Bombe nella Scuole, Chiediamoci a chi fa Comodo 21


Ipotesi 1, la preferibile, ma poco probabile: un pazzo, uno svitato o un gruppo di svitati che hanno visto troppi film americani. Poco probabile perché sembra che siano in mezzo timer o roba del genere. Timer e bombole di gas sono lavori da professionisti.

Ipotesi 2, ancora, nel suo squallore e miseria, accettabile e molto probabile. Nel senso che è mostruosa, ma non sarebbe la prima volta, siamo nell’ordine di come ragiona certa gente a cui si vuole mandare l’ambulanza, ma che sarebbe meglio tenere per 7 o 8 minuti con la testa sotto l’acqua fino a quando non smette di scalciare: un avvertimento mafioso con “danni collaterali”. Avvertimento e non attentato perché se no ci sarebbe un telecomando e le bombole sarebbero state circondate con cuscinetti a sfera, chiodi e rottami di ferro per amplificare i danni. Chi frequenta quella scuola? A chi è figlio o figlia? Trova la risposta, indaga sui nemici e per il 90% sei col piede sulla merda che è dietro questa cosa.

Ipotesi 3, non ci voglio nemmeno pensare e, sinceramente, le attribuisco bassa probabilità. I servizi segreti italiani non si sono mai tirati indietro quando si tratta di difendere il potere utilizzando opportunamente il terrore. I momenti di crisi in questo paese sono sempre stati caratterizzati da treni, stazioni e piazze nelle quali sono stati fatti esplodere ordigni di cui solo i fessi non hanno mai capito l’origine: the italian secret service. Direttamente, manipolando gente disposta a tutto o semplicemente cretina. E’ consapevolezza diffusa che si tratti di omicidi di stato. Quella che passerà vergognosamente alla storia come “strategia della tensione” e per la quale, se ci fosse una giustizia, dovrebbero bruciare all’inferno le anime dannate di Scalfaro, Cossiga, Andreotti, Craxi,ecc. e anche di Moro, Pertini e Berlinguer se sapevano e hanno taciuto.
Comunque, non ci credo e non ci voglio credere. Da vecchio scarpone, scelgo la busta numero 2. Se fosse la tre, giuro che prima o poi troverò il modo di scaricare un tamburo in bocca a chi so io.

Non esistono ipotesi 4 del tipo, anarchici informali. Se qualcuno cerca di darvela a bere, mettetevi una mano sul buco del culo per evitare di farvelo ficcare dentro ancora una volta.


21 commenti su “Bombe nella Scuole, Chiediamoci a chi fa Comodo

  • Gilda

    Buffo, io ero rimasta a quando i ragazzi chiamavano dalla cabina pubblica avvertendo la polizia che c’era una bomba nell’edificio, il tutto per saltare un giorno di scuola. Ovviamente la bomba non c’era mai. Come sono cambiati i tempi…

  • ilBuonPeppe

    Sarà la 2, deve essere la 2…

    Ma se, come dici giustamente, per essere un attentato dovevano esserci altri elementi che l’avrebbero reso più efficace, per essere un avvertimento mi pare un po’ fuori misura. Le organizzazioni mafiose sanno usare queste robe e di solito sono più chirurgici.

    Intanto domani ci sono i ballottaggi…
    Non a Brindisi però, dove il sindaco è stato eletto al primo turno.

    • Comandante Nebbia

      Per quelle che sono le mie competenze extra curricolari, ho la netta percezione che ci sia una sostanziale deprofessionalizzazione anche a livello criminale.
      Paradossalmente, la drastica perdita di competenze che sta affliggendo il paese in ambiti più ortodossi, si ripercuote pari pari anche in ambienti mafiosi.

      Avventizi extracomunitari utilizzati “a perdere”, abbondanza di armi e coperture, corruzione dei tutori dell’ordine o sostanziale riduzione dell’efficacia professionale, soldi facili in grandissima abbondanza hanno rimosso la necessità di formare criminali professionalmente accettabili.

      da qui a mettere in campo operazioni sballate come questa il passo è breve.
      Ho operato sul campo quando questa gente era in grado di fare lo stretto necessario con efficienza e efficacia. Ora, la differenza si nota.

