Il Paese Affonda. L’Unico col Salvagente si Chiama Berlusconi 36


Mentre la plebaglia di questa terra ormai remota anche a se stessa si arrovella intorno a questioni di fondamentale rilevanza nazionale come quella del dispiegamento di 2500 militari sul territorio metropolitano o la chiamata alle armi di Buffon per la “partita della vita“, mentre si contrabbandano bombe nucleari come se fossero stecche di Marlboro, mentre nelle discariche si spacciano rifiuti radioattivi senza nemmeno avere ancora le centrali (figuriamoci dopo, quando ci saranno), mentre la gente affoga nella merda lavorando o crepa facendo politica, mentre il paese è nelle mani di minestri (e minestro è scritto apposta così) che fanno la gara a chi è più geniale, c’è un uomo solo al comando, la sua maglia è azzurra, il suo nome è Silvio.

Con l’assoluta indifferenza alle necessità comuni che è tipica di chi vive una patologica condizione di egocentrismo, in un quadro nazionale ed internazionale che è prossimo al collasso, l’unica preoccupazione dell’Unto (che si chiama così a causa della brillantina nei capelli e non certo per il riferimento al Cristo) è quella di infilare nel decreto sicurezza una norma che blocchi tutti i processi che “non destino grave allarme sociale” per i reati commessi fino al 2001. Come il suo, aggiunge con una certa vis polemica Liana Milella sulla Repubblica on line di oggi.

La giornalista fa esplicito riferimento al processo Mills dove sua Eccellenza il Signor Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana, Cavalier Silvio Berlusconi risulta imputato di corruzione in atti giudiziari.

Solita malignità femminile aggravata dall’appartenenza a un giornale notoriamente comunista? Può darsi. D’altra parte perché sospettare di un uomo come Berlusconi. Qualcuno di voi può dire che abbia mai approfittato della sua posizione politica per modificare l’esito dei procedimenti penali a suo carico? Qualcuno di voi non è disposto a mettere la mano sul fuoco sulla sua sincerità? La sua lealtà verso gli alleati? … Come mai tutti con le mani dietro la schiena?

Io posso solo dire che, secondo la mia personalissima opinione non avallata da nessun fatto e quindi non dimostrabile in nessun contesto legale/giudiziario, Silvio Berlusconi se dovesse scegliere tra la sua pelle e quella di un bambino di due anni avrebbe le idee molto chiare sulla decisione da prendere.

Certa gente nasce così, non c’è niente da fare. Non si accorgono nemmeno di essere quello che sono. Vivono in continuo ossequio di se stessi e solo ed esclusivamente facendo parte per se. Sono sicuro che, se esiste una giustizia dopo la morte, il pubblico ministero dell’Aldilà ne terrà conto e gli attribuirà tutte le attenuanti di legge.

Non è questo quello che mi colpisce. La vita mi ha temprato alle meschinità dei singoli e ho imparato a stare lontano dalle bassezze in cui certi uomini, consapevolmente o meno, si rotolano come porci in brago. Quello che mi distrugge nell’anima è che questa nazione, la mia nazione,  abbia eletto un uomo simile a rappresentanza di se stessa.

E tutto questo sì, sì che mi fa orrore.


36 commenti su “Il Paese Affonda. L’Unico col Salvagente si Chiama Berlusconi

  • settantasette

    Eh. Come iniziare bene la settimana. Tra l’altro, piove.
    (sto sviluppando un preoccupante senso di distacco da tutto ciò. Qualcosa del tipo “che si fottano tutti”. Il problema è che, distaccato o no, in mezzo ci sono anch’io. E non vedo luci, all’orizzonte.)

  • Sara

    “Quello che mi distrugge nell’anima è che questa nazione, la mia nazione, abbia eletto un uomo simile a rappresentanza di se stessa.
    E tutto questo sì, sì che mi fa orrore.”

    Già…Dobbiamo fare qualcosa, ma non so cosa.

