Come Sopravvivere all’Olocausto e Raccontarlo agli Amici. Parte seconda: Apocatastasi 16


Se con tutto quello che è successo fin ora, ormai si potrebbe archiviare la catastrofe planetaria come improbabile e repentina conseguenza dell’operato umano c’è ancora un’importante vicenda che merita menzione. E’ questa, se volete, la madre di tutte le distruzioni, che tra i più avvezzi al mistero è conosciuta come profezia del 2012TM .
La profezia del 2012TM è rubata ai Maya che attraverso un computo astronomico® delinearono degli intervalli di tempo che loro definirono cicli. Secondo questo computo®, la FUFFA (Federazione Unitaria dei Futurologi e Fisici Amatoriali) ha creato la profezia del 2012 e relativa mitologiaTM . Vedendo nello specifico si possono distinguere delle fasi.

Fase della fantarcheolgia cosmogonica compulsiva, ovvero porre le basi per una solida vecchiaia

Prendendo spunto dalle mitologie sviluppate in secoli di civiltà e dalle popolazioni più disparate, moderni studiosi amatoriali hanno pensato di tracciare un minimo comune denominatore tra queste. Le tesi che portano alla distruzione dell’antropologia culturale (perché di questo si tratta) sono svariate, ma riconducibili all’assioma detto della piramide, che si esplica nella forma: “perché ci sono piramidi in Egitto, in sudamerica, in Cina e in Europa? Semplice, perché sono state ideate dalla stessa società in epoche oltremodo remote”. La tesi è stata ufficializzata nello statuto della Société des Obnubileteurs de l’homme (primo nucleo della FUFFA) ed oggi accettata come tautologia e base della vera storia dell’uomo®.
Il problema che si pone da principio, ed invalicabile, ad una possibile presenza di una proto-cultura globale sviluppatasi nel paleolitico superiore è la mancanza di aeroplani o della TAV, cioè della difficoltà che gli uomini dell’epoca avevano nel percorrere enormi distanze e scambiarsi informazioni. Per farla breve un drappello di architetti egiziani, seppur mossi da una forte forza di volontà, avrebbero avuto ben poche chances di raggiungere il Messico e dirigere i lavori per una piramide. Questo senza tenere conto che gli egiziani nemmeno sapevano dell’esistenza del Messico.

Per far fronte a questo problema, gli iscritti alla FUFFA hanno pensato di saccheggiare un mito europeo, quello di Atlantide per la precisione, di piazzare quest’isola tra Africa, Europa ed Americhe e di dotare gli Atlantidei di mezzi futuribili. La parte scissionista della FUFFA propose invece di spiegare queste contaminazioni culturali attraverso l’introduzione di una popolazione aliena. Il punto di forza per chi vuole vedere l’influsso alieno nell’evoluzione umana è dato da due mitologie diverse ma per sommi capi simili: quella Maya e quella Sumera. Infatti queste popolazioni avevano un pantheon simile, che vedeva gli dei provenire dalle stelle e portare la civiltà alle popolazioni. Altra similitudine è che secondo i sumeri gli dei sarebbero tornati sulla terra e lo stesso avviene per i Maya. Questo si è risolto con l’equiparazione delle due mitologie e con il far coincidere gli dei con qualche razza aliena. Successivamente ci si è spinti oltre e si è passati a quello che può essere considerato un vero e proprio creazionismo, cioè gli alieni avrebbero ibridato loro stessi con degli ominidi (neanderthal) creando l’homo sapiens.
Con tutto questo marasma di teorie si decise di semplificare le cose ponendo gli atlantidei come eletti degli alieni e “coordinatori” del mondo.
Con la caduta di Atlantide ecco che si entra nella storia che noi conosciamo, o meglio misconosciamo per quanto dicono i fantarcheologi.

