Il Cavaliere Inesistente 69


Con la firma del Presidente della Repubblica, il Lodo Alfano, quello che stabilisce l’immunità per le alte cariche dello Stato, diventa legge. Di fatto, da oggi, il Cavaliere diventa inesistente per la legge italiana.
Non ho intenzione di soffermarmi sul beneficio che questo provvedimento potrà portare ad un singolo. Su questo ognuno di noi si è già fatta un’opinione personale e io ritengo di non avere nulla da aggiungere. Cercherò di condividere con voi un paio di osservazioni.


Stabilire per legge che gli uomini che occupano le prime quattro cariche dello stato non possono essere processati per l’intera durata del loro mandato vuol dire ammettere esplicitamente che uno dei tre poteri dello stato, quello Giudiziario, è, nel suo complesso, fuori controllo con tutto ciò che ne consegue.
Attenzione. Qui non stiamo parlando di un solo giudice corrotto o psicopatico. Casi isolati di funzionari irresponsabili sono inevitabili in ogni sistema, anche il più organizzato ed affidabile. Qui stiamo parlando del fatto che l’intera struttura giudiziaria italiana non è ritenuta in grado di amministrare il proprio funzionamento in maniera attendibile. E tutto questo per legge dello Stato.

La presa d’atto di una situazione del genere è di una gravità enorme. Se le prime cariche dello stato hanno sentito il bisogno di tutelarsi dall’azione incontrollata di una magistratura apostata, questo vuol dire che qualsiasi cittadino avrebbe, per ipotesi (ma non tanto), il diritto di ritenersi perseguitato da un’organizzazione la cui inattendibilità è certificata per legge dello Stato.
Un organismo complesso e delicato come il potere Giudiziario dovrebbe prevedere in se i meccanismi di autocorrezione necessari a far rimanere il suo operato ineccepibile. E’ per questo che esiste il Consiglio Superiore della Magistratura. Se Potere Esecutivo e Potere Legislativo si coalizzano per renderlo inefficace, la crisi sistemica del nostro pese è oltre ogni livello di allarme.
Qualcuno potrebbe obiettare che leggi simili esistono in altri paesi. Io mi chiedo da dove sia derivata questa convinzione, poi mi viene in mente che giornali e televisioni hanno diffuso la notizia senza offrire alcun riferimento. Vi invito a leggere questo pezzo dove Il Gobb, nella parte conclusiva del suo lavoro, ci presenta un quadro dell’immunità negli altri paesi.
L’unica a risultare immune per legge è la Regina Elisabetta. Figuriamoci.

La seconda riflessione riguarda il concetto di uomo e della carica che ricopre.
In un paese di consolidata tradizione democratica, il succedersi degli uomini nelle cariche di potere è un fenomeno naturale ed accettato tranquillamente. Si ritiene, e secondo me a pieno titolo, che l’istituzione abbia un’importanza di molto superiore al singolo perché, mentre il singolo è destinato a sparire, l’istituzione deve perpetrarsi a preservazione dell’ordine e del diritto.
E’ per questo che, di fronte alla scelta tra tutelare l’uomo o la carica, si preferisce sempre tutelare la carica perché essa è il simbolo della nazione mentre l’uomo, nella brevità del suo percorso terreno, è sempre sacrificabile.
Una misura che protegge l’integrità dell’uomo a discapito del prestigio della carica è una norma che esplicita il fatto che il singolo, a cui destino e fortuna hanno attribuito il potere, prevale sulle istituzioni della collettività.

Questo, fato vuole che coincida con aspetti organizzativi tipici della monarchia assoluta o della dittatura. Niente di nuovo, d’altra parte. Ora, ritengo che il passo successivo possa essere rappresentato da una modifica della costituzione che faccia divenire ereditaria la carica di Presidente del consiglio. Nessun problema a proposito. AN è ormai carne e sangue di Silvio e la Lega sarà sicuramente d’accordo a sostenerla. In fondo, a loro interessa il federalismo fiscale e in nome dei danè sono pronti a votare tutto.
Il PD organizzerà sicuramente una manifestazione di protesta, ma senza invitare la Guzzanti e, soprattutto, in autunno.