    Stanotte ho sognato che andavo in Australia, io dovevo comportarmi meglio di loro, in modo ineccepebile e con un bon ton degno del miglior galateo perchè implicitamente mi chiedevano tutti di dimostrare che gli italiani non sono delle merde totali tritaregole e macerasensocivico come appare dai loro giornali…Angosciante, un bruttissimo sogno.

  • pacatoegentile

    comandante, non e’ che l’alternativa fosse poi tanto meglio eh ?
    pensaci: da una parte l’ometto con le leggi ad personam, dall’altra dei “signori” che fanno l’indulto che butta fuori dalle carceri ladri e assassini.
    tra le due preferisco il primo, almeno non mi ritrovo con un coltello piantato nella schiena.

    E questo non vuol dire giustificare SB anzi, in un paese semiserio le cose di cui sopra non si farebbero punto, noi non siamo piu’ neanche semiseri.
    E la colpa di chi e’ ? della sinistra ombra (di se stessa) ? degli italiani che han scelto il meno peggio ?
    Ma poi, che vuol dire meno peggio ? alle ultime elezioni dovevamo solo scegliere il colore delle “feci” che ci avrebbero governato.
    ha ancora senso che ci mettiamo a discutere/litigare sul fatto che la cacca blu sia piu’ bella di quella rossa o viceversa? Cosi’ perdiamo il punto di vista fondamentale: sono tutte e due cacche (e pure puzzolenti).

    Avrebbe senso discutere nel caso vi fosse qualcosa di nuovo, sperando che nel futuro non puzzi anche quello, ma che alternative ci sono ? e’ la solita minestra questa volta riscaldata pure male.

    Le stesse facce da quando son piccolo: non cambia mai nulla; in svezia internet e’ riuscito a far nascere il piratpartiet che ha valenza politica e innovativa , qui in italia uno si e’ sbrigato a registrare velocemente il nome e a proporsi a una delle due fazioni, onde evitare che qualcuno potesse fare qualcosa di veramente innovativo.

    L’altra alternativa veramente nuova e’ grillo con i suoi grillini e i loro meet up, che fondamentalmente al momento sono solo un grosso “rumore di fondo”, un generatore di entropia , una valvola di sfogo ad hoc per impedire che qualcuno girino veramente le balle e tiri fuori i fucili per fare un bel repulisti.

    Perdonami i toni ma, come vedi, ho una visione molto nera (e non politicamente parlando) del nostro futuro.

  • Comandante Nebbia

    io la metto diversamente. Possibile che la destra italiana abbia avuto bisogno di appoggiarsi a Silvione dopo lo sfascio dei nostri compagni?

    Il problema è che Silvione è il concentrato di quanto di peggio ci sia in Italia ed alla sua ascesa abbiamo contribuito tutti. Chi lo ha votato, chi non lo ha votato e chi si è astenuto.

    Il problema non è lui, che è ciò che è e non può farci nulla.

    Il problema siamo noi tutti. Siamo noi da deprecare per la nostra pochezza, non lui.
    Lui, in questo senso, è innocente.

  • Cambiamo Pianeta

    Nostra pochezza?
    Di tutti noi?
    Alla sua ascesa abbiamo contribuito tutti?
    Questi passaggi non mi sono chiari.
    Personalmente mi sono un pochino rotto i coglioni di essere tirato in mezzo quando si parla dello sfacelo italiano. Io la mia parte cerco di farla ogni giorno…posso fare di più? Certamente sì…ma di essere accomunato a qualunquisti, opportunisti, ignoranti, etc…non ci sto…ma nemmeno per scherzo!!

  • Mario

    Domanda: non è che stiamo cadendo nel tranello di identificare un modo di pensare con un personaggio ??? in altre parole … lo sappiamo tutti vero che la storia non l’hanno fatta i vari Napoleone, Hitler e compagni ma le varie situazioni socio-economiche che si sono venute a creare e che hanno spinto per un cambiamento ???
    Niente da ridire sul carisma riconosciuto a tali personaggi che tende a fare in modo che buona parte dei cittadini si identifichi in loro … ma da lì a pensare che costoro siano la causa … beh mi sembra un po’ semplicistico.
    Io andrei a cercare piuttosto nella mentalità mafiosa degli italiani (e non solo), a tutti i livelli, dal muratore che si fa pagare in nero al funzionario che vuole 500 euri per ungere la pratica agli stipendi milionari forniti ai dirigenti per tappare la bocca sui quotidiani intrallazzi … e mi limito per mancanza di tempo e di spazio.
    Soluzioni ??? (a parte la bomba N che risparmia i monumenti nazionali) sviluppare una mentalità etica fino dai primi giorni di vita dei bambini, impedire la visione della TV e sradicare con la forza i mafiosi al potere.
    Facile a dirsi … si accettano prenotazioni !!!

