Il Volto Nuovo della Politica Italiana


In genere cerco di non dare giudizi sull’aspetto fisico di uomini e donne. Non sono buono, sono solo parte in causa. Sono stato giudicato per tutta la mia vita. Rumorosamente, silenziosamente, sardonicamente o platealmente, tanti, tante, anzi tantissime, hanno avuto da ridire sul mio aspetto fisico per il quale ho subito anche concreta discriminazione. Per questo, spesso taccio ciò che i miei occhi vedono, cerco di andare oltre la prima impressione e non incoraggio e non condivido socials basati sull’aspetto dei soggetti coinvolti.
Tutto questo per dire che ciò che scriverò sulla foto che allego non è un commento estetico. Per quanto vecchio e rattoppato, Silvione è ancora più carino di me che ho qualche anno in meno e tanti chili in più. Riguarda la capacità di giudizio residua che ha una persona che si lascia ridurre così. Non voglio fare pipponi sull’accettazione di sé stessi. Non sono all’altezza. Parlo banalmente della capacità di prendere decisioni, di giudicarne gli esiti e di gestirne le conseguenze.

Io credo che il nostro paese abbia bisogno finalmente di persone normali che si qualificano per quello che fanno, per le competenze che hanno, per la loro onestà e per la loro capacità di impegnarsi. Basta fenomeni, specialmente “da circo” come ci sono stati proposti negli ultimi anni. L’Industriale, I Professori, Il Giovane Rampante, Il Felpato, sono maschere dietro le quali si sono nascosti, via via, interessi personali, sovranazionali e corporativi. Più che attrezzi di questo tipo, configurati e rilasciati con lo scopo (mancato) di offrire una faccia all’elettorato (e che faccia), vorrei avere a che fare con persone anonime, senza plastificazioni o atteggiamenti caricaturali. Gente che dice cose sensate e che fa le cose che dice. Magari non dice cose eccezionali, ma le fa. Per questo auspico un “movimento delle persone normali”, magari trasversale, che sono la larghissima maggioranza in questo paese. Possiamo chiamarlo il MedioMovimento.
L’era dei lustrini è finita. la situazione è quella che è. O cambiano le cose o saranno le cose a cambiare noi (a dire il vero ci stanno già cambiando).
Ho letto che gli ascolti di fazio sono in calo. Lo prendo come un buon auspicio. Speriamo.


Informazioni su Comandante Nebbia

Sono stato un uomo mediocre. Ho avuto mille paure segrete e le ho tenute nascoste sotto una coltre di ruvida violenza. Ho camminato a caso e qualche volta mi sono fermato quando non dovevo. Ho muti rimpianti, una rabbiosa rassegnazione e vivo di severi silenzi.
Ho amato i pigri pomeriggi d’estate, le stanze ombrose con gli scuri abbassati e i giorni cupi dell’inverno più freddo, quando il cielo grigio minacciava pioggia e i primi lampi squarciavano l’orizzonte.