Lettera aperta alla Fornero: lei mi fa orrore! 65


“Non si può dare il salario minimo agli italiani, o si siederebbero a prendere il sole e mangiare pasta al pomodoro” (( vedi Robecchi ))
In linea di massima, illustrissima signora Ministro Fornero, sono d’accordo con lei. Forse l’unico punto che mi lascia scettica è la scelta degli ingredienti. Fossi stata in lei, e nelle catene d’oro che ama mostrare peggio di una Maria Antonietta con meno classe e più supponenza, avrei detto: “Non si può dare il salario minimo agli italiani, o si siederebbero a prendere il sole e mangiare pasta al caviale a 180 Euro il piatto.”
Quanto ha ragione signora Ministro!  E che bello, finalmente, sentire in Italia un ministro che parla con cognizione di causa. È vero, troppi ne abbiamo visti di italiani abbronzati anche a Febbraio, col muso ancora sporco di pomodoro e aragosta, venire a parlarci di carestia e sacrifici. Immagini cosa sarebbe questo nostro paese, se per assurdo a tutti fosse garantito di poter vivere esattamente come fate voi, parassiti ingrassati e pur sempre affamati.
Lei vede lontano, signora Ministro, e questa volta ha visto bene, e le riconosco il coraggio della sua arroganza. Lei sa di cosa parla, perché non passa giorno che lei si renda conto di quanto male ha fatto al nostro paese garantire a pusillanimi come voi di poter passare sui nostri cadaveri restando pressoché impuniti. Ogni giorno, dinnanzi ad un nuovo avviso di garanzia, o di un’inquisizione, gli italiani col muso ancora sporco si chiudono a riccio proteggendo il loro sodale che rischia il fastidio di anni di tribunali, per i tempi delle prescrizioni giudiziarie che sono ancora troppo lunghi, e che impediscono di vivere i frutti del proprio lavoro con la dovuta serenità.
Ha ragione signora Ministro. Sarebbe un paese morto il nostro, se si desse ad un lavoratore qualunque, la possibilità di stare in piedi o di sostentare la famiglia senza dover rubare, se tutti avessero un tetto sopra la testa, se le banche prestassero i soldi senza tassi da usura agli imprenditori che altri imprenditori hanno ridotto alla fame. Quale paese potrebbe mai sopravvivere in regime di giustizia sociale?
Ci sono già troppi italiani che hanno approfittato del salario garantito, e per giunta non sono stati nemmeno riconoscenti, non hanno saputo accontentarsi. Hanno dovuto rubare tutto ciò che era possibile rubare, a volte anche a loro insaputa, perché la crisi fa paura più ai ricchi che ai poveri – come disse un suo collega – che i poveri, ci sono già abituati alla povertà. I ricchi avrebbero troppa sofferenza e difficoltà di adattamento alla condizione normale.
Sarebbe bello e umano che lei si vergognasse, ma non è contemplato in questo nostro tempo in cui nessuno, alla fine, le taglierà la testa come la storia insegna e la civiltà – la nostra e non la sua – proibisce. Se le fosse una donna, un essere umano o una persona, con la memoria dei morti che il vostro sterminio ha mietuto e miete quotidianamente, andrebbe in un supermercato a guardare la gente che guarda gli scaffali; le donne che prendono in mano un prodotto e lo ripongono, pensando che in fondo si può fare a meno anche degli spaghetti, illudendosi che al fine se ne avrà agio dimagrendo, ed essendo pronte, d’estate ad andare a prendersi un po’ di sole, che almeno è gratis se non hai la stupidità di pagare per avere un po’ d’ombra da un ombrellone affittato.
Sono orgogliosa di non aver ceduto nemmeno per un attimo alla compassione, davanti alle sue lacrime egocentriche, date dall’emozione di essere davanti a una telecamera, con l’ansia di apparire perfetta stretta nel suo collare d’oro, addobbata come un albero di Natale dai suoi orecchini di diamanti. Lei mi fa orrore: è solo un sicario, pagata dalla mafia dello stato per ultimare lo sterminio che quel verme che vi ha preceduto non ha avuto il coraggio di perpetrare.
Mi piacerebbe finire inneggiando a Piazzale Loreto, ma non lo farò perché ho rispetto di tutti i Partigiani che hanno lottato e sono morti per consegnarci uno stato democratico che noi, colpevolmente abbiamo consegnato alla feccia come voi. Non siamo degni di Piazzale Loreto. Quel che le auguro, signora Ministro, è di arrivare a conoscere una vita di stenti, di non sapere come mettere insieme il pranzo con la cena, e di guardare sua figlia negli occhi con la disperazione che dà sapere di non poterle più garantire un futuro.