  • pacatoegentile

    io la metto diversamente. Possibile che la destra italiana abbia avuto bisogno di appoggiarsi a Silvione dopo lo sfascio dei nostri compagni?

    interessante dubbio: facciamo un po’ di fantapolitica con un pizzico di paranoia e di teorie complottistiche:

    ipotesi a) silvio c’e’ perche’ comunque, la sx ha uno zoccolo duro di elettori che la voteranno “no matter what”; a questo aggiungiamo che silvione porta nella destra la propria immagine e unita’, o con lui o si fa la fine di casini (abbandonato anche da famiglia cristiana). Senza silvione AN e lega si massacrerebbero e non si metterebbero daccordo, insomma silvione e’ la colla della destra .

    ipotesi b) silvione e’ una marionetta della sx, o meglio :
    sx e dx non esistono, sono entrambi fantocci del vero governo ombra: banche, industriali ecc. ecc. gente che lavora davvero nell’ombra e tira le trame dei giochi. Per fare cio’ hanno bisogno di due schieramenti, il primo composto di “duri e puri” che attragga tutti “gli idealisti” e “i pensatori” il secondo che attragga i “praticoni” coloro che vogliono i fatti (anche se piccoli) alle parole.

    Una volta creati questi due schieramenti bisogna far si che i due schieramenti si scontrino e si blocchino reciprocamente: il conflitto d’interessi, la magistratura faziosa, l’entropia e la mancanza di un capo perche’ dobbiamo essere democratici e cosi’ via.

    Ecco che quando e’ al governo il primo schieramento esso si frammenta nella miriade di idee inutili, di anarchia e di lotte di potere intestine; ecco che quando e’ al governo il secondo esso grida alla magistratura contro al fatto che i primi li bloccano su tutto ecc. ecc.

    I due schieramenti litigano, l’attenzione e’ incentrata sui litigi e non va avanti il potere economico e’ stabile e i soliti noti continuano a far manbassa .

    Prova a pensare se silvione non ci fosse: la destra sarebbe un manipolo di tizi vestiti di verde che sbraitina e che vogliono essere come gli antichi celti cattolici ( lol ) e tizi vestiti di nero col crampo al braccio destro.
    La sx si troverebbe il paese a favore, a pieni voti, si troverebbe a dover far qualcosa e non potrebbe sbraitare contro qualcun altro perche’ quel qualcuno … NON C’E’.

    potrebbe essere una teoria interessante e neanche tanto strampalata 🙂

  • Comandante Nebbia

    Personalmente mi sono un pochino rotto i coglioni di essere tirato in mezzo quando si parla dello sfacelo italiano. Io la mia parte cerco di farla ogni giorno…posso fare di più? Certamente sì…ma di essere accomunato a qualunquisti, opportunisti, ignoranti, etc…non ci sto…ma nemmeno per scherzo!!

    Calma e gesso. E’ solo la mia opinione, non è la verità e quindi non vale la pena di incazzarsi.
    Io, per disciplina personale, sono uno di quelli che quando i figli si perdono pensa che i primi responsabili siano i genitori.

    Se le cose vanno in un certo modo è perché qualcuno non ha fatto completamente il suo dovere. Se tu sei tranquillo con la tua coscienza, allora stai a posto.
    Io no. Sicuramente avrei dovuto fare di più. Ho delegato troppo per disinteresse, pigrizia ed egoismo.
    Ho voltato la testa perché non volevo fare discussioni sgradevoli o mischiarmi con gente volgare.

