di matrimonio….!
            Cose d’amore…che dolce!

          • Pinocchio

            Secondo me se una persona vuole bene all’altra le gentilezze le deve fare, ma devono essere reciproche. E anche nel solo caso sia solo uno a lavorare il fatto di stare attenti a non pesare sull’altro non è solo questione che uno è stanco ma che gli dimostri qualcosa.

          • luminal

            Se si pretende una cosa del genere da una delle tanto desiderate donne dell’Est, ti assicuro, quello che si ottiene nella maggior parte dei casi è un poderoso calcio in culo (se non in altri posti più opportuni…) :mrgreen:

          • Francesca

            tu dici?Io non credo…anche da loro ci saranno le donne vecchio stampo.
            Considera l’età, mia mamma ne ha quasi 54, un’altra generazione.

            Da me il calcio in quel posto lo prende di sicuro con ste pretese!
            ma visto che il mio compagno mi conosce ed è intelligente non si sognerebbe mai di chiederlo.
            Anche perchè per fortuna è uno di quelli che si strias persino le camicie!

          • Pinocchio

            Ignorante in merito, ho sempre saputo o comunque la mia convinzione è sempre stata questa, che le donne dell’est si facevano il “culo” 🙂 e i mariti un pò fannulloni. Per quel che mi riguarda mia madre mi ha insegnato a far tutto e a 19 anni, quando son dovuto uscire di casa, ero autonomo. Quello che non mi piaceva fare era solo cucinare.

  • ff

    Scusa, ma più ci penso e più credo che tante volte non siamo noi uomini a non capirvi, ma siete voi donne che vi fate troppe beghe mentali.
    Ho letto un commento intelligente (di una donna, strano 🙂 ) che parlava di settimanali femminili. Ha colto nel segno. Purtroppo c’è un bombardamento di stereotipi anche nella televisione. Le “casalinghe disperate” della serie tv sono in realtà appartenenti alla upper class borghese americana, che non rispecchia assolutamente la realtà proletaria italiana. Purtroppo il termine proletario è passato di moda, ma non è che siamo spariti!!!
    C’è una sorta di red shift ( http://it.wikipedia.org/wiki/Red_Shift ) tra la vita reale e i media. Nei serial televisivi fanno tutti lavori alla moda, vivono situazioni assurde, vanno più spesso dallo psicanalista che al supermercato. Immaginate Ross della serie “friends”. Fa il paleontologo!?! Ve lo immaginate un paleontologo precario in Italia?
    Ho divagato, ma scusami, non pensare che un uomo ti voglia perfetta, fai tabula rasa, fregatene e pensa che in fondo in fondo basta una carezza al tuo lui e anche una casa in disordine appaia una reggia. Hai parlato di tutto, ma non hai parlato di affetti, di amore. Io credo ancora nei sentimenti, anche se sono tempi bui. Sotto un cielo di ferro e di gesso l’uomo riesce ad amare lo stesso.
    Avvertenza: Questo commento è pervaso di ironia. Capire l’ironia è segno di intelligenza.

    • Francesca

      Scusa, ma più ci penso e più credo che tante volte non siamo noi uomini a non capirvi, ma siete voi donne che vi fate troppe beghe mentali.

      Questo è verissimo ma è dovuto dalla ns.sensibilità che è molto diversa da quella degli uomini.
      In più noi vorremmo sempre piacervi e accontentarvi ma non è semplice come dirlo per tutti i punti elencati nell’articolo.

  • La Donna Cannone

    mah, è un elenco simpatico di luoghi comuni, e forse rispecchia una parte diffusa di mentalità, ma al di là del gioco, credo sia il caso di svincolarsi dal teatrino dei ruoli. Per fortuna esistono uomini intelligenti e svincolati da questi pregiudizi. E le donne, cosa si aspettano – banalmente?
    Il macho cattivo bastardo che strappa il cuore e fa soffrire? il bello e impossibile? l’idraulico sporcaccione?