69 commenti su “Il Cavaliere Inesistente

  • Francesca

    Tutto nella norma, nessuno scandalizzato.
    Grazie anche al Gobb per il suo dettagliato articolo.
    Siamo sempre il fanalino di coda europeo, in tutto, ma qui ci stiamo avvicinando ad un regime e nessuno lo dice.

  • Finazio

    Tu hai ragione su tutto. Il PD invece agisce con calma, tranquillità. Non sia mai gli altri dovessero pensare che, pacatamente, abbiano idee diverse da Berlusconi.

    • Alessandro

      Il PD? ma è ancora in piedi? Ma non è già crollato al suo interno, sfasciato dalle millemila correnti preoccupate ad accaparrarsi la poltrona?
      Comunque non c’é problema, è impossibile pensare che non abbiano idee uguali al Cainano, appena quello ha nominato il ritorno dell’immunità parlamentare, hanno fatto subito i salti di gioia…..

      • Comandante Nebbia

        E la legge elettorale?
        Sentito nulla dal PD a questo riguardo?

        A volte penso che siamo in in regime di partito unico e che ci sia solo dibattito tra le varie correnti.

        • Alessandro

          Può essermi sfuggito, ma non mi sembra abbia detto nulla il PD, a parte i soliti boh, mah, forse, ehm, scusa sommessi di Veltroni.
          Ha ragione Grillo, PD e PDmenoL sono solo lo stesso identico partito, in fondo i componenti arrivano dalla vecchia DC, dal vecchio PSI, dalla vecchia scuola, tutti amicici.
          Gli unici che (opinione mia) se ne salvano sono IDV da una parte, e Lega dall’altra, anche se (A MIO AVVISO, EH) di qualità totalmente differente….. entrambi partiti nati nella seconda repubblica da zero, non da rinomine di vecchi partiti esistenti, o da accolte di masse di fuggiaschi.
          La nostra, a pensarci bene, non è democrazia, è oligarchia….

          • marcoilbuono

            Se ci pensi bene l’IDV è piena zeppa di vecchi carrozzoni, ti dice niente Leoluca Orlando? Anche gli altri non sono esattamente di primo pelo.
            Non dico buoni o cattivi, ma vecchi.
            Per la lega una minzione(!) a parte, ecco ho fatto, zip.

          • Alessandro

            Sisi, ho presente (God bless WikiPedia :D), però resto fermo del mio parere: per quanto abbia opinioni diverse, IDV e Lega sono due partiti che, a differenza di AN, PDL, PDMenoL, SinistraArcobalenoGiàDefunta, etc, sono partiti nati da zero, attorno agli anni novanta (IDV dopo di sicuro, lega mi sembra attorno a quegli anni, o fine anni ottanta); gli altri, invece, sono rinomine, fusioni, rifusioni di partiti già esistenti, con un’età alle spalle decisamente maggiore, con tutto quello che ne consegue, in termini di obiettivi di nascita, di scopi da portare avanti, etc….

            Poi, ovvio, i politici arrivati da altri partiti ci saranno sempre ovunque (finché non ci si deciderà ad avere un bel due legislature max e poi a casa a lavorare), il salto della poltrona è lo sport più in voga in politica, ma è innegabile che Lega ed IDV siano, attualmente, i due partiti più “Popolari”, come modo di porsi, come “distanza dalla casta” (prendiamolo con le pinze, eh….), come stessa età del partito. Viceversa, PD e PDL mi danno l’impressione di essere molto, troppo simili tra loro…

            Poi, come sempre, in mia opinione, magari prendo cantonate io eh 🙂

          • ilBuonPeppe

            La lega è precedente alla cosiddetta seconda repubblica, e mi sembra che si sia perfettamente allineata agli altri partiti, quindi non vedo la differenza.
            Idv è nata diversa, poi è stata colonizzata dai profughi trombati altrove (vedi l’esodo dei masteliani), e oggi contiene personaggi francamente impresentabili. Oltre al fatto che la sua gestione è tutto tranne che democratica e trasparente.
            Chi vuole presentarsi come il “nuovo” non può esimersi dal dimostrare la propria diversità in maniera concreta, non a chiacchiere. E per me nessuno dei partiti presenti in parlamento oggi, o nelle legislature passate, risponde a questi requisiti.

          • Alessandro

            Che la lega si sia allineata…. oddio, più che allineata direi che si sta turando il naso, piegando a novanta, etc. etc. etc. per portare a casa il federalismo.

