Archivi categoria: Chiamiamola Economia


La BCE è un cartello di narcos 35

Era da qualche giorno che pensavo di scrivere riguardo alla decisione della BCE di rigettare il piano di “swap” debitorio della Grecia e di chiudere senza se e senza ma i rubinetti dell’ELA (Emergency liquidity assistence), il fondo di ultima istanza che permette alle singole banche centrali di cacciare liquidità, in deroga ai parametri europei, […]

Euro

svizzera

Penitenziagite

Questa Europa d’inizio 2015 esprime una tensione improduttiva e una sofferenza prebellica che in questa vita non avrei creduto di arrivare a conoscere. Nei parcheggi vuoti delle fabbriche, negli enormi stabilimenti sterili come capezzoli maschili, nelle strade quasi deserte alle ore di punta, nei fiumi in secca di parole asciutte che fluiscono dai posti di […]


image

Il TFR, pochi maledetti e subito

Nell’ipotesi che la tassazione rimanga quella attuale e che gli importi del TFR non facciano scattare aliquote d’imposta più alte, non ci sono dubbi: bisogna approfittare di questa distrazione, afferrare i quattrini del TFR e scappare. Vi spiego perché: Nel quadro sociale ed economico attuale, chi, invece di essere pagato subito, sceglie di essere pagato […]


Prodotto Interno Lordo: l’Illusione del Benessere

Come fa notare Beppe Grillo, Maurizio Pallante è una di quelle persone che ogni sera dovrebbe avere a disposizione almeno 5 minuti di un Tg nazionale. Ed è anche una di quelle persone che dovrebbero stare al governo di un paese civile. Purtroppo non è così, ma nonostante ciò Pallante riesce ugualmente a divulgare le […]

Napoli_camorra17-2

riot

I danni dello Spread

L’Italia degli anni ’80 era il Paese dei decreti, tappavamo un buco aprendone un altro, si tamponava quello che si riusciva a tamponare ed eravamo contenti, contenti di tutto, contenti se i BOT rendevano il 20% “perché ci facevano guadagnare”, ma quanto ci hanno fatto realmente guadagnare? Tanto, al punto che ad oggi, quello Spread […]


L’Ignaro Conto da Pagare per un Litro d’Oro Verde

Il costo della benzina è alle stelle, i prezzi dei carburanti non hanno mai raggiunto simili livelli. Sfugge però un piccolo particolare: in Italia il costo della benzina è fatto per il 40% dal suo prezzo industriale e per la restante parte da tasse e accise sul prodotto. Se queste ultime non cambiano al variare […]

traffico-2-2

800px-Nighthawks

Sempre più vicini al consumatore; addosso, direi…

Il Wall Street Journal ci informa che Amazon ha brevettato il cosiddetto «anticipatory shipping», cioè un sistema di “consegna preventiva”. Sulla base degli ordini precedenti, ma anche delle ricerche fatte sul Web, il software profilerà le tue esperienze e propensioni di acquisto e stabilirà il grado di probabilità di tuoi ulteriori ordini dello stesso tipo. […]


Come trasformare il debito privato in debito pubblico

Prendete un paese con un’altissima evasione fiscale, uno a caso, per esempio l’Italia. Collocatevi in uno spazio temporale preso anch’esso a caso, ad esempio all’inizio degli anni 80. Cosa abbiamo, quindi? L’Italia all’inizio degli anni 80. Periodo di craxismo trionfante, sostenuto dal consenso elettorale dei nuovi ceti medi emergenti e rampanti, il famoso popolo delle […]


Euro o non Euro? E’ Questo il Problema?

Sono ormai mesi che la questione imperversa. La gente, quella che, come dice Vittorio, diventa “tattico” di navigazione a vela e disquisisce di straorze e mani di terzaroli dopo aver visto due regate in tv e letto un manualetto, ha trovato l’ennesimo argomento divisivo con cui intrattenersi alla macchinetta del caffè. Pro euro o anti […]


Uscire dall’euro? No Grazie, preferisco vivere.

Negli ultimi anni ha preso sempre più piede l’idea che se l’Italia è in crisi è colpa della moneta euro, ma non è vero ed ora mi diletterò a spiegare il motivo. L’Italia prima dell’euro sfruttava un meccanismo distorto di svalutazione-inflazione-svalutazione per far crescere PIL ed aumentare occupazione, senza grossi risultati perché la disoccupazione non […]


Tagli alla spesa pubblica? Un’illusione ottica…

«E’ la prima volta in 10 anni che non ci sono tagli alla sanità». Questo è stato il soddisfatto commento su Twitter del nostro Ministro della Salute dopo aver vinto una valorosa battaglia per evitare che la Legge di Stabilità, insomma la Finanziaria, prevedesse 2 miliardi e 600 milioni di “tagli” alla sanità, che avrebbero […]