    Come sarebbe più bello vivere con più autentica fantasia, pensare che esistono 600000000 di modi per inventarsi la vita e quindi non ha senso chiudere nessuno in gabbia nè tantomeno castrarsi

    ossequi e osselì

    buon compleanno, mattacchione

    • Francesca

      Ci sono donne che aspettano ancora il principe azzurro sul cavallo bianco, veramente….

    • Francesca

      Secondo me hai centrato il punto.

      Questione di pazienza e sopportazione a vicenda, sempre.

  • simona_rm

    @fully

    molto ironico (perchè fondato su grandi verità)
    molto ambiguo (perchè ribaltabile)
    …ma molto illusorio (perchè i jolly so’ FINITIIIIII!)

    Bravo. Ora non arrossire di più o serve il foille.

  • La Donna Cannone

    Questione di essere se stessi.
    La fregatura deriva proprio dall’incantenarsi a favole e idealizzazioni.

    @Oris: “Pazienza e sopportazione” ? … pare un martirio! manca solo il cilicio!!
    E la passione? il sorriso, la curiosità, la fantasia? la voglia di scoprirsi? e di giocare – interpretando 100 ruoli, non per ingannare, ma per complicità ….

    buon compleanno, mattacchione

    • Oris

      Beh, se questo è un post serio lo dovevate scrivere 🙂

      Non mi pronuncio, queste ritengo siano cose che ci posiamo limitare a vivere 😉 , senza cercare le spiegazioni.

  • Stella d'Oriente

    Hehe! Credo anche io che ancora oggi ci siano molti (moltissimi) uomini che la pensano in questo modo. Per questo mi ritengo molto fortunata, perchè sono più che sicura di aver pescato un jolly coi fiocchi (sìsì, ha anche il cappellino con i campanellini in testa! :D)! Da come la vedo io la nostra storia, ognuno di noi riconosce le esigenze dell’altro e sa essere amico/amante nel momento giusto! Quindi, sono d’accordo sul fatto che l’articolo sia ribaltabile, ma, vi assicuro, è possibile anche trovare l’uomo perfetto ed essere perfette per lui!!!! (almeno, spero di esserlo!!!).

    • Stella d'Oriente

      Unico neo all’inizio dell’articolo: si scrive “qual è” (senza apostrofo!) :p

      • Fully

        Ringrazio per la cortese segnalazione. Mi sia tuttavia consentito di rammentare che la questione grammaticale è alquanto controversa.

        L’Accademia della Crusca non ha dubbi e propende per la tesi da lei rappresentata.
        “Ancorché la grafia «qual’è» non abbia mai ammazzato nessuno – anche perché non comporta alcun cambiamento di pronuncia -, essa deve considerarsi (ed è a tutt’oggi considerata) errata perché «qual» è un troncamento (o apocope) di «quale», non un’elisione”

        Secondo altri, invece, la disputa se si debba scrivere qual’è o qual è non è risolta né dalle grammatiche, né tanto meno dalla letteratura.
        Sono per l’apostrofo, fra gli altri, Federigo Tozzi, Mario Tobino, Tommaso Landolfi, Paolo Monelli, Bonaventura Tecchi. Non apostrofano invece Vasco Pratolini, Giuseppe Berto, Alberto Moravia, Goffredo Parise, Libero Bigiaretti.

        Sul punto una deliziosa serie di considerazioni qui:

        http://www.mauriziopistone.it/testi/discussioni/gramm01_qual.html

        • Oris

          Ma davvero c’è gente che perde tempo su ‘ste cose?

          Che tolgano la “u” dopo la “q” allora, che ha più senso.

        • Stella d'Oriente

          Non volevo scomodarla Prof. Fully 😉

          Ad ogni buon conto, le notificherò qualora dovessero ripristinare l’apostrofo. Per ora continuerò a considerarlo un errore! 😛

        • simona_rm

          about me:

          sono giusti entrambe, sia apocope (di natura più poetica, ma assorbito dalla prosa), che elisione. Sono formalmente ineccepibili, credo che la versione più diffusa sia “qual è”…ma non mi sono mai soffermata a contarli!