Riferimenti: Graham HancockTM, Erich von DanikenTM, Zecharia SitchinTM ed altri meno famosiTM

[youtube]http://it.youtube.com/watch?v=_c14hlG626k&feature=related[/youtube]

Fase della capillarità mediatico-giacobbina, ovvero trovarsi un buon editore, un folto seguito e se va bene un attico in centro

Dopo aver delineato una timeline con precisi riferimenti supposti (dettagli dei quali vi risparmio) ci si può rendere conto che la storia che si ottiene e senz’altro più avvincente di un modulo di diritto romano. Questo vuol dire assicurarsi un pubblico, che volente o nolente è affascinato da questi accadimenti ma allo stesso tempo ci si fa nemici gli ambienti accademici. A questo punto si può venire screditati e gettati nel dimenticatoio, oppure si passa all’attacco. I complottisti o fantarcheologi (non so più come chiamarli) hanno deciso di passare all’attacco frontale che ha garantito loro l’esposizione mediatica necessaria per godere di una certa autorità morale. Di solito gli attacchi agli ambienti accademici sono molteplici ma si possono ricondurre all’assioma della chiaroveggenza cioè: “perchè voi professoroni non conoscete tutta la storia del mondo se la studiate da secoli?” e di solito viene applicato il corollario dette del discredito: “cosa volete nasconderci, filibustieri?!”. Il teorema che se ne ricava è il seguente: “io, studioso non conformato, so qualcosa di scomodo ma il sistema non me lo fa dire” e questo si traduce in mediaticità.
La fase mediatica si apre con programmi mirati a chi crede in queste cose, ad esempio in Italia fece da apripista Misteri, per poi passare alla fase generalista o detta anche fase Giacobbo. In questa seconda fase si è molto più esposti agli attacchi accademici, e per parare il colpo è necessario coprirsi di un velo di scientificità. Di solito questa scientificità si risolve in “la scienza dice che non è possibile, però c’è, lo vedo e lo tocco, giudicate voi; ah, dimenticavo: potrebbe essere un trucco”, ma alla lunga stanca quindi è necessario passare alla fase del terrore, cioè paventare la fine del mondo.
Riprendendo la mitologia creata in precedenza, ecco che si può dare (finalmente) al grande pubblico la profezia del 2012TM. Basta prendere il calendario maya e giocarci, poi prendere la mitologia sumera e giocare anche con quella, così viene fuori che nel 2012 gli dei sumeri (cioè gli alieni) verranno sulla Terra portando morte e distruzione.
La fase giacobbina (etim: Giacobbo; conosciuta come periodo del terrore) dà quindi i seguenti vantaggi: crearsi un’immagine autorevole sulla base dei proseliti fatti, vendere più libri, e creare video su youtube che che aprono la strada all’ultima fase.

Riferimenti: Graham HancockTM, Erich von DanikenTM, Zecharia SitchinTM, Roberto GiacobboTM ed altri meno famosiTM

[youtube]http://it.youtube.com/watch?v=1UN7Pb1yluk[/youtube]

Fase dello scientismo misterico fondamentalista, ovvero diamoci dentro che mancano solo quattro anni

Quello che otteniamo alla fine è un risultato tutto sommato soddisfacente: un buon numero di persone spaventate che prestano attenzione alla profezia del 2012TM, comprano libri, si organizzano spaventati dal ritorno degli alieni. Può sembrare esagerato, ma si è appena creata una religione, o qualcosa di molto simile. Infatti il panorama dell’olocausto è costellato da messaggeri di ogni sorte, compresi veri e propri profeti (come Giorgio Bongiovanni). Il perché è facile da ricercare. Saccheggiando le mitologie antiche o meno, di ogni parte del mondo e riconducendole ad un generatore comune è inevitabile frullare dentro aspetti religiosi che sono sopravvissuti fino all’epoca moderna. Prendiamo una religione a casa: il cattolicesimo. Paragonando quanto detto dalla Bibbia a quanto detto dai catastrofisti ci può credere che nel 2012 assisteremo al giudizio universale. Elencando le similitudini:

  • Gli dei-alieni donano all’uomo la civiltà; Cristo scende sulla Terra e dona la vita eterna
  • L’uomo deve prepararsi al ritorno degli dei e deve essere pronto ad accoglierli; l’uomo deve prepararsi al giudizio finale
  • Gli alieni-dei tornano sulla Terra portando sconvolgimenti; Cristo torna sulla Terra per il giudizio universale

