Cronache del Basso Impero -2- 7


Il due, dopo il titolo, sta perché, anche se non me ricordavo, ho già scritto un pezzo con lo stesso incipit. Rileggendolo ho visto che conteneva anche una barzelletta di mia invenzione che, forse, meritava miglior fortuna. Probabilmente ho raggiunto i confini della mia immaginazione e sto riciclando sempre le stesse cose. Capita, nessuno dura per sempre.
Dopo l’aliquota di autocommiserazione di spettanza causa età, veniamo al dunque: il corriere della sera on line ha fatto due stronzate. O meglio, ne fa tante ogni giorno, ma queste in particolare meritano una trattazione a parte.

Nella home del sito qualcuno ha messo un bel widget che mostra l’andamento dello spread. Bravi. Il widget non c’era quando lo spread colava intorno a quota cinquecento. Poi lo hanno messo quando è sceso poco sopra duecento. Magari l’intenzione era quella di offrire un grafico in tempo reale delle capacità erettive di Mario Monti e della perspicace propensione riformistica della signora Fornero.
Peccato che le cose non stiano andando come il mio amichetto De Bortoli (o chi dirige la testata on line) pensava e ora il widget rischia di compromettere la salute delle coronarie di chi accede alla home del corrierone, visto che lo spread, digerito Monti (il professor Mezzamisura) e i suoi decretini “vorrei ma non posso”, è ritornato in alta quota. Se le cose, come qualcuno pensa, peggiorano ancora, scommetto che il widget sparirà, smaltito in una delle tante buche della memoria di cui le redazioni dei quotidiani italiani abbondano.

Ma avevamo parlato di due stronzate, qual’è la seconda? La seconda è il timer, l’orologione che dovrebbe segnare “Il tempo trascorso dall’impegno dei presidenti delle Camere per la riforma del finanziamento ai partiti“. Ahahahaha, spero che abbiano previsto un timer che gestisca anche gli anni oltre ai giorni, minuti e secondi. Ma ci sono o ci fanno? Chi è l’alcolizzato terminale che ha avuto un’idea così brillante? Cosa dovrebbe rappresentare l’orologione, una specie di pressione sui presidenti delle Camere? I presidenti delle Camere, e giustamente, se ne fottono dell’orologione. I finanziamenti servono, abolirli, come hanno detto Alfano, Bersani e Casini  – la versione odierna del CAF (( CAF – un presunto patto tra i politici Craxi, Andreotti e Forlani siglato nel maggio 1989 )):

Sarebbe un errore drammatico, che punirebbe tutti allo stesso modo e metterebbe la politica nelle mani delle lobby, centri di potere e di interesse particolare

fonte

Infatti, con l’attuale finanziamento alle formazioni politiche esistenti o inesistenti, la politica non è assolutamente nelle mani delle lobby, centri di potere e di interesse particolare. Lusi e Belsito ci mettono la mano sul fuoco. Rutelli pure.

Ora, siccome io al mio amichetto De Bortoli ci tengo, gli offro due cosine gratis.

Al posto dell’orologione metta l’immaginetta che segue e al posto del grafico sullo spread la prima immagine che illustra questo pezzo. Le offro gratis. Usatele liberamente. Quando ci vediamo mi offrite un caffè.


7 commenti su “Cronache del Basso Impero -2-

  • paolo

    Buongiorno

    solo per dire che l’esclusione dall IMU degli immobili nuovi invenduti, tutti proprietà di palazzinari speculatori e banche, meriterebbe elogio della tua appropriata eloquenza.

    per la verità la meriterebbe anche qualche altra perla come il posticipo dei bolli per i capitali scudati con sconto per chi rinuncia alla riservatezza e così via… ma forse è meglio non mettere troppa carne al fuoco

    un sincero saluto
    paolo

    • Comandante Nebbia

      causa licenziamento sono stato costretto a emigrare, causa crisi non riesco a vendere casa nella mia città natale e devo pagare un fitto pari ad un terzo del mio stipendio. Monti dice che devo pagare l’imu come seconda casa e senza detrazioni.
      mettiamola così. sto cercando informazioni sulla consistenza delle sanzioni sul mancato pagamento dell’imu.
      ho intenzione di non pagarla, ma voglio vedere che si rischia.
      chi ha informazioni e link in merito, mi aiuterebbe aggiungendo un commento qui.
      grazie.

  • paolo

    I contribuenti che omettono o eseguono in ritardo il pagamento dell’IMU, possono regolarizzare la loro posizione debitoria evitando l’applicazione della sanzione ordinaria, a condizione che la violazione non sia stata già contestata o comunque non siano iniziate verifiche amministrative.

    [Sanzioni] La sanzione ordinaria, pari al 30% dell’importo dovuto, è ridotta:
    – al 2,50% se il versamento è eseguito nel termine di 30 giorni dalla data di scadenza;
    – al 3% se il pagamento viene effettuato entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta nel quale è stata commessa la violazione.

    Il versamento della sanzione deve essere effettuato contestualmente alla regolarizzazione del pagamento del tributo e degli interessi dovuti, calcolati ad un tasso del 3% annuo, applicati però giorno per giorno e cioè pari allo 0,0082191% per ogni giorno di ritardo.

    • Comandante Nebbia

      grazie.
      il 30% è una bella scommessa. non so se mi conviene. ora faccio il calcolo dell’importo e ci rifletto un attimo. in ogni caso, sono quattrini che devo recuperare in qualche modo. alla fine l’equazione deve essere soddisfatta. visto che non posso evadere su busta paga, si tratterà di rubare.

      pensavo di averla finita con queste menate, invece rieccoci di nuovo allo start.

      grazie Paolo
      l.

  • paolo

    non credo ugualmente di esserti stato utile ma ponendomi la stessa tua questione ero quasi pronto alla risposta.

    ritengo assai più utile al processo democratico scrivere sui muri il nome di chi ha proposto l’esenzione della tassa per banche e riciclatori, invece che per la gente comune.
    si chiama maurizio del tenno, Sondrio 13.09.73, parlamentare pdl eletto nella circoscrizione del trentino alto adige.

    • Comandante Nebbia

      del processo democratico possiamo pure fottercene, ma del signor Maurizio del Tenno, evidentemente molto motivato ad emendare, no.
      appena ho un attimo, mi documento un po’ e faccio un post riassuntivo sull’IMU. ma giusto per sfogo, perché, come ho scritto su, forse è meglio pagarla e recuperare altrove.

I commenti sono chiusi.