    Ho sbagliato e lo ammetto. Chi non si sente in queste condizioni si dissocia. Punto.

  • Maurizio2

    In Iran, al tempo dello scià, la società si stava evolvendo verso una sorta di “pari dignità” con l’Occidente…….ed hanno voluto a tutti i costi Khomeini e la sua gente.

    Sull’avvento al potere dei talebani in Afghanistan, aiutati con furba mossa politica dall’ Occidente per contrastare i russacci brutti e cattivi, siamo da anni ormai quotidianamente superaggiornati.

    In Zimbabwe l’indipendenza, e dunque il passaggio dal monopolio politico bianco al potere ai neri (primi anni ’80) era stato indolore ed il Paese era preso a modello di integrazione….guardate ora…….

    E potrei proseguire;

    In Italia, a differenza di molti di questi Paesi sfigati, vige ancora un metodo cosiddetto “democratico”…..e dunque qui, dove c’è maggior libertà di scelta, optare da soli per il cappio al quale impiccarsi è forse ancora meno giustificabile…..

    In fondo è tristemente vero che OGNUNO HA IL GOVERNO CHE SI MERITA.

  • lupoalburnino

    Caro comandante Nebbia, ti assumi responsabilità che non hai per il caos in cui è piombata l’Italia. Non è detto che, se anche ci avessi provato, ci saresti riuscito. Non so quale sia la tua appartenenza o il gruppo di potere (!?) di cui fai parte. Se non hai alle spalle nulla di tutto questo, non hai neppure responsabilità. Oggi fai benissimo la tua parte e molti dovrebbero esserti riconoscenti perchè dici pane al pane e vino al vino. Grazie!
    Per pacatoegentile: nessuna predica e nessuna offesa. L’indulto è stato voluto da tutto il Parlamento, esclusi IDV, AN, Lega. Silvio più di tutti: parecchi suoi elettori poi gli sono stati riconoscenti. Però, una cosa non accetto. In che cosa Berlusconi sarebbe meno peggio degli altri? Se aggiungi all’indulto le leggi ad personam, il falso in bilancio, il lodo Schifani, ecc., veramente credi di stare meglio? Con Berlusconi non ti devi guardare le spalle…Perchè durante i suoi precedenti cinque anni che cosa abbiamo fatto? Non solo le spalle, ma anche le tasche. Al centro sinistra rimprovero aspramente l’incapacità di capire l’umore della gente, non l’inconsistenza dell’azione politica, la litigiosità, non la mancanza di conoscenza dei problemi, la voglia di apparire, non l’indirizzo politico, la cocciutaggine. Sono errori così gravi che hanno fatto dimenticare alla gente i cinque anni di Berlusconi. E’ un errore imperdonabile!

  • Comandante Nebbia

    Io appartengo alle persone che amo Lupo.

    Secondo me nessuno può chiamarsi fuori da un processo nazionale che è degenerato per disinteresse e eccesso di delega.

    Se siamo ciò che è il nostro parlamento, meriteremmo una perdita della patria potestà su questa penisola ed una gestione commissariale.

    Se non siamo quello che è il nostro parlamento, allora abbiamo lasciato fare troppo. Vedete cosa ho scritto qui, grazie.

  • pacatoegentile

    lupo: non ho intenzione di entrare nel loop della discussione su chi sia il meno peggio, ripeto e’ come disquisire su quale colore di feci sia il migliore, quando invece il punto e’ che non dovremmo scegliere feci ma tra giusti rappresentanti e nessuno dei due schieramenti attuali mi rappresenta minimamente.
    Sono anni che discuto e alla fine si va a litigare per particolari insignificanti intrappolati nel rifiuto di accettare che il bipolarismo NON ESISTE: tutti e due legati alla chiesa e alla CEI, tutti e due che fanno orecchio da mercante alle problematiche omosessuali, tutti e due che ledono la mia PRIVACY e i miei DIRITTI in nome di tutela del minore e sicurezza contro i “terroristi”, tutti e due che mantengono aziende monopolizzatrici, tutti e due che non hanno FATTO NIENTE per risolvere il problema energetico o il problema dei rifiuti, tutti e due che OSTACOLANO la giustizia quando va a toccare i loro interessi.
    Certo, ognuno con le sue modalita’, ma a fatti dimmi se uno dei due ha cambiato qualcosa sui punti di cui sopra.

    comandante ha scritto:

    Secondo me nessuno può chiamarsi fuori da un processo nazionale che è degenerato per disinteresse e eccesso di delega.

