Confessioni 1


Confesso chi veramente sono

dm-confession.jpg

Sono la legge ipocrita e bugiarda
piango vittime che non difendo mai
voglio verità che non cerco mai
anche se mi casca ai piedi,
se ci sbatto con la testa
o come angelo dolcemente
s’affianca alla mia destra.
Sono la legge ipocrita e bugiarda
non è vero che sono uguale per tutti
non mi basta quello che guadagno,
spesso mi vendo
condanno gli onesti, si, pure loro,
e i delinquenti li lascio in libertà,
da anni lo dici fra te e te
e oggi voglio ammetterlo
al nuovo ministro e se anche lui
non cambierà un bel niente
io col consenso di tutti l’assolverò
e condannerò te per diffamazione.
Tu mi cerchi perchè
ti senti solo troppo spesso,
non c’è nessuno che rischia
per difendirti, per vendicarti
e Dio se c’è per darti giustizia
aspetta la tua morte
mentre un vigliacco s’incontra
oggi ad ogni angolo di strada
come pure un bullo ed un teppista
ma un uomo di legge che ha studiato
s’incontra solo in tribunale
per fortuna, perchè in fondo porta sfiga.
Mentre parlo al maschile
come un trans dei boulevard
strapperesti la mia toga
senza nemmeno una paura
e chiamato alle udienze rimandate
perdi le staffe tutte e due.
Sono un giudice che contesti duramente
ma in silenzio senza farti mai sentire
e che poi leccandomi mi preghi
per cambiare la tua fine
questo è il succo della vita
e firmando la sentenza
capisci finalmente
che entrando da quella porta
entri nella tua prigione
il mio titolo accademico
ogni volta sta dalla parte mia
e come giudice mando via
rinviando di volta in volta
fino alla prescrizione
mentre tu mi chiami
come chiami il delinquente
con più disprezzo già sciagura
chiuso mentalmente a chiave
in una legge che pratica l’usura.

dm-cross_by_cobaltglass.jpg
da deviantArt

Confesso: ho votato…..

Reverendo: Confessa figliolo, in cosa hai peccato?
Elettore: ho un’amante reverendo e sono sposato, ma voglio mettere fine a questa storia e ho votato Lega appunto per allontanare questa tentazione che comincia a costarmi un pò troppo.
R. Bravo figliolo, ti assolvo nel nome della Bossi Fini e per punizione manderò a lavorare in nero come badante la donna delle tue tentazioni da tua suocera così tua moglie verrà a saperlo lo stesso.

R: Confessa figliolo, in cosa hai peccato?
E: ho rapporti sessuali e non voglio sposarmi
R: perchè figliolo? vieni con la tua ragazza, stiamo organizzando i corsi prematrimoniali e metti fine col sacro matrimonio a questo peccato.
E. no, reverendo non voglio sposarmi affatto perchè sono gay e ho due maschioni che vorrebbero sposarmi tutti e due, per questo giusto per starr in tema ho votato Casini.

R: Confessa figliolo, in cosa hai peccato?
E: Ho dichiarato il falso.
R. è un peccato molto grave.
E. Si, ma a fin di bene.
R. Allora è un peccato veniale.
E. L’ho fatto per il vile denaro.
R. Allora è un peccato grave, ma dimmi cosa hai fatto.
E. Ho votato lega perchè metto in regola extracomunitari nella mia ditta fantasma, mi danno circa 3000 € a persona, poi loro vanno a lavorare in nero con altri, lavori edili non autorizzati, prostitute, spacciatori, picchiatori, sicari…..

R: Confessa figliolo, in cosa hai peccato?
E. Sono il socio di quello di prima, ma io mi occupo di viaggi.
R. Bè questo non è un reato.
E. Sì ma sono viaggi clandestini. Vede prima li porto clandestinamente in Italia, senza permesso, poi per la legge Bossi Fini li riporto clandestinamente nel loro paese dove aspettano la chiamata nominativa, poi li riporto regolarmente qua in regola, questa volta, a lorare per pagare tutti i viaggi . Un bel giro d’affari. E così ho votato lega, non vorrà mica che mi metta a lavorare per quattro euro. Questo rende bene.

R: Confessa figliolo, in cosa hai peccato?
E. Ho scritto delle cose molto volgari su una donna.
R. Non si fa, devi cancellare subito quello che hai scritto.
E. Reverendo, l’ho fatto, ma solo su una scheda, in quella del Senato , lì sono andato leggero con la matita ma pesante con le parole. In quella della Camera invece ho calcato di più ed è rimasto scritto Daniela dalla a me.

R: Confessa figliolo, in cosa hai peccato?
E: Ho fatto come sempre la scelta sbagliata, come quando vado a uno sportello che su venti è quello che chiudono proprio quando arrivo.
R. Quella del peccato?
E. Anche ma almeno quella mi piace, no questa volta ho votato facendo una scelta di parte e guardi come è finita. (pianto a dirotto)
R. Coraggio figliolo era solo un prototipo….

R: Confessa figliolo, in cosa hai peccato?
E. Ho peccato di pigrizia, non sono andato a votare, le altre volte invece.
R. Hai sempre votato ?
E. No ero ai seggi, sa per guadagnare qualcosina e l’ultima volta il presidente ci ha detto che se sentivamo dei clic era meglio far finta di niente se no bisognava fare una procedura che non finiva più.

R: Vista la giornata andiamo subito al sodo. Confessa figliolo, chi hai votato?
Candidato: Dica piuttosto chi non ho fatto votare, ma la penitenza ce l’ho già: HO PERSO.

Er + : Grazie Reverendo per i voti di ieri.
Don Abbondio: Prego, e prego anche per lei, che non ne avrà il tempo.
Er +: Grazie! Devo organizzarmi per l’arrivo di Vladimir.
Don Abbondio: quella luxuriosa!
Er + . Ma no, il russo.
Don Abbondio: Ah, quel sant’uomo… pregherò anche per lui…….

Dalla nostra lettrice Anna M. Caputano


Un commento su “Confessioni

I commenti sono chiusi.