  • Adetrax

    Ah, ecco, dobbiamo aggiungere Sharon in versione pre “mezzo-secolo”, senza dimenticare il rompi-ghiaccio a punteruolo che assieme al trincia-polli è quello che ogni uomo sogna.

    L’uomo vuole ancora una seconda mamma per sè …

    No, questa no ! L’aspetto mammesco è assolutamente repellente (almeno per me).

    Aggiungerei che non deve essere irragionevole e/o con cattivi propositi; se c’è una cosa che non sopporto è la spregiudicatezza fine a se stessa.

  • Francesca

    la donna ideale per l’uomo deve essere anche un po’ uomo

    vero, deve avere due palle….. :mrgreen:

  • Comandante Nebbia

    E interessante notare, dal punto di vista scientifico, come questo divertissement estivo senza eccessive pretese abbia scatenato tante reazioni e fatto uscire fuori tante questioni.

    Qualche considerazione

    Continuano a scriverci che MC è troppo seriosa, soprattutto per il periodo. Poi,quando scherziamo un po’ non va bene.
    Se volessimo fare 20000 accessi al giorno basterebbe parlare e scrivere solo di certe cose. Per fortuna che non viviamo di pubblicità e possiamo fottercene.
    10000 accessi ci bastano

    • Adetrax

      divertissement estivo senza eccessive pretese

      Beh, insomma, con la foto di Sharon in scarpette rosse mica tanto, voglio dire che era impossibile non notare il pezzo.

      20.000 accessi ? Ma quelli si fanno con un po’ di commenti tipo “lingua a strascico”, volendo fare pezzi del genere un po’ più pepati si arriverebbe facilmente a 200.000 (sapete com’è il passaparola).

      Concordo però sulla conclusione, meglio pochi ma buoni.

    • simona_rm

      “10000 accessi ci bastano” (ora stai facendo il fanatico)

      Comunque ci stavo riflettendo anch’io: quando fully scrive di GigaWatt, siamo sempre i soliti 4 gatti, invece quando ti apparecchia la guerra dei sessi….eh?
      (abbiamo bisogno di ferie)

    • Oris

      Beh, di bar dello sport ce ne sono a bizzeffe, anche in rete. 😉

      MC credo sia più simile a un salotto.

      O forse a una sala per terapia di gruppo… si meglio.

      Il difficile è farla rimanere tale, non trasformarla nel “solito”.

      Per ora ti è riuscito mi pare…

      • simona_rm

        “terapia di gruppo” mi sembra perfetto.
        (ci costringe ad ammettere che siamo tutti un po’ psicotici)

        • Oris

          Io ti invidio la conoscenza della fisica…. mi sono letto tre o quattro libri di hawking, qualche libro in qua e là di altri autori che non ricordo.
          uno mi piace un casino: l’auto-organizzazione dell’universo, lo studio del caos passando dalla meccanica quantistica e arrivando alla religione… in pratica il caos secondo il libro sarebbe la forza generatrice dell’ordine, quasi rovesciando la 2°è legge aumentando il grado di complessità… un libro speranzoso… anche se forse molto più vicino a Focus che a uno studio serio.
          Ho letto anche la teoria della relatività, edizione divulgativa da ragazzo… non c’ho capito un “h” o quasi… credo di aver amato i post che riproponi in chiave allegorica su mc.

      • luminal

        Come sempre, sei fin troppo gentile….
        io, che sono più diretta, a terapia di gruppo avrei preferito “gabbia di matti” (e per me, è un gran complimento 😉 )

  • Adetrax

    Si è sempre detto che all’uomo piace la donna oca.

    Oca per un’avventura mordi e fuggi, non certo per un progetto serio.

    Ah, dimenticavo: la donna ideale per l’uomo deve essere anche un po’ uomo.

    Donna barbuta, sempre piaciuta … oppure seconda opzione, così risparmia all’omungus le avventure con i trans.

