La BCE Raschia il Barile: Questa Settimana Comprati Titoli per 22.000 Milioni di Euro 3


Dato che l’informazione non è facilmente reperibile sulla stampa italiana, provvediamo una traduzione tratta da El Pais di oggi. La notizia è pubblicata anche su Le Monde.

Allo scopo di alleggerire la pressione dei mercati e riportare la calma, la Banca centrale europea ha annunciato la settimana scorsa che avrebbe acquistato debito sovrano spagnolo e italiano. Nonostante l’annuncio, i mercati tardano a quietarsi. Oggi, l’agenzia ha annunciato che la settimana scorsa ha acquistato debito sovrano di paesi dell’area euro pari a 22.000 milioni di euro, comprendenti obbligazioni di Spagna, Italia, Portogallo e Irlanda. È il più grande sforzo che questo organismo abbia mai fatto per aiutare un paese.

La BCE è intervenuta di nuovo nel mercato secondario del debito pubblico nell’area euro dopo essere stata a guardare per diciannove settimane consecutive da fine marzo. L’intervento faceva parte del piano d’azione di sicurezza sui mercati che il regolatore europeo aveva sviluppato dalla data in cui fu negoziato il salvataggio greco, il 10 maggio 2010.

L’autorità monetaria europea non specifica i paesi di cui è stato acquistato il debito, ma il 7 agosto scorso ha riferito che avrebbe acquistato obbligazioni da Spagna e Italia per sedare gli attacchi speculativi. Secondo alcuni protagonisti del mercato, la settimana scorsa la BCE ha acquistato debito da Spagna e Italia e il 4 e 5 agosto debito sovrano di Portogallo e Irlanda. Finora la BCE ha acquistato debito della zona euro per 96.000 milioni di euro.

Fino ad oggi, l’ammontare settimanale massimo di debito acquistato era pari a 16.500 milioni risalente al maggio 2010, quando i mercati hanno attaccato la Grecia. Il 4 agosto il Consiglio direttivo della BCE ha deciso di mantenere il programma di acquisto di debito per aiutare i paesi in difficoltà finanziarie nonostante l’opposizione del presidente Bundesank, Jens Weidmann, e del capo economista della BCE Jürgen Stark, anche lui tedesco

Secondo alcuni media, si sono opposti all’operazione anche i governatori delle banche centrali dei Paesi Bassi, del Lussemburgo e della Finlandia. La BCE è stata pesantemente criticata per l’acquisto di debito sovrano di Spagna e Italia il lunedì della scorsa settimana, anche se questo intervento ha contribuito ad abbassare i rendimenti obbligazionari a dieci anni di questi due paesi.

L’interesse delle obbligazioni spagnole a dieci anni è sceso oggi al 4,9% e quello delle obbligazioni italiane è sceso a 4,89% dopo che entrambi avevano superato il 6% fra fine luglio e i primi di agosto prima dell’intervento della BCE. La redditività del Bund (titoli tedeschi a 10 anni) è pari al 2,33%.

Traduzione di “El Banco Central Europeo compró deuda por 22.000 millones la semana pasadapubblicato su Elpais.com.


3 commenti su “La BCE Raschia il Barile: Questa Settimana Comprati Titoli per 22.000 Milioni di Euro

  • ilBuonPeppe

    Se vogliono fare un’operazione seria devono acquistare sul mercato primario e NON su quello secondario. Cioè acquistare il debito dei singoli paesi nel momento in cui viene emesso.
    In questo modo taglierebbero completamente le gambe alla speculazione, ma evidentemente hanno altri obiettivi.

I commenti sono chiusi.