Informazioni su Rita Pani

Rita Pani è nata a Carbonia (CI) il 4 Ottobre 1964. Ha collaborato nella redazione giornalistica di una piccola televisione sarda. Ha partecipato a diversi laboratori di scrittura creativa e collettiva prediligendo il racconto breve, ed ottenendo la pubblicazione di alcuni di essi e di alcune poesie, su qualche rivista tematica e in un’ antologia. Ha lavorato presso l’ufficio stampa di una Onlus, impegnata nella promozione e nella divulgazione informativa sulle energie pulite e rinnovabili, e tutt’ora collabora con la Casa Editrice di musica classica “ClassicaViva”, come addetta stampa. Nel 2007 ha pubblicato il primo romanzo “Luce” con la Gammarò Editori di Sestri Levante, nel 2008 il secondo “Vite di vetro” e nel 2009 “Quell’amore alla finestra – Storia di Tello e Dora”, con la stessa Casa. Con la Epika Edizioni "Lo sguardo di Hermes". Da dieci anni scrive il Blog R-ESISTENZA, molto seguito, prediligendo le tematiche politiche, da cui ha tratto una Raccolta scaricabile da Web. Da novembre disponibile l'ultima pubblicazione "Quattro alberi di magnolia" di Epika edizioni.

65 commenti su “Lettera aperta alla Fornero: lei mi fa orrore!

  • Doxaliber

    Senza parole. Per fortuna ormai questi Ministri “unti dal signore” non li ascolto più.

  • Supermoz Mozzico

    una persona dotata di un briciolo di etica.. umanità..lungimiranza.. e buon senso.. non può che condividere questa lettera…

    la frase della fornero è la frase del peggior bar italiano!!!
    fa vomitare…

  • Giuseppe Sangerardi

    non si può dare il salario minimo agli italiani………..
    e fino a quì ho pensato al solito sermone politico(scusate se non sapevo delle dichiarazioni della suddetta…….)ma quando ho letto il resto della frase mi son venuti i brividi………
    …………………………………..
    cara signora pani uno dei post più belli che ho mai letto

  • Roberto

    Mi associo anche io, brava Rita… il popolo, cioè noi, non abbiamo scelta o diventiamo schiavi o li cacciamo via tutti… questi ci vogliono fare ricostruire le piramidi pagandoci con un pò di salsa di pomodoro.

    saluti
    Roberto

  • roberto

    No, non sono d’accordo: piazzale Loreto se lo meritano berlusconi, monti, fornero, passera, napolitano, casini, fini, bersani, bossi, marchionne, ecc ecc. e finché non cominceranno a pagare sul serio le loro colpe, noi lavoratori e pensionati continueremo a soffrire.
    basta buonismo del cax.xo, chi ci affama deve cominciare a pagare davvero.

  • Alberto

    Brava! Condivido pienamente, in particolare l’augurio finale. Questa “signora” dovrebbe vergognarsi di esistere.

    Saluti

    Alberto

  • Marco

    Questi politici Falliti sono tutti da mandare a casa in quanto la colpa della situazione in cui ci troviamo è solo la loro. Gli paghiamo buste paghe d’oro per la responsabilità che hanno nei nostri confronti e loro ci ripagano con la crisi.
    In un paese democratico, CHI SBAGLIA PAGA e soprattutto per la responsabilità pubblica che si ricopre…invece quello che sta accadendo è che questi politici niente pagano e pure pretendono di mantenere anche la poltrona!! Il minimo che possiamo fare è veramente mandarli tutti a casa!!!…anche se questi signori in tutti questi anni, si sono costruiti abilmente trincee legislative ad hoc. Euro 1500 busta paga per un operaio specializzato, Euro 15000-18000 per un politico parlamentare…e questo Monti la chiama EQUITA’ ?

