La Gita Scolastica della Polizia Francese 132


edit 10 gennaio 2015 ore: 20.38

Grazie alla segnalazione di un lettore alleghiamo il video integrale dell’irruzione dove emergono ulteriori elementi di valutazione e l’evidenza che l’attentatore è stato giustiziato con numerosi colpi di arma da fuoco quando già a terra.

edit 1 gennaio 2015, ore: 18:23

Alcuni “esperti” hanno fatto notare che nel testo non si parla delle luci accese nel supermercato all’atto dell’irruzione. Si fa osservare che, essendo ancora giorno, spegnere le luci avrebbe avvantaggiato solo chi, al buio all’interno, avrebbe inquadrato le sagome dei poliziotti sulla soglia del negozio in controluce sullo sfondo illuminato.

———————

Guardate questo video e imparate come NON SI FA un’irruzione in un locale dove c’è un terrorista con ostaggi:

Premessa: sarebbe stato necessario attendere il buio in modo da togliere la luce e fare irruzione utilizzando visori notturni sfruttando la superiorità indotta dalla differenza di visibilità. Non so perché si sia scelto di far partire le due azioni quando era ancora giorno. Se è stata una scelta obbligata dal degenerare della situazione, non si discute anche se mi sembra poco probabile dato che le due irruzioni sono state simultanee.Se, invece, si tratta di una scelta politica per evitare di trascinare ulteriormente la cosa sui media, è stato un errore madornale che può essere costato la vita a diverse persone.

Partiamo con l’analisi.


Exclusif France 2 : les images du face-à-face… di francetvinfo

 

Attenzione Video Integrale Esplicito, non attivarlo se non si è in grado di gestire immagini violente.

Tempo 00:07: La serranda del supermercato inizia a sollevarsi, sulla sinistra della costruzione si intravede un’altra squadra che, probabilmente, si accinge a sfondare una porta di servizio. Ragionevolmente, visto che la serranda si alza lentamente, sarebbe stato meglio sfondare prima l’entrata di servizio in modo da attrarre l’attenzione del tango mentre l’operazione più lenta si svolge sull’ingresso principale. Invece, sembra che le cose vadano contemporaneamente o che, addirittura, la serranda inizi a sollevarsi mentre la squadra sulla sinistra si accinge ancora, con tutta calma, a sfondare la porta.

Tempo 00:16: Nonostante la serranda sia quasi a metà non viene lanciata nessuna granata a stordimento. Il tango ha piena visibilità e non ha nessun impedimento ad aprire il fuoco.

Tempo 00:19: Irruzione. Un agente sulla sinistra entra nel supermercato senza nessun fuoco di copertura. Se di fronte si fosse trovato personale addestrato sarebbe morto.

Tempo 00:21: L’eroe che è entrato a sinistra senza farsi coprire interseca la linea di tiro dei suoi colleghi. Se non lo hanno ammazzato vuol dire che hanno una pessima mira, stanno sparando a salve o l’eroe gode di una protezione speciale del padreterno.

Tempo 00:23: Inizia il tiro a segno. In prima linea ci sono tizi con pistole. Quelli coi fucili latitano. Curioso.

Tempo 00:33: Dieci secondi dieci di fuoco inutile. Il tango è ancora in grado di muoversi ed appare sullo sfondo del negozio pienamente operativo. Dove sono andati a finire i proiettili sparati negli ultimi dieci secondi?

Tempo 00:34: Qualcuno si ricorda di lanciare una flashbang. Troppo tardi.

Tempo 00:35: Il tango, ancora operativo nonostante l’enorme volume di fuoco sviluppato, procede per inerzia e fa, involontariamente, la cosa migliore che potrebbe fare. Si lancia fra le due ali di agenti che, in un mondo normale, dovrebbero cessare immediatamente il fuoco per evitare di spararsi addosso gli uni con gli altri. Invece, siccome siamo impressionabili, il video si blocca, ma sentiamo almeno altri tre o quattro secondi di fuoco. Se i poliziotti non si sono uccisi tra loro le forze dell’ordine francesi hanno esaurito la loro quota di fortuna per i prossimi dieci anni.

Tempo 00:40: Dopo la bellezza di almeno 21 secondi (non so quanto sia durato il taglio di montaggio in corrispondenza dell’abbattimento del tango), finalmente l’eroe del tempo 00:19 è finalmente in compagnia. Il resto della squadra entra nel supermercato.

Tempo 00:43: Incredibilmente la porta a vetri non viene definitivamente abbattuta e decine di agenti si accalcano per entrare nello stretto varco disponibile. Un ostaggio si vede puntare una pistola in faccia, ma non viene né trattenuto né abbattuto, ma semplicemente lasciato andare.

Tempo 00:47: Ostaggi e poliziotti sulla stessa porta, ma in direzioni opposte. Siamo alle comiche.

Tempo 00:53: Ostaggi in fuga senza nessun agente di scorta che li prenda in custodia. Tra loro ci potrebbero essere terroristi con una pistola nascosta o con una cintura esplosiva.

Tempo 01:17: Si iniziano a evacuare agenti feriti (molto probabilmente da fuoco amico) senza essersi prima assicurati che il locale sia in sicurezza e mentre altri agenti continuano ad entrare.

Tempo 01:27: Un agente ferito viene trascinato via da due colleghi. Perché? Se è fuori dalle linee di tiro e non viene portato ad una squadra di soccorso che senso ha perdere preziosi secondi per allontanarlo?

Tempo 01:41: Continua a entrare personale armato nel supermercato. Far entrare tanta gente armata ed evidentemente eccitata in un locale circoscritto è sfidare la fortuna in maniera sfacciata. A questo punto per uscire avranno dovuto fare la fila.

Ora resta da chiedersi solo dove fossero i corpi speciali e perché l’irruzione sia stata effettuata da personale evidentemente non preparato a simili evenienze. Probabilmente la risposta è politica e, per fortuna, non mi compete.


132 commenti su “La Gita Scolastica della Polizia Francese

I commenti sono chiusi.