  • ff

    Per me all’uomo piace la donna “donna” e alla donna piace l’uomo “uomo”.
    Se il mondo è sempre andato avanti così, ci sarà un perché. Non è questione di sessismo o di altro ismo, è una questione naturale, come il gallo che ha la cresta e la gallina fa le uova. Questo non deve significare che la donna deve essere schiava e non debba lavorare o altro, significa che siamo attratti naturalmente verso un certo stereotipo per istinto, come le oche di Lorenz. Anche i difetti dell’altro sesso ci piacciono e non ne possiamo fare a meno. Non mi piacerebbe affatto che la mia donna si comporti come il mio migliore amico. Con quest’ultimo ci posso giocare a calcetto, ma non di più…
    Naturalmente detto questo, quello che ci fa diventare giusti è usare l’intelligenza e trattare l’altro come proprio pari. Per il dismorfismo sessuale invece non possiamo farci nulla.

  • Monica

    Volevo riservarvelo per un’occasione speciale, ma forse un’anteprima non guasta.
    Seguite questi link:
    http://s225.photobucket.com/albums/dd268/tuttoesiste/th_CopertinaVanity.jpg
    http://s225.photobucket.com/albums/dd268/tuttoesiste/th_Dettaglio_Vanity.jpg

    Dopo aver osservato l’immagine, letto attentamente la didascalia, notato la punteggiatura e l’uso del maiuscolo piuttosto che del corsivo, proviamo a rispondere alla seguente domanda: – “Ma se invece di voler fare la Mamma avesse voluto conquistare il nobel per la Fisica, lui, il figlio MASCHIO, sarebbe stato sfortunato?”.

    A mio avviso l’articolo molto ironicamente riporta una sequenza di immagini stereotipate, riconfermate da vari media, che programmano in maniera “innaturale” e votata all’infelicità uomini quanto donne.

    Cercare di essere perfettamente di gomma può essere frustrante quanto cercare il cercare una donna di gomma perfetta e finire con lo sperimentare che non esiste perché si buca ogni volta!

    • Comandante Nebbia

      ok Monica, non fare troppe anticipazioni
      😉

      Il tuo pezzo lo mandiamo un po’ più in la per non sovraccaricare l’argomento.
      prepara già la continuazione, ok?

  • CogitoergoVomito

    La donna cuoca-mamma-amica è un sogno. Per tutti gli uomini.
    Il problema sorge però quando per una donna l’unico sogno è diventare cuoca-mamma-amica di un uomo.
    Parliamoci chiaro: se vogliamo ambire ad un futuro migliore, con qualche speranza in più per i nostri figli, la nostra ambizione deve essere una donna più ambiziosa, dovrebbe nascere ogni giorno una futura rita levi montalcini e non una futura casalinga.

        • Francesca

          Fai bene. finchè sei giovane prova tutto quello che ti pare così alla fine puoi tirare le tue conclusioni e al limite, “accontentarti”! 😉
          Per questo c’è sempre tempo a disposizione….

          • CogitoergoVomito

            hai sempre dei buoni consigli per me! grazie 😛
            allora una buona mamma e una buon amica lo sarai sicuramente..dovrei vedere ai fornelli come ti comporti..hihihi

            CogitoergoVomito post:

          • Francesca

            ecco….ai fornelli ho ancora un pò di problemi!Amica spero di esserlo, mamma non so ancora, incrociamo le dita! 😉
            Grazie mille….ma il mio livello di “saggezza” spero si possa alzare ulteriormente.
            Per il momento ho solo un pochino di esperienza da quasi trentenne cioè non molta. 😉

      • Konko

        Magari fossimo fermi a quando una famiglia si poteva permettere di campare con il solo stipendio di lui!

        E le donne erano angeli del focolare, cuoche, casalinghe, ma soprattutto potevano (per il motivo di cui sopra) dedicare il loro tempo al ruolo in cui diventano degli esseri sublimi e superiori : MADRI.

        Invece ora la nostra vita è diventata una gara tra uomini e donne, senza obiettivi comuni, perché non te li puoi permettere : e non ci riproduciamo più.

        La razza bianca si estinguerà e verremo sostituiti da cinesi ed indiani … pazienza, speriamo solo che siano più furbi di noi!