    Sono daccordo ma da pragmatico quale sono ti chiedo, come si puo’ cambiare quando la nostra unica azione possibile e’ il voto e ora siamo bloccati anche in quello ?
    Viviamo nel presente, lasciamo perdere i se e i ma di quello che e’ successo nel passato – anche perche’ non si puo’ piu’ cambiare – come possiamo cambiare il presente qui e ora e possibilmente evitando soluzioni con armi e morti ?

  • francesco

    …e bravo silvio ogni volta che ti devi (dis)fare una legge, sei sempre al posto giusto!

  • Comandante Nebbia

    Continuo ad affermare che è necessaria una rivoluzione individuale. Dopodiché il cambiamento sarà consequenziale.

    E’ quasi impossibile riavere il nostro paese nel corso delle nostre vite. Abbiamo sottoscritto troppi debiti e non riusciremo mai a venirne a capo in breve tempo. Chiunque vi dica il contrario vi mente, probabilmente per fini personali.

    Il massimo al quale possiamo ambire è invertire la rotta e bruciare le nostre vite in favore dei nostri figli. Il resto sono chiacchiere e non valgono nulla.

  • Cambiamo Pianeta

    Caro CN, non devi pensare che mi sia incazzato con te…semplicemente vorrei che non si facesse di tutta l’erba un fascio e si tendesse ad affermare che se la situazione è questa allora è indistintamente colpa di tutti..così facendo si incapperebbe in un errore madornale. Occorre sicuramente individuare i propri errori, ma assolutamente tenersi saldi nelle proprie virtù e meriti…riconoscere quello che si è fatto e si fa, immersi in un contesto così deprimente, ed esserne orgogliosi…coscienza pulita? E chi può dire di averla?!! Come ho premesso nel precedente commento, certamente avrei potuto fare molto di più…ma, non accetto l’equiparazione con chi non ha fatto altro che vivere alla giornata, fregandosene abbondantemente, non volendo vedere, ascoltare, capire e appoggiando per meri interessi personali o per subdole simpatie questo o quell’altro esponente politico.

  • Iniquo

    La colpa della situazione attuale è di chi ha votato per chi ora si sta comportando “male”.
    La varietà di scelta c’era, lo sbarramento era ragionevole ma tutti a correre dietro ai pifferai del voto utile (anche se il premio di maggioranza era più distorsivo della democrazia di quello della legge Acerbo); l’unico handicap erano le liste bloccate, ma comunque anche fosse stata possibile la preferenza nominale la rosa di candidati l’avrebbe comunque decisa il partito.
    Berlusconi ed i suoi, Veltroni e quelli che siamodesinistraperchèleggiamolarepubblica sono lo specchio più fedele possibile della popolazione italiana.
    Mi ripeto anche qui: dobbiamo essere intransigenti e non perdere occasione per manifestare il nostro dissenso, pensare sempre autonomamente e non affidarci ai ducetti da comizio (per esempio Grillo).

  • tritumbani

    Comincio ad essere spaventato sul serio

    A peggiorare le cose …
    mia moglie quando parlo di ciò che sta combinando SB mi rinfaccia l’indulto e Pecoraro Scanio e, cosa ha, cosa non ha combinato il governo Prodi. Molti conoscenti non vedono cosa ci sia di strano nell’esercito per le strade. All’ennesima legge ad personam molti rispondono “Embè! si sta sistemando i suoi affari e FA BENE (sic!)”.
    Credo di essere l’unico nella mia cerchia di amici e parenti ad essere seriamente proccupato.

    Vivo al sud e mi trovo personalmente coinvolto in una situazione Kafkiana di concorsi e pubblica amministrazione e pazienza se non ne esco, in fondo lavoro e campo lo stesso.

