Caso Shalabayeva: La Vigliaccheria al Potere 83


La ragione di stato è sempre un’ottima giustificazione e il ruolo di comando comporta l’assunzione di responsabilità, di colpe comuni che chi delega si sente in diritto di rifuggire dal momento in cui lascia cadere la scheda nell’urna elettorale.
E’ per questo che non mi stupisco del fatto che qualcuno abbia deciso di prelevare la signora Shalabayeva e sua figlia, caricarle su un volo pianificato appositamente e di sbarcarle tra le mani di quello che dicono essere un uomo sanguinario che si sentirà in diritto di utilizzare una donna e la sua bambina come strumento di pressione nei confronti di un suo avversario politico.

La ragione di stato, dicevo, è sempre un’ottima giustificazione, anche quando macina la carne innocente di una bambina. E’ un principio duro da accettare, ma la nostra sicurezza ed il nostro benessere si basano anche su migliaia di azioni esecrabili che uomini a cui sono demandati ruoli difficili sono costretti a mettere in atto annichilendo la loro componente umana e sostenendo lo sdegno di chi oggi si indigna e domani vuole accedere i caloriferi senza chiedersi da dove arrivi il gas.

Quindi non è per questo che oggi, nel passare da un aeroporto all’altro, ho parlato meno del solito e mostrato con discrezione i miei documenti. Non è in dissenso ad una decisione di cui non conosco i termini che mi sono vergognato della mia origine, ma per la vile fuga di responsabilità che si è scatenata tra chi vuole essere ministro quando si tratta di viaggiare a sirene spiegate nella macchina blindata e poi disconosce questo ruolo quando la ragione di stato impone scelte difficili dicendo di non sapere, di non aver deciso, di essere disposto a rimettere insieme i cocci di un vaso che si è definitivamente infranto.

Si può sopportare il peso di essere considerati crudeli, a volte è parte del mestiere e a me è successo, ma a passare per vigliacco non mi ci sono ancora abituato.

Non ho tempo di rileggere. la correzione di bozze è lasciata come esercizio.


83 commenti su “Caso Shalabayeva: La Vigliaccheria al Potere

I commenti sono chiusi.