In Arrivo le Centrali Nucleari. Diventiamo Tutti Fisici Nuclari con Poche Semplici Lezioni 13


Fisica ed Energia Nucleare: Getting Started.

Gli atomi sono molto piccoli, ma veramente piccoli, al punto che per vederli di persona non basta nemmeno il microscopio, anche se è di marca.
Gli atomi hanno la forma di palline e il loro colore dipende dal materiale di cui sono fatti. Gli atomi di cloro sono verdi, azzurri quelli dell’ossigeno, mentre quelli di idrogeno sono trasparenti ed è molto difficile vederli.

atomo

Intorno agli atomi girano delle palline più piccole che si chiamano elettroni. Gli elettroni è come se viaggiassero su un binario di forma circolare intorno all’atomo. Il binario si chiama orbita.
Da un po’ di tempo c’è qualcuno che cerca di mettere in giro strane voci su distribuzioni di probabilità, principi di Heisenberg e meccanica quantistica, ma non dategli retta. E’ possibile che gli elettroni siano onde e non si possa sapere dove si trovano e a che velocità viaggiano nello stesso istante? Quando siamo in macchina basta dare un’occhiata fuori dai finestrini ed una al tachimetro e tac, è fatta. Al limite, se proprio uno è in difficoltà, c’è sempre il Tom Tom.

centrale nucleare

centrale nucleare – depliant illustrativo

Per produrre energia nucleare serve il materiale fissile. Uno dei vantaggi del materiale fissile è che gli arabi non ce l’hanno e quindi, se lo vogliono, se lo devono comprare pure loro. Il materiale fissile è una cosa che quando raggiunge la massa critica diventa effervescente. Un po’ come un bicchiere di minerale, ma più della Ferrarelle.
Di materiale fissile non ce ne è molto. Forse meno del petrolio ed è pure molto caro. Però, come ho detto prima, e una questione di extracomunitari che hanno rotto le scatole e di dollari che non valgono più nulla.

Per produrre energia nucleare si prende il materiale fissile e lo si bombarda con delle particelle. Il materiale fissile quando viene bombardato reagisce ( e chi non lo farebbe?) e libera energia. Il processo preciso me lo hanno spiegato, ma adesso non ce l’ho presente. Comunque è una cosa simile alla bomba atomica, ma non così pericolosa e, soprattutto, non così rumorosa.
L’energia nucleare si produce nelle centrali nucleari, lo dice la parola stessa. Le centrali nucleari non fanno altro che scaldare l’acqua come se fossero delle grosse pentole a pressione, quindi non sono difficili da usare e sono molto sicure. Come tutte le pentole a pressione.

A differenza del petrolio che dopo averlo bruciato fa fumo, puzza e produce il buco nell’ozono, il materiale fissile non puzza e non fa fumo. Insomma è una roba ecologica. Al massimo può fare dei buchetti nelle cellule organiche, ma sono molto piccoli e poi, a differenza del buco dell’ozono che riguarda tutti noi, i buchetti nelle cellule sono un problema solo per chi se li becca.

Casal di Principe: si familiarizza con le nuove attività

Alla fine del suo ciclo di vita il materiale fissile è inutilizzabile, anche un tantinello pericoloso e va gestito. Una parte la si può regalare agli arabi e agli iraniani sotto forma di proiettili ad uranio impoverito lanciati da carri armati e pezzi di artiglieria così poi, invece di fare piccoli extracomunitari, producono foto freak per Google. Il resto, invece, si deve smaltire.

Questo non è un problema perché noi italiani siamo i maghi dello smaltimento rifiuti tossici. Sono anni che ce ne occupiamo con un livello di eccellenza che ci ha resi famosi in tutto il globo terraqueo più dei maglioni di Missoni e del Salvalavita Beghelli, altre branche della tecnologia evoluta nella quale la nostra ricerca scientifica si distingue in campo internazionale.
Ma questo, giustamente, è un problema che si pone tra dieci, quindici anni, quando le nuove centrali nucleari saranno pronte. Un posto per seppellire le scorie si troverà sempre. Al limite ci si fa dare una mano dai casalesi.

Comunque l’energia nucleare è una cosa buona. Ora ci sono le centrali nucleari di terza generazione e quelle dovremmo essere in grado di usarle anche noi italiani, almeno come è scritto nel depliant che ci hanno mandato i francesi.

Ing. Giuseppe Stranamore
Futuro direttore di Centrale Nucleare in quota Lega Nord


13 commenti su “In Arrivo le Centrali Nucleari. Diventiamo Tutti Fisici Nuclari con Poche Semplici Lezioni

  • ema aka mascherabianca

    stupendo anche se mi aveva un attimo inquietato l’inizio (pensavo fosse meno scherzoso di quanto lo è) Ma se approvano le leggi sul nucleare poi ci ritroviamo al bivio… centrali nucleari o ponte sullo stretto?

    Facendo un commento da “buon padano”: “mi raccomando tutte da costruire in terronia che se poi non funziona bene qualcosa qui in padania non ci sono problemi anzi…”

    (scherzo ovviamente; trovare i siti per la costruzione sarà proprio un bel casino ma nulla rispetto a trovare siti per lo smaltimento e lo stoccaggio dei rifiuti prodotti…)

  • Vortexmind

    Io il materiale fissile lo lancerei nel sole con un railgun planetario. Assieme alle ecoballe e a Castelli. Ovviamente lo alimentiamo con tante centrali nucleari.

  • schatten

    Ho il sospetto (e la speranza) che le centrali nucleari non entreranno mai in funzione. Credo che, come il ponte sullo stretto, rappresentino dei meri strumenti di propaganda grazie ai quali le ditte che vinceranno gli appalti per la loro costruzione, e con esse i loro referenti politici, si arricchiranno enormemente, e poi la cosa finira’ li’.

  • Scu'

    per il ponte c’è sempre la speranza che cada all’inaugurazione con il nano e tutti gli altri sbrodoloni sopra, sperare che salti una centrale sarebbe da incoscenti…

I commenti sono chiusi.