    Ma ho due figli e temo non mi sia rimasto altro che quello che dice CN, ma per cercare di mandarli all’estero, questo paese non da più speranze.

    I giornali non danno più affidamento di informazione libera, molte informazioni sono solo su Internet e non è facile distinguere, il 95% dei reati pare sia impunito o prescritto (conviene darsi al crimine).
    Il peggio è la mentalità diffusa.

    Per un vecchio appassionato di fantascienza come me la situazione è un misto di 1984, Lastrico dell’inferno, Largo largo, e Gladiatore in legge, senza dimenticare la Fattoria degli animali, che erano satira sociale e fantapolitica, ma ora si stanno trasformando in realtà.
    Non è il terzo mondo a venire da noi, ma noi ad andare da lui, con buona pace di Calderoli

    Ricette? Non ne ho a meno di usare la chirurgia in modo diffuso o una forte psicoterapia a tutto il paese per un paio di generazioni.

  • pacatoegentile

    Comandante: anche se credo che la tua proposta sia un’utopia sono daccordo con te e faccio – e faro’ – quello che posso per dare il mio contributo .

    Iniquo: perdonami ma dimmi quali erano le scelte alternative

  • lupoalburnino

    Certo che, quando si parla di Berlusconi, gli animi si accendono. E ciò mi preoccupa molto di più della sua vittoria: sembra che non ne possiamo fare a meno. E’ qui l’errore! Io non sono sicuro che non vi siano alternative. Solo che noi non sappiamo crearle: ci becchiamo come i capponi di Renzo. Non sono molto d’accordo che i due schieramenti non siano stati alternativi e non lo siano ancora, perchè tra un centrodestra che cerca solo di imporre le sue regole economiche e sociali in una direzione autoritaristica e un centrsinistra che almeno rispetta in un certo qual senso i ceti più deboli e vorrei aggiungere un pò di democrazia, io scelgo quest’ultimo senza se e senza ma anche se a molti non piace. Io non mi sento migliore di coloro che hanno votato Berlusconi. Mi sento solo preso per i fondelli da coloro che gli consentono di fare quello che vuole per i suoi interessi e quelli dei suoi amici. C’è poco da fare con una maggioranza così schiacciante. C’è solo da far capire ai politici che abbiamo votato che così non va bene. Che poi gli italiani siano egoisti, ecco perchè il voto a Berlusconi, ma a chiunque come lui, lo sappiamo da sempre. Perchè, secondo voi, la Dc (anch’io votavo DC) e Craxi avevano tanto successo? Perchè ciascuno di noi credeva di essere “curato” individualmente: era tutto fumo negli occhi. Se non capiamo questo, non c’è speranza di una società migliore, democratica e solidale! Lo so che non condividete le mie idee, ma le vostre come possono essere concretizzate? Con la rivoluzione? Non vi sembra che sia acqua passata?

  • Comandante Nebbia

    Signori
    non è da gentiluomini perdere la calma e la speranza quando la situazione degenera e c’è bisogno di forza, compostezza e determinazione.

    Fidatevi di un uomo che ha un minimo di esperienza. Occorre mantenere accesa la fiaccola specialmente quando scende il buio più profondo.
    Questo è già seminare per il prossimo raccolto.
    Certo, nessuno ci assicura che ci sarà un prossimo raccolto, ma noi siamo uomini e credere di riuscire a piegare il destino è proprio della nostra specie.

    Vivere con dignità vuol dire anche saper accettare l’alterna fortuna e sopravviverle integri, almeno nello spirito.

    Alla morte non sfugge nessuno, tanto vale arrivarci in piedi e non sdraiati o, peggio, nella posizione a maniglia.