            Sull’IDV non sono d’accordo, né con la definizione di poco monarchica e trasparente, né sul fatto che sia un ricettacolo di fuggitivi fine a se stesso, né sul fatto che sia uguale agli altri. Intanto, che sia l’unico partito che non ha condannati in parlamento, vorrà pur dire qualcosa, no?

            Non dico che l’IDV è il partito perfetto, ma che, tra quelli presenti in parlamentom, è quello che mi da maggior garanzie di voler cambiare le cose.

            Come sopra, opinione mia, eh, mica verità assoluta 😀

          • ilBuonPeppe

            IDV quindi è il meno peggio? Se la metti così sono d’accordo.
            Ma è anche per seguire il “meno peggio” (che nei vari momenti è cambiato) che oggi ci ritroviamo in questa situazione. Io non ci sto più a sostenere il meno peggio: voglio il “meglio”.
            Non sei d’accordo sul fatto che IdV sia monarchico e poco trasparente. Allora dimmi come vengono eletti il segretario e gli altri organi dirigenti; dammi un loro bilancio; dimmi in quali occasioni hanno svolto le primarie (o qualcosa di simile) per comporre le liste elettorali.

          • Alessandro

            Marò, ma perché si finisce sempre a parlare di IDV? 😀

            No, non dico che è il meno peggio, anzi. Come modo di fare, di operare, come idee stesse dei suoi componenti (non solo di Pietro, intendiamoci), è quella che, in parlamento, mi da la maggior fiducia.

            Sullo statuto… ho letto, e mi sembra normale (non lo riassumo qui perché sennò fa notte), non ci vedo nulla di diverso da quello di un PD, ad esempio….

    • lupoalburnino

      Su questo non sono completamente d’accordo. Il PD ha fatto, per quello che ha potuto, ostruzionismo, si è dichiarato contro in tutte le sedi anche sui mass media, ha votato contro come l’IDV, mentre l’UDC si è astenuta. Con una maggioranza così schiacciante c’era poco da fare e sperare. Mi auguro solo che gli italiani in tempi non troppo lunghi capiranno. Ma anche su questo ho forti dubbi!

  • ilBuonPeppe

    Era ampiamente scontato. L’unica eventualità sulla quale nutrivo ancora qualche residua, flebile, assurda speranza era che Napolitano potesse rinviare (negare sarebbe stato veramente eccessivo) la firma della legge.
    24 ore. Questo è il tempo che Napolitano ha impiegato per decidere di seppellire la Costituzione.
    RIP

      • Silent Enigma

        e poi dice che era comunista…
        mavaffanculo va (tanto non è più ingiuria, cassazione docet)

      • alberto

        Io ci facevo affidamento su napolitano.
        Avrebbe fermato il tutto solo per un giro (come nel monopoli) ma avrebbe dato prova di sé e sarebbe stata una bella protesta verso questa assurdità.
        Ora invece sono perplesso. Evidentemente aveva ragione Grillo dicendo che anche il signor napolitano ha qualche scheletro nell’armadio.
        Infondo… chi non ne ha?

        • Comandante Nebbia

          Non credo che sia questo.
          Secondo me la firma ha motivazioni di opportunità politica che possiamo non condividere, ma che saranno state prese in considerazione.
          Se il provvedimento non conteneva norme contrarie alla costituzione, non so se il presidente avrebbe potuto rifiutare la firma.

          • ilBuonPeppe

            La Costituzione assegna al presidente della repubblica la facoltà di rinviare le leggi al parlamento, ma non specifica in quali casi può ricorrervi. Quindi penso che possa rispedirgliela anche solo perchè non gli piace la punteggiatura. L’unico vincolo che stabilisce la Costituzione è che il rinvio deve essere motivato.

          • ilBuonPeppe

            @comandante
            Un asino non ha la consapevolezza di sè stesso, quindi tu non sei un asino altrimenti non potresti dire “sono un asino”.
            Asini sono quelli che di fronte ad argomenti del genere ti dicono “no, non è vero” e negano l’evidenza. Giusto qualche giorno fa mi sono scontrato con uno di questi quadrupedi.

