In India 13


India del Sud
Mi voto a un giorno per volta, come il piede alla pietra davanti passando il fiume. Il petto al sole è un foglio steso ad asciugare. Uccelli migratori in composte forme mutevoli, l’anima di garza, il corpo caldo dentro pietre nuove. Il mio nome: parola infondata, transumanza.
Raccolgo pensieri, cose da ricordare, conservo oggetti trovati in strada per misteriose concordanze.
Mezzogiorno: le capanne dei villaggi, i venti del monsone, il chiasso del mercato, l’odore dei miei abiti, sdraiata nel terreno.

Foto dell’autrice

Rajasthan
Meglio non agitarsi se il momento non è propizio, sopportarsi, non corrersi intorno come cani.
Silenziosa atmosfera ai passaggi di confine. In treno verso il deserto del nord, molti uomini in piedi fissano davanti, parlando delle proprie famiglie, del lavoro, del tempo.
Gip con turisti: le bambine offrono un piccolo fiore ai viaggiatori di passaggio, i bambini si lanciano al centro della strada per incontrare in corsa il palmo aperto delle mie mani.
Portando i passi senza intenzione, scopro un respiro senza ritorno al punto di partenza.
Dei villaggi del Rajasthan mi piacciono la lentezza e le piccole scelte del momento: quale gamba incrociare, quale duna evitare. Kapil, il mio autista, è un ragazzo alto e silenzioso. Ci fermiamo in un paese sulla strada verso Jodhpur. Lui dorme da un parente, io in una stanza di calce bianca, su un letto per terra. Al mattino, dalla finestra scavata nella pietra, il clamore del mercato e l’intonaco azzurro delle case. Il vento caldo mi tiene salda allo splendore fragile del giorno. Tutto ciò che accade nel momento presente  risuona  in ogni punto dell’universo; quello che credo disperso è riunito altrove.
Le donne tornano nelle capanne, gli uomini riparano gli animali, i mercati sgombrano. Nei villaggi si accendono fuochi, si mangia in silenzio, poi si prega per il giorno trascorso. Chiudo gli occhi e vedo la forma dell’aria. La mia schiena, nella sabbia, fa un solco che domani sarà scomparso.

Un’opera di Eliana Petrizzi

Richiedila all’autrice.

edificantimacerie-copertina


13 commenti su “In India

I commenti sono chiusi.