L’Arresto di George Clooney secondo i lettori de “Il Giornale” 1


E’ interessante notare come un episodio di grande civiltà democratica possa diventare, per i lettori de “Il Giornale” occasione per esprimere una visione della vita che già più volte, su queste pagine, abbiamo avuto occasione di proporre. Di seguito una selezione di commenti all’articolo

#1 marforio (956) – lettore
il 16.03.12 alle ore 16:31 scrive:
Anche nel martoriato sudan si vede come sono tolleranti gli islamisti nei confronti dei cristiani. Arabi , da occupanti , a venditori di schiavi, a finire per ammazzacristiani.Bravo Georg hai la mia stima.

#4 silvio frappa (798) – lettore
il 16.03.12 alle ore 17:16 scrive:
Bella differenza tra gli Usa e la becera italia. Quì da noi, la nostra becera giustizia e lo stupido perdonismo/buonismo cattolico prendono i delinquenti che danneggiano le città durante le manifestazioni e che girano col volto coperto come i banditi e ne arrestano uno su dieci, mettendoli poi in libertà il giorno dopo… Negli Usa, non cattolici ma di più sano calvinismo protestante, chi và contro la legge ANCHE SOLO CON UN SIT-IN viene arrestato. Sono due comportamenti diversi ed esagerati entrambi, ma al bestiale porgere l’altra guancia degli stupidi cattolici preferisco una esagerazione al contrario, visto che il perdonismo è solo sfascismo.

#5 killkoms (6426) – lettore
il 16.03.12 alle ore 17:28 scrive:
negli USA un noto attore per una pacifica protesta,forse non autorizzata,si ritrova arrestato in manette!da noi,un komunista di emme, buono a nullasolo perchè aggregato a quella massa di facinorosi illegali che si definicono no tav,può impunemente insultare un membro delle forze dell’ordine!questa è la grande differenza tra USA e noi!

#7 matrix2008 (57) – lettore
il 16.03.12 alle ore 17:42 scrive:
DA NOI INVECE QUELLI CHE PROTESTANO diventano famosi, ricchi ed eroi.

#11 antonpaco (222) – lettore
il 16.03.12 alle ore 17:52 scrive:
Che falsita’ queste persone che inscenano queste proteste inutili, perche’ invece che a washington non e’ andato a farlo in siria? sarebbe servito sicuramente di piu’. Ma no, troppo pericoloso per il bel george, ricco sfondato che non aveva come perdere una mattinata, probabilmente aveva dormito poco e male. In USA sa bene che dopo 10 minuti paga 10.000 dollari di multa e torna a casa, in siria sarebbe stato un tantino diverso. O mi sbaglio caro george?

#20 morganaflo (715) – lettore
il 16.03.12 alle ore 18:35 scrive:
Forse Clooney ha tratto insegnamento da ciò che accade in Italia e si sta preparando per il futuro, per una bella carriera politica.Non ne ha bisogno?Ora è ancora belloccio,ma gli anni passano anche per lui.E poi,perché solo il Sudan?Va bene,va bene,mi rimprovero da sola.

§

Da segnalare anche la sobria titolazione di Libero, il famoso quotidiano pornografico, che presenta la vicenda con un pertinente sottotitolo

Clooney arrestato in Usa perché protestava
La lezione americana agli italiani: qua da noi No Tav tutti liberi


Un commento su “L’Arresto di George Clooney secondo i lettori de “Il Giornale”

I commenti sono chiusi.