          • alberto

            Evidentemente gli piaceva sia punteggiatura che contenuto.
            O magari l’ha fatto per ripicca contro Grillo, o forse deve commettere un reato che ha come pena cinque anni, così per il 2013 quando gli scade il mandato è già in prescrizione.
            O magari è ostaggio e è costretto a firmare.
            O l’hanno pagato.
            O se l’è giocata a testa o croce e è uscita croce.
            O ha pensato che sarebbe stato inutile ritardare l’inevitabile.
            O magari l’ha firmato per sbaglio “ah, silvio non mi chiedeva l’autografo???”
            O magari è un bluff e ora tira fuori gli assi.
            O…

          • ilBuonPeppe

            … o magari Napolitano è semplicemente uno come tutti gli altri e non si permette di fare qualcosa che possa andare in contrasto con il pensiero unico.

  • Malash

    ormai, palata più palata meno..
    che non venga invitata la guzzanti non mi sconvolge..
    ma in autunno.. cristo..

    • Comandante Nebbia

      Ciascuno fa quello che è in suo potere.
      Io scrivo e faccio in modo che altri vengano letti.

      Molte delle cose che si leggono qui e delle idee che vengono presentate, devono parte della loro diffusione a questa macchina che io ed altri abbiamo progettato e, malamente, gestiamo.

      Credo che la semina sia sempre necessaria per attendersi un raccolto.

      • Silent Enigma

        un omonimo! che bello…

        ot:
        che facciamo, confidiamo nell’unione europea?
        nella spagna, che nel frattempo prepari un mandato d’arresto europeo per il silvione? nel buon senso? e di chi? nella divina provvidenza?


        anche secondo me possiamo contare solo su noi stessi e sulla nostra memoria. del resto la pietra tombale del diritto italiano è già stata posta anni e anni fa, questa è solo una corona di fiori, a confronto.

        ma quando la gente inizierà ad incazzarci cosa succederà?
        ma soprattutto, la gente inizierà ad incazzarsi?

          • luminal

            Io invece non credo che si incazzi:
            O meglio: la tigre ferita a morte deciderà, con un suo ultimo colpo di coda, quando far iniziare l’incazzatura. E ci sarà solo una guerra fra poveri, nella migliore delle ipotesi, per poi ricominciare daccapo tal quale a prima, come se nulla fosse successo…

          • Comandante Nebbia

            Troppo pessimista per essere così giovane.
            al momento buono dovrete portare avanti la fiaccola che noi vi stiamo consegnando.
            Se ci credo io che ho il doppio della tua età dovresti fare uno sforzo e crederci un po’ anche tu.

          • luminal

            Quando vedi la gente cambiare diametralmente idea da un giorno all’altro, che fa finta di non conoscerti, che ti tratta come un’appestata perchè non ti adegui al Pensiero Unico, se vedi coloro che qualche anno fa manifestavano contro la guerra, per la chiusura dei CPT e contro i G8, oggi si vantano di lanciare molotov in campi rom e si presentano allo stadio Rocco di Trieste con striscioni del tipo “Istria, Fiume Dalmazia nè Slovenia nè Croazia” oppure tranquille mamme di famiglia impediscono l’ingresso agli asili comunali a bimbi di etnia non italiana, menando altre mamme e maestre, devo ancora credere in qualcosa?
            Non mi faccio illusioni, penso solo a limitare il danno, senza piegarmi al Pensiero Unico e a un clima da guerra civile. più di tanto non riesco, e non sono capace di fare, peraltro manifestare, fare attivismo è inutile e improduttivo, e di questi tempi, anche pericoloso.

      • Carlo Fronteddu

        Scusatemi, non capendo nulla di html vorrei capire come poter mettere un banner di MC nel mio blog(totalmente invisitato, ma non si sa mai)
        Grazie

  • Francy68

    Non penso che ci possano esserci grosse incazzature, perchè non esiste nessun referente che canalizzi il dissenso al regime…anzi la televisione (e la stampa che cmq non conta un cazzo di niente) continua a somministrare anestetici diffondendo le fregnacce del ducetto.

    Napolitano mi ha deluso profondamento, pensavo avesse un po’ di senso dello stato, ma a sto punto mi sorge il dubbio che anche lui sia ricattato / comprato come tutti i sodali del regime.

