I giornalisti ci prendono in giro? 13


Leggo l’articolo di @danilotaino sull’ultimo numero (il 37) di Sette del Corriere della Sera: “Inspiegabile Germania”.

Tra le altre cose positive sul fatto che sono civili e lavorano quasi tutti, inserisce questo dato: un quarto della forza lavoro tedesca lavora per un “basso reddito” (pari a meno dei due terzi dello stipendio medio); a fine articolo, parte da qui per concludere che “quasi tutti lavorano, ma non tutti prosperano”.
A parte l’ovvietà della affermazione, soprattutto la seconda parte è valida per ogni luogo del mondo, non si capisce perché non dovrebbe essere così per la Germania, io sono uomo di numeri e a naso i conti non mi tornano. Se vi va, facciamo due conti insieme.

Si parla di salario medio, cioè della media dei redditi dei lavoratori tedeschi: per semplicità, facciamo che sia pari a 50; ma siccome in tutti i Paesi c’è una minoranza che guadagna 20 o 30 volte più degli altri e alza la media, facciamo che quest’ultima sia pari a 60. E quindi, il 25% della gente che lavora, guadagna meno di 40.

Cioè, se facessimo un’ipotesi di salario medio intorno ai 1.800 €, un quarto dei lavoratori ne guadagnerebbe meno di 1.200 €.

E adesso mi chiedo: in un paese di 80 milioni di persone, con crescita demografica bassissima, pieno di anziani, ma secondo esportatore al mondo dopo la Cina, non trovate normale che su 42 milioni di lavoratori ce ne siano 10,2 milioni poco qualificati, o semplicemente part-time (in Italia sconosciuto), che guadagnano un po’ meno? E contestualmente, visto che il reddito pro-capite tedesco è tra i primi 20 al mondo, la matematica non ci dice che comunque gli altri oltre 30 milioni di lavoratori guadagnano da discretamente a molto bene? E che quindi, a parte l’ovvietà di cui all’inizio del post, non è che le famiglie tedesche, professionalmente, se la passino proprio male?
E che quindi, aggiungo io, la probabile conferma della Merkel ha più di una legittima giustificazione (almeno economica) da parte del Paese?

Concludendo, quando i giornalisti utilizzano un solo dato (statistico o no) per scrivere opinioni come se fossero verbo, mantenete la mente critica, e cercate di leggere il dato il più possibile in modo neutro. Forse non ci prendono in giro, ma capiscono poco di matematica e statistica.

Di Yari Formentini

Ho quarantanni, mi sbatto per fare nella vita qualcosa di utile per le altre persone.
Sarà probabilmente per insicurezza cosmica e bisogno di approvazione.



Questo lettore ha risposto all’appello di MC che cerca nuovi autori


13 commenti su “I giornalisti ci prendono in giro?

I commenti sono chiusi.