Caldo Torrido: l’Emergenza Rifiuti Rischia di Diventare un’Emergenza Sanitaria. 10


Roma– Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi ha oggi tenuto una conferenza stampa su quella che è ormai una situazione incontrollabile

“Se queste rimarranno le condizioni meteorologiche allora ci saranno gravi problemi nel paese” sono state le prime dure parole del premier. Il Cavaliere ha poi continuato “Con queste temperature per il governo lavorare è diventato ormai estremamente faticoso. Un ostacolo in più alla risoluzione del problema sicurezza, probabilmente creato dalla magistratura”.

A chi chiede quali siano i provvedimenti del governo contro quest’estate eccezionalmente calda Berlusconi ha risposto “Manderemo i militari nelle strade a muovere l’aria con sventagliate di mitra.  Bush si è impegnato a bombardare il sole”.
Dall’opposizione Veltroni fa sapere “Se il sole è troppo opprimente, noi siamo pronti a fare ombra. Salviamo il dialogo”. La Lega commenta con Borghezio “I negri sono abituati al caldo, probabilmente è colpa loro. Mangiamoli.”


Informazioni su Contributo redazionale

A seguito di un attacco hacker il database degli autori degli articoli di MC è stato compromesso. Questo articolo è stato scritto da un contributore di MC, ma non è stato possibile risalire a chi. L'autore, se lo ritiene opportuno e necessario, può richiedere la ri attribuzione del contenuto via contatti del sito.

10 commenti su “Caldo Torrido: l’Emergenza Rifiuti Rischia di Diventare un’Emergenza Sanitaria.

  • Sara

    Ahah! Il problema è che stanno succendendo cose così assurde che fino alla fine della prima frase sembra tutto vero…

  • simona_rm

    Ah!!!
    Ecco a cosa serviva il GOVERNO OMBRA! Non l’avevo capito. Grazie NEO.

    (Diabolico uòlter!)

  • ema aka mascherabianca

    spettacolare!!!!!!!

    Cmq da dove esce che questa sarà un’estate torrida… Non si possono fare previsioni oltre i 3 giorni!!!!!!!!!!
    Tutti quelli che dicono in tv e sui giornali: “sarà un’estate torrida!” è meglio che vadano a eliminare rifiuti da Napoli che sono più socialmente utili…

    • Neottolemo

      Ema, i rifiuti a Napoli non ci sono più. Che ci vanno a fare?

      Per la cronaca (giornalistica): questa è l’estate più calda degli ultimi trent’anni. Così come lo era l’anno scorso e quello prima ancora.

  • Adetrax

    La cosa e’ effettivamente preoccupante.

    Il 27/03/2008 Silvio aveva promesso che se in 2 massimo 3 mesi non risolveva il problema dei rifiuti a Napoli (ovviamente spostandoli tale e quali in qualche buco), allora la colpa sarebbe stata sua.

    Mancano 2 giorni alla scadenza dei 3 mesi, probabilmente e’ stato frainteso, la scadenza piu’ plausibile e’ fine luglio 2008.

    Il problema si potrebbe risolvere, o comunque alleviare molto, nell’arco di 5-6 giorni se solo si aprisse un’altra discarica o si avviasse immediatamente una raccolta differenziata minimale (ci sono industrie di riciclaggio campane di plastica e vetro che devono importare materia prima da altre regioni per poter lavorare con quantitativi sufficienti al ritorno economico).

    Purtroppo entrambe le soluzioni non sono gradite a chi cerca di spingere verso i termovalorizzatori.

    • Neottolemo

      Adetrax, sei tu che hai frainteso, Berlusconi con quella frase voleva solo fare del razzismo.

      Comunque girando in rete qualcosa sulle proteste contro le discariche si legge anche. Al contrario non so se per le strade di Napoli c’è ancora monnezza o meno, questo non me lo dicono.
      Ad aprile, però, non ci si dormiva la notte a pensare che con il caldo quell’immondizia poteva diventare realmente pericolosa.

      Fatto sta che la patogenesi si esprime con una gaussiana, quindi prima o poi si esaurisce da sola e chi se ne fotte.

I commenti sono chiusi.