  • Gianni Zurlo

    Auguriamo alla sig.ra Fornero, non Ministro in quanto entrata ad occupare una poltrona attraverso un colpo di stato, di cui noi abbiamo presentato querela a Giorgio Napolitano che non riconosciamo e tutta la sterpaglia Monti, il nostro augurio è quello di avere iniziato con le finte lacrime e finire piangendo di lacrime vere per il resto dei suoi giorni cosi tutta la sua discendenza. Fanculo

  • Gianni Zurlo

    APPELLO N° 03
    Dal Movimento Nuova Era al popolo italiano.
    Conosciamo tutti i tristissimi eventi che si susseguono in questi ultimi anni di cui stanno flagellando il popolo italiano, da buoni italiani abbiamo percepito un segnale forte e visivo per tutti, l’italiano non può, e non deve starsene con le mani in mano in attesa di arrivare alla fame e al caos, perciò dobbiamo stringerci a coorte per fronteggiare e sconfiggere il male che qualcuno per interessi propri sta diffondendo nel Nostro paese.

    Per stringerci a coorte l’Italia chiama i suoi figli alla riflessione, noi abbiamo accolto il richiamo e ci siamo messi all’opera, nessuno di noi è sceso in campo con l’intento della carriera, siamo persone che lavorano di giorno per la famiglia e di sera e ore libere si dedicano per il popolo, come noi sappiamo, voi meglio di noi avete percepito che l’unione fa la forza, quindi non siamo noi ad avere bisogno di voi, entrambi abbiamo bisogno di lottare gomito a gomito.

    Per questa ragione siamo qui a lanciare il nostro appello.

    Abbiamo bisogno di sapere quante persone in questo gruppo amano l’Italia al punto di entrare a rafforzare le file del Movimento Nuova Era, per diventare i protagonisti del cambiamento, vogliamo ricordarvi che dobbiamo governare Comuni, Province, Regioni e la Nazione Italia, questo significa che i membri del Movimento diventeranno Sindaci Assessori Consiglieri comunali quindi il direttivo provinciale, regionali e Nazionale, da subito diventerete presidenti di sezione, coordinatori comunali, provinciali, regionali, nazionale con rispettivi direttivi..

    A cosa serve essere presidente, Segretario di un Movimento che non c’è, quando si può diventare protagonisti del cambiamento e insieme mandare a casa questa sterpaglia politica che ci ha trascinati nella disoccupazione, miseria, caos malasanità ecc., Con questa proposta l’Italia oggi è nelle Vs. mani, dalla Vs. decisione di aderire o meno si decide il futuro dei Vs. figli, qualsiasi sia la Vs. decisione, noi potremo raccontare ai Ns. figli e nipoti che c’è l’abbiamo messa tutta, voi cosa gli racconterete al momento che essi si troveranno alla fame per colpa Vostra?
    Per conoscere la Ns. missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro, visita il sito http://www.nuovaeramovpolitico.it un Vs. commento direttamente sulla mail del Movimento e.mail mov.nuovaera@email.it – ci fa cosa gradita.

    In attesa di leggere il vostro pensiero cogliamo l’occasione per salutarvi, per il Movimento Nuova Era il Direttivo Roma

  • paolo

    parole perfette , complimenti Sig.Ra Rita.

    che come popolo non siamo più neanche degni di vivere la catarsi di un Piazzale Loreto, è terrificante… ma vero.

  • Dante Di Nisio

    ieri sera, al tg, ho notato per la prima volta la Fornero camminare per la strada circondata da 6 guardie del corpo. Ma che, forse comincia a temere per le ingiustizie commesse?

