Freestyle (Libere Interpretazioni) 9


La notizia è questa. Romano Prodi esorta la chiesa cattolica a fornire un concreto aiuto nella propaganda contro l’evasione fiscale; don G. Baget Bozzo gli risponde che evadere le tasse non è peccato.

Se non erro, mi sembra che Prodi sia a capo di un governo di sinistra; e che la sinistra sia la forza politica orientata al laicisimo. Ora, capisco che dietro alla sua affermazione possa nascondersi un barlume di logica. Probabilmente avrà pensato: “Visto che la CEI tende a non farsi mai i fattacci suoi, meglio che i suoi prossimi interventi possano portare un ché di buono anche a noi.” So anche che la chiesa è molto vicina agli uomini di destra, e che proprio tra gli uomini di destra vi sono gli industriali e i finanzieri più vicini all’evasione fiscale “che conta”.
Ma a che titolo il leader della sinistra si permette di domandare un ausilio temporale per la risoluzione di un problema squisitamente secolare? E soprattutto, con che faccia dirà ai propri elettori di aver implicitamente autorizzato e finanche sollecitato il coinvolgimento della chiesa nelle faccende statali quando tali elettori pagherebbero di tasca propria e in contanti per tenere cucita la straripante boccaccia di alcuni vescovi impiccioni e della chiesa tutta?

Ma veniamo all’altro protagonista del citato articolo, Baget Bozzo. Con un’interpretazione molto “personale” dell’ottavo comandamento, l’ultraottuagenario prelato genovese annuncia che “non pagare le tasse non è peccato“.
Bene. Vorrei domandargli in quale considerazione morale egli tenga Danilo Coppola ma, prima di poter formulare la mia questione, m’imbatto nella sua biografia. Negli anni ’70 detto curato fece parlare di sé per le sue prese di posizione politiche decisamente contrarie ai dettami vaticani, avvicinandosi a Craxi e ottenendo una diffida dal celebrare messa. Si candidò più volte nelle fila del PSI, cui prese parte attivamente fino al 1992. Disorientato dal terremoto seguito a Tangentopoli ma ancora bramoso di attivismo, GBB cercò riparo alla corte della figura umano-politica più affine al suo vecchio mentore. Nel 1994 venne accolto in pompa magna ad Arcore e poté scrivere il suo nome accanto a quello degli altri fondatori di Forza Italia.
Non mi stupirei se mi dicessero che oggi egli è il consigliere spirituale di Silvio ma posso fermarmi qui: credo di aver trovato tutte le mie risposte.


Informazioni su Contributo redazionale

A seguito di un attacco hacker il database degli autori degli articoli di MC è stato compromesso. Questo articolo è stato scritto da un contributore di MC, ma non è stato possibile risalire a chi. L'autore, se lo ritiene opportuno e necessario, può richiedere la ri attribuzione del contenuto via contatti del sito.

9 commenti su “Freestyle (Libere Interpretazioni)

  • tusaichi

    non doveva accadere d’estate.
    se ne sarebbe parlato di più.
    anche solo per indignarsi.
    ma se ne sarebbe parlato.

  • serpiko

    La domanda è: quando la CEI si esprime sui pacs/dico, trattasi di ingerenza o di consulenza?
    Se si tratta della seconda, spero almeno non sia a pagamento.

  • Atena

    L'uscita di Prodi è un segno (tra i tanti) di quella che io definisco la "prostituzione" della nostra politica nei confronti della Chiesa. Una porcheria!

    Ho letto l'articolo del Corriere linkato e ne ho estrapolato due passaggi che trovo significativi.

    Pierferdinando Casini ha commentato la faccenda dicendo che: «È molto singolare che il presidente del Consiglio dica alla Chiesa quello che deve fare […] i preti dicono quello che ritengono di dire. La politica non può imporre loro quello che debbono dire e fare».

    L'inverso però non è ugualmente singolare e inopportuno secondo il signor Casini e tanti altri…

    Alessandra Mussolini ha dichiarato: «[…] non è vero che la Chiesa non si è impegnata su certi fronti: i parroci soprattutto a Napoli combattono contro l'usura, che a volte è la logica conseguenza delle tasse».

    Il rapporto di causa-effetto tra tasse e usura mi sfugge. Forse la signora confonde tasse e "pizzo": sarebbe il caso che qualcuno le spiegasse la differenza.

  • Silent Enigma

    inorridisco alle parole della mussolini, ma almeno posso solennemente affermare che non capisce una cippa di minchia 🙂

I commenti sono chiusi.