          • Raffaele

            Purtroppo la chiave di lettura e la tre, aggiungo altri argomenti di lettura che confermano la tesi 3. In considerazione che siamo in percorso che lo stato sociale ed economico si inasprisce sempre di più. In considerazione che le restrizione economiche portano a tagliare sempre di più in un modo lineare. Il taglio di risorse anche per le forze dell’ordine, fa temere che questi si trovano impreparati e impossibilitati a fronteggiare gli eventi, eventi molto pericolosi per coloro che anno tutto l’interesse di salvaguardare i loro privilegi. In considerazione che mancano i presupposti dell’opinione pubblica che possa giustificare una via preferenziale economica per le forze dell’ordine pubblico. L’evento violento e criminale di strage nei confronti degli studenti (i nostri figli indifesi), l’evento giustifica e come il percorso preferenziale per sostenere e tener pronte le forze dell’ordine pubblico.
            E il Dottor Manganelli sostiene di attribuire l’azione all’anarcoinsurrezionalismo,
            e ti pareva che il copione non si ripetesse.

  • Gaetano Parisi

    …..NN POTEVA ESPRIMERE IN MANIERA MIGLIORE QUELLO SU CUI STO RIFLETTENDO E SU CUI MI STO INTERROGANDO ANCH'IO…..E LE GIURO KE SONO MOLTO PIU' PROPENSO PER LA 3 ANZIKE' X LA 2 :-(…….
    SUL GIUDIZIO DATO SU QUEI SKIFOSISSIMI PERSONAGGI POLITICI CONCORDO PIENAMENTE! QUESTE PERSONE SAPEVANO, HANNO SEMPRE SAPUTO MA HANNO PREFERITO PORTARSI LA VERITA' E LA GIUSTIZIA NELLA TOMBA! KE POSSANO BRUCIARE ALL'INFERNO!

  • Gaetano Parisi

    …..NN POTEVA ESPRIMERE IN MANIERA MIGLIORE QUELLO SU CUI STO RIFLETTENDO E SU CUI MI STO INTERROGANDO ANCH'IO…..E LE GIURO KE SONO MOLTO PIU' PROPENSO PER LA 3 ANZIKE' X LA 2 :-(…….
    SUL GIUDIZIO DATO SU QUEI SKIFOSISSIMI PERSONAGGI POLITICI CONCORDO PIENAMENTE! QUESTE PERSONE SAPEVANO, HANNO SEMPRE SAPUTO MA HANNO PREFERITO PORTARSI LA VERITA' E LA GIUSTIZIA NELLA TOMBA! KE POSSANO BRUCIARE ALL'INFERNO!

  • Paolo Marani

    Dal punto di vista simbolico, eseguire un attentato su una scuola intitolata a falcone, calca talmente la mano sulla firma mafiosa da suonare falso.

    Il terrorismo è uno spettro che porta legittimazione (per lo stato), giustificazione dell’autorità. Consente di imporre restrizioni della libertà, politiche di “austerità”, di repressione e di controllo, senza che si manifesti opposizione o dissenso. Quando gli interessi di mafia e stato coincidono, questo il mio timore, mi sento ancorato al sospetto che tutto sia possibile affinché nulla realmente possa cambiare.

    L’attentato, che si spaccia per mafioso, intende colpire i GIOVANI. E’ questo il vero segnale. Una generazione che è stata esautorata dal controllo delle istituzioni, appena alza la testa, provoca una reazione, non sta a me dire se da parti deviate dello stato in sodalizio con la mafia o semplicemente da qualcuno che utilizza impropriamente la firma mafiosa per perseguire i propri scopi.

    Fatto sta che troppi elementi non tornano. Il manovratore non può essere disturbato, non è un mondo fatto per i giovani.

    • Charlie

      “I Soliti Sospetti” – raccomandata con a/r o ci vediamo al baretto? 😀

  • siberiantiger

    Scelgo la 2 e la 3.
    La 3 per me può tranquillamente colpire per mezzo della 2, senza problemi.
    Quello che mi lascia dubbioso sulla 2 sono l’uso del gas e non del tritolo e la mancanza di motivazioni vere, reali (non mi bevo la questione del “colpire il simbolo dell’antimafia” e mi pare proprio strano che i media puntino su quella teoria…)

  • Darsch

    Purtroppo temo di concordare con siberiantiger. Più ci ragiono su e più la busta numero due mi sembra sempre più inverosimile, se presa singolarmente. Ma può benissimo averci messo lo zampino a livello organizzativo o di “appoggio” per la busta numero tre. Ma neanche io voglio crederci.

  • segiuse

    io mi domando se giornalisti,politici governanti e quant’ altro si rendano conto che il tempo delle cazzate
    in tv e sui giornali stia per finire;e se io vi dicessi che credo anche ad un mix delle tre ipotesi,
    ovvero qualche pazzo adottato dalla malavita per far lotta interna e/o alle istituzioni(sempre che non abbiano fatto niente per non far avvenire il fatto)…………..e intanto non si parla dei problemi reali ma della sciagura che è capitata a quelle famiglie ……..
    e scusate se un pò mi vergogno di commentare

I commenti sono chiusi.