        • Francesca

          Mah…le donne erano anche molto più dipendenti dall’uomo.
          L’autodeterminazione della donna non era concepibile.

          Ci vorrebbe un equilibrio che è difficile da raggiungere per la poca considerazione dell’uno e dell’altro.
          Ma non è impossibile.

          Ps. un piccolo appunto: le razze non esistono e non perchè lo dico io, lo dicono gli studi.

  • Fully

    @lameduck
    sono lusingato di aver fornito spunto al pezzo che ho letto sul tuo blog, che ho letto con divertito interesse e con il consueto piacere per il modo sopraffino in cui è scritto
    (non sono riuscito a lasciare un saluto lì per problemi di firewall)

    Lo stupido che è in me

  • lupoalburnino

    A quale uomo non piacerebbe averla come nella foto, a parte il resto!
    Anche a me farebbe un gran piacere per altri motivi.
    Nella Bibbia c’è un episodio che riguarda Davide.
    Davide non aveva avuto figli maschi, solo femmine. La moglie Sara (!?) era ormai in età avanzata, ma anche lui ormai…
    La tribù era preoccupata. Chi avrebbe continuato la dinastia? E pregava il Signore: ” Come siamo sfortunati. La nostra stirpe finirà con il nostro patriarca. Signore, non ci abbandonare”.
    Dall’alto, improvviso, si udì un tuono e nel tuono una voce:
    “Mettetegli accanto una diciassettenne e lo riscalderà…”
    Così fu fatto e Davide ebbe l’erede maschio.
    Non mi chiedete se ho l’erede maschio.
    Non ce l’ho e mia moglie non può più darmelo.
    Mi andrebbe proprio un erede maschio, ma la voce dall’alto non l’ho sentita…

  • lupoalburnino

    Ma insomma non si può nemmeno scherzare!
    Anch’io ho comperato le barbie alle mie figlie: piacevano anche a me, perchè con un volo pindarico di fantasia o virtuale vedevo mia moglie come barbie e vi assicuro che andava bene anche per lei…
    Hai ragione, Adetrax, “l’allupamento” non ha età. Non è che hai fatto riferimento a me per via del lupo?
    Il CN ha visto giusto. Il Buon Dio sa quello che fa: a me non ha parlato!
    Però, la barbie in fotografia…

    • Adetrax

      “l’allupamento” non ha età. Non è che hai fatto riferimento a me per via del lupo?

      Ovviamente si, quando si include una frase come questa:

      Mettetegli accanto una diciassettenne …

      … è inevitabile 🙂

        • lupoalburnino

          Dopo tanti anni sulla groppa e tante delusioni la mia risposta non può essere ironica.
          L’amore è eterno finchè dura!
          Apporterei una piccola correzione: l’amore dura finchè c’è attrazione fisica. Poi si cerca un nuovo amore che all’inizio si dice essere eterno perchè l’attrazione fisica travisa la mente, il cuore e il resto, poi …si torna daccapo.
          Ho torto, vero? O sono troppo prosaico? O le mie esperienze, modeste in verità, sono state tutte negative?

      • lupoalburnino

        Una diciassettenne proprio no! Mi vuoi mandare in galera?
        Stamattina a mare sono stato in mezzo ad un gruppo di signore dai trentacinque ai cinquantanni. Tutte gurdavano il bagnino con gli occhi fuori dell’orbita, facendo anche apprezzamenti di un certo tipo. Insomma lo guardavano dappertutto. Senza tenere conto della mia presenza. Tanto il lupo qui ha raggiunto la pace dei sensi. Io personalmente nel bagnino non ho visto tutto quello che vedevano loro. Meno male!
        Perchè ho raccontato questo episodio? Perchè le donne sono allupanate come gli uomini.
        Siamo noi che ci diamo la croce addosso: loro no!
        Adretax, lo dicono, lo fanno e chi si è visto. si è visto!

  • Lucifero

    sara ..io sano l’unico che lava stira e butta la spazzatura :).. e all’occasione mi vesto da pompiere :XD

I commenti sono chiusi.