    Solo una domanda, ma chi non riceve vantaggi diretti perchè continua a votare le varie leghe e alleanze nazionali? Si sono accorti che sono trattati come schiavi e che i loro programmi non vengono mai portati avanti perchè si fa solo ciò che serve al capo?

    … e poi, dico io, visto che i politici sono tutti uguali e fanno tutti schifo, ma perchè non vi astenete?

    • luminal

      La gente è cambiata, ed è cambiata in peggio…
      Dalle mie parti, in FVG, coloro che votavano RC o PCdI ora votano in massa Lega. E son diventati più razzisti, feroci e pericolosi dei leghisti della prima ora, un pò come gli occidentali che si convertivano all’Islam…
      Credo che votano questo perchè è proprio quel che vogliono, e noi saremo sempre più una minoranza, finchè non ci arresteranno o ci faranno fuori, o abbandoneremo questo disgraziato Paese al suo schifoso destino, come io e la mia famiglia abbiamo abbandonato il nostro…

    • Silent Enigma

      l’astensione è stata oggetto di grosse discussioni su MC 🙂

      un piccolo appunto:
      purtroppo, e sottolineo purtroppo, i media quali stampa e tg hanno ancora troppa importanza in questo paese.
      ricordo che siamo il fanalino di coda dell’ue (oltre a tutto il resto) anche per il tasso di collegamenti internet; tenendo conto che comunque il web italiano assomiglia sempre più alla tv spazzatura, è meglio così

      • Il Gobb

        Uno dei problemi è che il Web è solo uno strumento. Sono un fermo sostenitore della media education: il mero fatto di avere a disposizione un media fin da piccoli non significa saperne sfruttare le caratteristiche, comprenderne i limiti e i meccanismi e quindi avere le necessarie abilità comunicative per codificare ciò che si vede, si legge e si sente.

        Se pensi che, ogni singolo giorno dell’anno, fra le 10 notizie più cliccate su Google News (tanto per dirne uno), circa 6/9 sono relative a cronaca (nera, di solito), sport, culi&tette, gossip e amenità.
        Fate la prova, se non fosse amarissimo sarebbe divertente 😀
        http://news.google.it/?ned=it&topic=po

        Un esempio?
        Pochi parlano del clamoroso caso Alitalia, che non è affatto finito e si sta dimostrando uno scempio: spreco di soldi pubblici, costruzione di un monopolio sulle tratte nazionali…

        In questo preciso momento le notizie più lette sono, invece, queste:
        “Sulle fotografie osé della miss sarà una battaglia legale”
        Mutu: Nel pomeriggio tutta la verità
        La salute di Steve Jobs preoccupa
        Karadzic dovrà rendere conto di milioni di dollari
        Mancini racconta la sua verità “Pollari riferiva a Tronchetti”
        Nones e Kehrer salvi, l’incubo è finito
        Resa dei conti a Gotham l’eroe sparisce nell’ombra
        Rapita dal padre per 4 anni, torna dalla mamma
        Juve, Trezeguet non sorride più: addio? 09:37 del 25 luglio
        Sarah Jessica Parker fa la fine di Carrie: il compagno la tradisce …
        Notte da incubo per Mexes Gli rubano l’auto con dentro la figlia
        Google Knol, scatole di conoscenza e pubblicità
        Internet, in autunno Microsoft lancia il motore di ricerca su Facebook
        Fiamme nello stabilimento della Birra Peroni
        Recensione/ Eee PC 1000 senza veli
        Ubriaco contro auto dei carabinieri Un morto e quattro feriti

        Non so se mi spiego O___O

  • Giu

    Così ho scoperto che adesso il Ber-Losco è immmune per legge alla pari della regina Elisabetta.
    Speriamo che non cominci anche ad indossare gli stessi ridicoli cappellini…

    Comunque l’immunità è ancora poca cosa, adesso aspettiamoci che venga inoltrata richiesta al Vaticano per la canonizzazione automatica degli uomini che occupano le prime quattro cariche dello stato.

  • Marco

    Io non ho capito, ma quando uno dei fruitori del lodo Alfano dice che “…così finiscono le persecuzioni..” riferito quindi alle sue personali vicende legali e non affatto legate al suo mandato parlamentare, evidentemente il lodo Alfano è gia superato giacchè lo stesso, se non ho capito male, sospende e non cancella eventuali procedimenti legali…

I commenti sono chiusi.