Quanto ottenuto è una serie di coincidenze (che sono molte altre, ma non la faccio troppo lunga) inevitabili visto che il Cattolicesimo e la profezia del 2012TM nascono entrambi nel vicino oriente antico. Ed anche le reazioni dei credenti sono pressappoco le stesse in tutti e due i casi: ci sono dei segni e bisogna credere.
Ed effettivamente i segni ci sono: il mercato è in crisi, c’è la possibilità che scoppi una nuova guerra, i sistemi sociali odierni si stanno rivelando inefficaci e sotto casa non si trova mai parcheggio. Questo sembra suffragare tutte le tesi dei catastrofisti, se non fossero incastrate a forza e prive di fondamenti. Forse l’unica cosa che potrebbe rivelarsi vera è la profezia del 2012, ma senza TM, quella originale: siamo alla inizio di un’epoca. Si, perché io non ve l’ho detto, ma per i Maya nel 2012 non finisce un’era, ma ne inizia una nuova. Nel frattempo si possono comunque vendere libri, ci sono ancora quattro anni nei quali altrimenti non sapremmo che fare.

Riferimenti: Graham HancockTM, Erich von DanikenTM, Zecharia SitchinTM, Roberto GiacobboTM, Dan BrownTM ed altri meno famosiTM

Crediti:  Prima edizione maggio 2122, stampato presso tipografia Xadium34 per conto di Edizioni αDraconis nella collana “I Futuri”

La riproduzione di questo libro è destinata esclusivamente al tempocommercio per il XXI sec. Ogni violazione sarà punita ai sensi dell’articolo 438 del codice intergalattico.

La voce degli amici

Se vuoi prestare la tua voce per leggere questo post, usa questa pagina per scrivermi un messaggio. Grazie

La lista di tutti i post letti dagli amici di MC la trovi qui.


Informazioni su Contributo redazionale

A seguito di un attacco hacker il database degli autori degli articoli di MC è stato compromesso. Questo articolo è stato scritto da un contributore di MC, ma non è stato possibile risalire a chi. L'autore, se lo ritiene opportuno e necessario, può richiedere la ri attribuzione del contenuto via contatti del sito.

16 commenti su “Come Sopravvivere all’Olocausto e Raccontarlo agli Amici. Parte seconda: Apocatastasi

  • simona_rm

    hi hi hi l’epoca GIACOBBO!!
    Ho pensato a lui appena ho letto il titolo! Gli scritti del XXII sec. sono anche telepatici! 😀

    NEO 4 PRESIDENT
    (o almeno rettore di qualche ateneo galattico)

  • simona_rm

    il “FUFFA” …….. 😆

    “scientismo misterico fondamentalista”…… 😆

    “Misteri”…. “Voyager” …… 😆

    Aiuto!! 😆 …… sto morendo dalle risate 😆

    non ce la faccio ….fatemi smettere! 😆

  • Verrocchio

    Giacobbo è il Segno terminale: se lui riesce a restare in onda su Rai2, allora è proprio la fine.

    In realtà, quando posso me lo cucco tutto, Voyager: è Quark allo specchio, il nulla meglio confezionato della tv.

    • Neottolemo

      Io non lo vedo più. In realtà i “come sopravvivere all’olocausto” sono solo un pretesto per parlare male di Giacobbo. Che Bongiovanni non me ne voglia..

  • Sara

    Ahahah!! Stavo pensando proprio a Giacobbo dopo un pò di righe!!!
    Poi FUFFA tra di puffafferotrallallà!

    Comunque io direi una cosa: che data la presentazione disastrosa a pechino delle prossime olimpiadi londinesi (che saranno proprio nel 2012) potrebbero essere loro la catastrofe organizzativa e pacchiana più grande del terzo millennio!!! Giacobbo avvisato mezzo salvato.

