L’Italia Dichiara Guerra alla Spagna. Dopo Averla Dichiarata a se Stessa 5


Molti hanno l’impressione che la Spagna, in questi giorni, abbia attaccato a tradimento l’Italia. Una specie di Pearl Harbour mediatica che ha colto di sorpresa la nostra flotta alla fonda nel porto di Taranto.
In realtà le schermaglie sono iniziate prima. Forse il primo colpo l’ha sparato proprio il Silvione nazionale con quella specie di arma impropria che è la sua linguaccia impertinente.

psichiatra.jpg

E’ di ieri la notizia che Bibiana Aido, ministro spagnola dell’Uguaglianza, si è offerta di pagare uno psichiatra al nostro presidente del consiglio a causa delle affermazioni fatte il 16 aprile scorso quando, non ancora in carica, Berlusconi pensò bene di portarsi avanti con il lavoro iniziando subito a fare brutte figure.
Non avendo ancora capito che le cose dette al bar con gli amici non sono necessariamente adatte alle conferenze stampa, in quell’occasione Silvione ritenne opportuno sottolineare che, nel neo formato governo Zapatero, l’elevato numero di donne nominate avrebbe reso le cose “difficili da gestire“.

Il messaggio è che la Spagna non è impazzita tutta in una volta. Anche se non ce ne rendiamo conto, la televisione e i giornali ci fanno sapere e vedere le cose che vogliono.
Quanti di noi sapevano che il nostro presidente aveva detto che il governo spagnolo è difficile da gestire perché ci sono troppe donne?
Le donne italiane lo sapevano?
Negli ultimi tempi la Spagna ci umilia in molti settori. Sarà arrivato l’ordine di attaccarla mediaticamente.

mentecriticanet-cannone-rai1.jpg

Ieri, a Canale 5, trasmettevano un programma che si chiama “Terra“. Hanno parlato de primario assunto dall’ASL di Isernia nonostante le tre condanne per omicidio.
Non una parola sul fatto che è stato assunto da Iorio (governatore del Molise – Forza Italia) e che il vice del primario è figlio di Iorio. In Italia i giornalisti che fanno quel programma li consideriamo bravi e vincono anche premi.

Nel frattempo la Rai progetta di spostare il pacchetto informativo del Tg3 della seconda serata a notte fonda, per far posto ad una striscia satirica.

In cinque anni ci sarà il tempo per fare in modo che il punto di riferimento dell’informazione italiana si sposti da Montanelli e Biagi a Greggio e Iachetti. Basta lasciare a Berlusconi ed al suo governo il tempo per lavorare.

Il pezzo è stato fisicamente redatto da Comandante Nebbia sulla base degli appunti proposti da Marco il Buono.


Informazioni su marco il buono

Avevo proprio bisogno di un luogo per esprimere il mio punto di vista, anche perchè difficilmente M. Costanzo mi inviterà nel suo salotto fra amici e grandi fratelli.


5 commenti su “L’Italia Dichiara Guerra alla Spagna. Dopo Averla Dichiarata a se Stessa

  • Sara

    Che tragedia, e la cosa sconvolgente è che anche la carta stampata sta seguendo le orme della tv. Da paese “parzialmente libero” passeremo a paese “non libero”. Non sapevo niente delle donne difficili da gestire.
    E l’altra cosa grave è che ormai anche i programmi di approfondimento informano a metà, e tra l’altro hanno anche il fantastico effetto di lasciare a posto le coscienze di quelli che si devono sentire liberi, alternativi e informati. Insomma, uno sfacelo totale, imploderemo, aspettando un nuovo civile big-bang.

  • lupoalburnino

    Come far passare le notizie nude e crude come succede nei paesi veramente liberi? Ho scritto qualche tempo fa una lettera a “Il Mattino” di Napoli in cui mettevo in evidenza come anche i giornalisti, piano piano, avendo avvertito l’aria che spirava, si stavano spostando nella direzione del vento, tranne pochi in verità. Ma aspettiamo ancora un pò…E spiegavo anche la metamorfosi, dicendo che la pagnotta, in buona sostanza, è cara a tutti. Poichè in Italia i mass media sono aggiogati al carro della grande industria e l’imprenditoria è nelle loro mani, in massima parte, non si può pretendere dai giornalisti di avere più coraggio di quanto possano sopportare. Ma poi siamo sicuri che gli italiani vogliano le notizie nude e crude? Alcune si, vengono anche date se non disturbano troppo il manovratore. Per cui tutto quello che fa e dice Berlusconi è giustificato perchè lui scherza…Ricordo la ragazza che fu offerta al figlio (una donna italiana): “Il cavaliere è sempre così: scherza ed io gli voglio bene”. Grosso modo! Noi italiani siamo buoni. Le donne sono buone! Quelle del governo buonissime e, quindi, gestibilissime anche perchè poche. In ogni caso in fatto di donne Berlusconi ha buon gusto. Se bastasse…

  • Marco Bastianello

    L’uscita della ministra (com’è brutto, ma se dico il ministro le femministre mi sbranano) spagnola è delicata quasi quanto quella del Silvione sui Kapò di cui ancora il popolo italiano si spera serbi memoria. Certo che non è che neanche il cavaliere ci vada sul leggero perchè disse la stessa cosa a proposito dell’intera classe dei giudici (lui, laureato in giurisprudenza).
    Gli unici che ci guadagnano qui sono gli psichiatri e psicologi, già presenti in ogni programma tv stile “giovani, sesso e violenza” che si rispetti.Sempre più simili al al prezzemolo 😀 …
    Comunque sia anche io ho avuto l’impressione che sia partito una sorta di attacco mediatico alla Spagna…
    Se motivato o meno non lo so, ma la cosa mi rattrista comunque.

  • Iniquo

    Due Italiani su tre non leggono mai ne’ giornali ne’ libri, quindi ogni loro opinione si forma con la televisione.
    Ci stupiamo che il parlamento sia pieno di nani e ballerine? Ci stupiamo degli assalti agli zingari, ai trans che si usano in privato e si disprezzano in pubblico?
    Siamo uno dei paesi più ricchi del terzo mondo, non stupiamoci quando verremo duramente censurati dall’Unione Europea e dal Consiglio d’Europa per qualche legge dal sapore autoritario.
    Il dubbio è su cosa ci racconteranno i media…

I commenti sono chiusi.