  • Francesco Villa

    Con l'innalzamento dell'età pensionabile, effetto delle ultime riforme , in Italia ogni anno, circa 35.000 (trentacinquemila) maschi in età tra i 58 e 66 anni, moriranno senza aver fatto nemmeno un giorno di pensione.

    Quante lacrime dovrà versare la Fornero?

  • Comandante Nebbia

    scusa, non te la prendere. questi link del simplicissimus che spammi a centinaia su mc sono una noia mortale. ci fosse un post un minimo originale.

    per favore, cambia un po’ registro.
    per ilmomento te li blocco e li segnalo come spam.
    c’è un limite a tutto.

    • Doxaliber

      In effetti cominciavo a chiedermi perché tutto questo spammare link senza alcuna argomentazione.

  • Anna Ras

    Ritengo che, nonostante le sue collane d'oro e i suoi preziosi orecchini, questa persona rimane una poveraccia, perché il fatto di rubare (perché lei non se lo guadagna) allo stato italiano un lauto stipendio mensile non le da il diritto di offendere la dignità di persone che lavorano davvero per campare. Da quando è arrivata questa con il suo degno compare Monti, gli italiani non vivono ma sopravvivono…..e vorrei che nessuno si togliesse la vita, ma ci si organizzasse per cacciare a pedate tutti questi ladri, a partire dal "caro" presidente Napolitano…..siamo una sessantina di milioni, possibile che non riusciamo a far sentire la nostra voce?……..signora Pani la stimo.

    • MAX

      condivido TUTTO ANNA!!!! ACCOPPIAMO’STI BASTARDI!!!! ORGANIZZIAMOCI E FACCIAMO LA RIVOLUZIONE!!!!

  • Anna Ras

    Ritengo che, nonostante le sue collane d'oro e i suoi preziosi orecchini, questa persona rimane una poveraccia, perché il fatto di rubare (perché lei non se lo guadagna) allo stato italiano un lauto stipendio mensile non le da il diritto di offendere la dignità di persone che lavorano davvero per campare. Da quando è arrivata questa con il suo degno compare Monti, gli italiani non vivono ma sopravvivono…..e vorrei che nessuno si togliesse la vita, ma ci si organizzasse per cacciare a pedate tutti questi ladri, a partire dal "caro" presidente Napolitano…..siamo una sessantina di milioni, possibile che non riusciamo a far sentire la nostra voce?……..signora Pani la stimo.

    • MAX

      Anna condivido tutto….accoppiamo’sti bastardi….hanno superato la misura… ORGANIZZIAMOCI E FACCIAMO LA RIVOLUZIONE!!! UNIAMOCI…SIAMO TANTI E INCAZZATI….TERRIBILMENTE MESSI CON LE SPALLE AL MURO…
      MA COSA CAZZO DAVVERO STIAMO ANCORA ASPETTANDO PER SCENDERE IN PIAZZA A MIGLIAIA…ED ANDARE A PRENDERE ED ACCOPPARE QUESTI LURIDI FIGLI DI PUTTANA E IMPICCARLI SULLA PIAZZA DEL QUIRINALE…
      QUESTI LURIDI $IONI$TI SERVI DI GOLDMAN-SACHS E DEL BILDERBERG…
      STIAMO PAGANDO GLI STIPENDI DEI BANCHIERI….
      COME POSSIAMO ANCORA SOPPORTARE TUTTO CIO’???
      PRIMA DI ANDARE A FONDO ME NE PORTO CON ME……….
      CHE CI TEMANO……..CHE CI TEMANO…LA MISURA E’COLMA,HANNO TIRATO TROPPO LA CORDA…
      UNIAMOCI E FACCIAMO LA RIVOLUZIONE!!!!!!

  • Alessio Cara

    Condivido ogni parola, grazie Rita Pani.
    Pero la cosa che piu’ mi amareggia non è il comportamento dell’onorevole Fornero, o di altri sciacalli come lei che di onorevole hanno solo il conto in banca, ma il comportamento di tutta una classe politica ed elettorale che li appoggiano, da sinistra come da destra, in un unico maleodorante calderone di consensi.
    Questa è la cosa piu’ preoccupante !!!!

I commenti sono chiusi.