    • Neottolemo

      Ma il 2012 succede a dicembre. Devono farle davvero brutte queste olimpiadi se a fine anno ancora se ne sentiranno le conseguenze..

      • Sara

        Beh dalla premessa pechinese ci sono tutti i presupposti!!! Il classico autobus rosso a due piani “decorato” con moquette verde, ombrelli che fanno presagire pioggia a non finire, musica orrenda, beckam come perla, insieme alla ragazza che ha vinto un reality di cui ignoro il nome e il povero chitarrista famoso, l’unico che li in mezzo si salvava…Insieme alla bambina…

    • Neottolemo

      E rimarrà ferma per due giorni prima di ripartire nel senso opposto. Io spero di trovarmi in una zona crepuscolare in quei due giorni.

      • Adetrax

        In quel caso farà molto ma molto freddo comunque, se non altro per i venti dalla zona fredda a quella calda.

        Si riuscirà a restare in piedi ?

        L’effetto di Coriolis sparirà ?

  • simona_rm

    indovina chi ho incontrato facendo zapping su rai 2, questa sera?
    GIACOBBO!
    Sulla dx della scritta “voyager” c’è scritto: “storia e magia”!
    Ora sta tentando di infilare a forza l’esoterismo nella vicenda di Pietro Micca! Sta spaziando dalla sacra sindone al sacro graal…..mi sono persa!
    …..ora parla dell’incendio del cinema Statuto….AIUTO!
    😆

  • angelmclove

    Anche sommersi dal fango, si riesce sempre a vedere la luce.
    Avete mai sentito parlare di arbustum.it?
    Dal 2003, l’altro volto di Gomorra, ma nessuno lo sa…
    Sorrisi,
    Angel

  • simona_rm

    😆

    lo sapevate che a Torino, città esosterica per elezione, c’è una concentrazione di forze negative a piazza statuto? 😆

    …ma è bilanciata dalle energie positive di piazza Castello! 😆
    ecco: giacobbo ha percorso l’immaginario asse bene/male….

    è finito il servizio! ….. dovrebbe aver spiegato perchè l’esoterismo c’entra nella morte di Micca……capito? 😆

    😆 AH AH AH non posso smettere!
    Fatemi un …ESORCISMO!….chiamate Milingo….e poi Giacobbo, così ci fa un servizio! 😆

    ah ah ah ….. 😆 ABBATTETEMI che è meglio!

    CIAO, buona fine del mondo a tutti!
    E fate i bravi nella prossima vita.

    ah ah ah ah ah 😆

  • Adetrax

    Descrizione interessante, ma non capisco perchè dovrebbe essere ritenuta divertente, anche se in qualche modo è ironica.

    Il doomsday è vicino. Ci sono prove certe che provano il contrario ? No.

    Quindi, se il futuro non è conoscibile, di cosa parliamo ?

    Dell’arricchimento di chi vende articoli da campeggio, di chi organizza corsi di sopravvivenza, di chi deve riempire palinsesti televisivi e sbarcare il lunario con programmi, libri e conferenze a pagamento ?

    Su questo ci possiamo anche trovare d’accordo, in fondo su cosa investiranno gli ultimi spiccioli 300 milioni di americani, se non in armi, attrezzi da campeggio e corsi di sopravvivenza organizzati direttamente dai cannibali della Papua Nuova Guinea ?

    In ogni caso, pur non negando la possibile presenza degli sciacalli, vogliamo forse dire che se ci sono loro non c’è niente altro che un po’ di crocchette per cani da rosicchiare o forse che può essere possibile anche qualche altro scenario parecchio più tragico ?

    Qualche volta ci si dimentica che le cose esaminabili razionalmente con dati certi e tutta la pappa pronta per essere digerita, sono molto ma molto poche rispetto a quelle che ci circondano e che il dominio della nostra conoscenza è inevitabilmente piuttosto ristretto.

    Obiettivamente non ci sono certezze, quindi piuttosto di false sicurezze, pur non drammatizzando, forse è meglio mantenere un minimo di prudenza e di allerta (che non fa mai male).

I commenti sono chiusi.