  • tritumbani

    @iniquo
    e va bene, il “ducetto da comizio” ha i suoi difetti, ma lui e Travaglio rappresentano una voce parlante in un quasi deserto informativo e
    cerchiamo di non cadere nella trappola dei circoli elitari e snob e di disprezzare i “grilli parlanti”, quando anche noi lo siamo.
    Noi qui, e mi ci voglio mettere anch’io, cerchiamo di ragionare “criticamente”, di esporre argomenti che ci stanno a cuore e di vedere al di là del nostro naso, e spero che ci riusciamo. Ma non per tutti è così. Servono anche altri mezzi di sensibilizzazione, la situazione è “grave disperata ma non è seria”.

    ps Spero di non aver esagerato con le virgolette
    pps @ doxa avrei voluto linkare il tuo racconto di “fantascienza” ( ancora virgolette) nel mio intervento precedente si legava benissimo, ma sono negato con il web.

    Meglio accendere una candela che maledire l’oscurità
    (proverbio cinese)

  • Doxaliber

    pps @ doxa avrei voluto linkare il tuo racconto di “fantascienza” ( ancora virgolette) nel mio intervento precedente si legava benissimo, ma sono negato con il web.

    Lo faccio io. :mrgreen: ecco il link. Non ho seguito la discussione perché oggi sono stato fuori, leggerò i commenti qui domani.

  • Alberto

    Secondo me il pessimismo dilagante è figlio di una situazione molto critica e di una “rivoluzione dell’informazione”.
    Personalmente solo grazie a internet ho cominciato a prendere atto concretamente del problema informazione in italia, e questo è già un passetto avanti. Gente come grillo e travaglio anche se fuori dalla tv nazionale sono seguitissimi per le cose che dicono e non per il fatto che sono in tv, e a ben pensarci non è una cosa da nulla.
    Quindi un primo processo si è innescato, senza ombra di dubbio, ed è partito dalla base, non è detto che non possa portare a risultati concreti nel medio periodo, di sicuro nel lungo periodo inciderà in quanto molta gente sta a mio avviso “prendendo coscienza” della situazione.
    E questo porterà prima o poi gli italiani a scegliere delle alternative politiche, che oggi non ci sono ma che verranno avanti in risposta a una necessità di cambiamento reale e sentita.

  • Marco

    Concordo e sottoscrivo l’articolo di CM; e sono d’accordo sul fatto che “noi tutti” abbiamo contribuito a creare questa situazione. Noi italiani, perchè se iniziamo i distinguo poi non facciamo altro che continuare in una china egoistica confermandoci una nazione di campanili. Siamo noi che non siamo riusciti in questi anni a dare una direzione a questa nazione, a creare una identità nazionale che vada oltre i mondiali di calcio, una direzione che portasse avanti un sistema paese eppure di menti eccelse ne avevamo ma erano tutte Cassandre: imprenditori capaci, industrilai seri ed onesti, architteti, economisti , stilisti, studiosi, ricercatori, premi nobel, fisici e perchè no anche politici lungimiranti.
    Nulla, non siamo stati capaci di fare nulla e siamo a piangere e rincorrere utopie e tenerci questo personaggio e tutta la sua cricca che come disse Curzio Maltese, in un nessun paese democratico mai e poi mai sarebbero stati eletti e neppure candidati.
    Marco

  • Maurizio D.

    L’unica speranza è la loro morte. Solo così ci libereremo di loro. Hanno in mano il potere, fanno le leggi che gli servono, risolvono i problemi con la forza militare contro la gente.
    Quando moriranno (tardi, ahinoi) potremo ricominciare.

  • Francesca

    x Pacato e gentile
    Sono sempre stata contro Prodi e il suo governo arlecchinato ma l’indulto l’ha votato anche ila ex Casa delle Libertà (F.I. e AN), ce lo vogliamo ricordiamo ogni tanto?

    x Comandante Nebbia

    Continuo ad affermare che è necessaria una rivoluzione individuale. Dopodiché il cambiamento sarà consequenziale.

    E’ quasi impossibile riavere il nostro paese nel corso delle nostre vite. Abbiamo sottoscritto troppi debiti e non riusciremo mai a venirne a capo in breve tempo. Chiunque vi dica il contrario vi mente, probabilmente per fini personali.

    Il massimo al quale possiamo ambire è invertire la rotta e bruciare le nostre vite in favore dei nostri figli. Il resto sono chiacchiere e non valgono nulla.

