Gli Studenti: Picchiateli! 34


Secondo il meraviglioso nuovo sito di regime Huffington Post, nella sua allineatissima versione italiana diretta dalla famigerata Lucia Annunziata, “Gli studenti scendono in piazza, in tutta Italia, contro la crisi, l’Alta velocità e la casta.”

Se le cose stanno veramente così, pretendo che le forze dell’ordine che io mantengo con le mie cospicue tasse li picchino rudemente acciocché abbiano la lezione che meritano. Che cazzo sono queste proteste generaliste? Non hanno ancora imparato che a domande generiche si ricevono inevitabilmente risposte generiche? L’hanno studiato o no il principio di conservazione dell’energia che dà valenza di assioma alla mia precedente affermazione?

Chi c’è dietro questa ridicola manipolazione della capacità critica che cerca di dare sostanza corporea ai meme di facebook e agli hashtag di twitter?Botte. Se con questo popò di risorse informative a loro disposizione non hanno ancora capito che così si trasformano solo in strumenti ottusi nelle mani del regime ci vogliono le botte. Dove non è arrivato un libro di fisica o un saggio di filosofia forse arriverà una manganellata ben piazzata. Se questi sono nuovi rami della pianta Italia, meglio potarli. Può darsi che quelli che rimarranno si renderanno conto che bisogna avere presente un solo obiettivo finale e perseguirlo con certosina professionalità.

Questo non è facebook. Questo è l’inferno dove i fessi finiscono nel tritacarne e nessuno li ricorda più. Si facciano furbi o scompaiano per sempre.


34 commenti su “Gli Studenti: Picchiateli!

I commenti sono chiusi.