    Comandante Nebbia la penso esattamente così.
    SB fa’ il lavoro che qualsiasi classico furbetto italiota farebbe al suo posto, ai vertici dell’immenso potere concessogli.
    La colpa è ns. e mi ci metto in mezzo anch’io anche se non ho votato la scorsa volta.
    Se gli italiani vedono in lui il Salvatore, l’Unto, il Furbo, quello che s’è fatto dal nulla o il meno peggio non lo so’, non sono mai stata affascinata da certi personaggi.
    Andrebbe chiesto a loro come hai fatto nell’ultimo post se qualcuno si è fatto un esamino di coscienza.
    Certo è che la colpa è di tutti e di qui se ne esce solo con una rivoluzione individuale che va dall’informazione e alla consapevolezza politica di ciò che vogliamo l’Italia diventi se riesce a sopravvivere ad altri 5 anni così.
    Rivoluzione, rivoluzione, rivoluzione è la parola chiave.

  • lupoalburnino

    Non mi sento responsabile della situazione che si è creata. Ho fatto tutto il possibile perchè non si verificasse, nel mio piccolo. Ho scritto, ho parlato, ho operato anche nel sociale, ma la sordità che ho trovato mi ha turbato: qualsiasi argomento portassi contro il berlusconismo, cercando di far capire con fatti reali quanto fosse pericoloso quel tipo di teoria e pratica politica, non ha sortito alcun effetto positivo, nemmeno con il parroco, il quale mi dava ragione, ma poi mi opponeva i Dico, la famiglia, l’eutanasia, l’aborto, il divorzio. Ed io a ricordargli le “famiglie” di Berlusconi, Casini, Fini, La Russa, Bossi, ecc., i Dico (non che io sia un patito dei Dico) già in atto tra i parlamentari. Nulla! Una sordità disarmante! Non avrei potuto fare di più. Quindi non mi sento responsabile.
    Ora sono molto preoccupato per i risultati siciliani non tanto per l’ennesima vittoria del centrodestra, scontata, e mi fa paura l’esultanza di chi ha vinto. Mi dico e dico a chi è possibile dirlo che dovrebbe essere preoccupato anche il centrodestra, ma mi sembra che nessuno voglia capire che si prepara una deriva antidemocratica da terzo mondo, senza esagerare. L’Argentina, il Cile sono vicini, (Dio non voglia!) e noi italiani ridiamo e cantiamo stranamente senza Apicella (come mai non si è visto in questi eventi così esaltanti per il suo mentore?). Questa luna di miele così intensa potrebbe continuare all’infinito se chi può non apre gli occhi: il Parlamento innanzitutto compreso il centrodestra. Gli italiani, dopo la resistenza, sono capaci solo di creare terrorismo, intolleranza, monnezza, insicurezza, paura…
    Vorrei invitarvi a leggere il mio blog, in cui sono un pò più chiaro nell’esprimere le mie idee, almeno credo: http://www.splinder.com – lupoalburnino e, se occorre come passwrd: vincenzo. Mi farebbe piacere leggere i vostri commenti.

  • Adetrax

    @Francesca

    L’Italia dei valori, la Lega Nord e Alleanza Nazionale hanno votato CONTRO l’indulto.

    Che poi nel caso di AN e Lega sia stato il frutto di una strategia concordata con FI, questo e’ un altro discorso.

    @Tutti
    Se la cosa riesce, piu che a favore dei nostri figli io punterei di piu’ sui nostri (ipotetici) nipoti, se va male, bisognera’ sperare almeno nei figli dei figli dei figli.

    Il sistema Italia e’ autoregolante, nel senso che basta che qualcuno non giochi piu’ e gli incantesimi si rompono.

    I problemi attuali sono due:

    1) che a tutti piace un po’ troppo giocare e per uno che scende dalla giostra, ne salgono altri due o tre che sempre meno frequentemente hanno le carte in regola per giocare;

    2) che tutti vogliono “dialogare” a prescindere dalla volonta’ degli ascoltatori; alla fine che si dialoghi oppure no si e’ comunque assimilati.

I commenti sono chiusi.