Bolzaneto Del Turco 109


La cronaca alterna lenti periodi di stanca ad accelerate improvvise e compulsive. Appena consumato il fero pasto dello sfruttatissimo delitto estivo con tanto di foto e particolari scabrosi, ci propone due altri argomenti, ma ce li sovrappone. Li fonde e li integra al punto di farcene percepire uno solo.

Ieri è giunta notizia dell’arresto di Ottaviano Del Turco (ex presidente commissione Antimafia, ex segretario aggiunto della CGIL, ex segretario del PSI, ex Ministro delle Finanze, prossimo ex presidente della regione Abruzzo) e di altri componenti della giunta regionale abruzzese. L’accusa riguarderebbe corruzione ed appropriazione indebita di ingenti somme nel vorticoso giro d’affari della sanità regionale. Non conoscendo i fatti, non mi esprimo in merito. Comunque, visto che la sanità è una delle poche competenze già realmente decentrate, non posso fare a meno di pensare che si tratti di una gustosa anticipazione del federalismo prossimo venturo.

Il Pubblico Ministero parla di prove schiaccianti raccolte grazie alle indicazioni di un collaborante ed alle intercettazioni ambientali (sempre loro le benedette). È suggestivo osservare che in un’epoca nella quale la tecnologia mette a disposizione strumenti per effettuare milioni di verifiche incrociate in un solo secondo, per scoprire illecite dazioni di danaro in Italia si sia costretti a ricorrere ancora all'”infame” che fa la spia e all’orecchio appoggiato alla porta. Gli stessi sistemi usati più di un secolo fa dai piemontesi per catturare i briganti calabresi.

Si discute sull’opportunità degli arresti. Ed è una discussione bipartizan in un momento politico nel quale non si converge più su nulla.
Come è strano il mio amatissimo Paese e come è variamente fenomenica la sua illustrissima stampa. Se un immigrato viene accusato di un reato e, in attesa di giudizio, viene posto in libertà, scatta l’indignazione a telecomando della serie “La polizia incrimina, la legge assolve“.
Se dei distinti signori ai quali non mancano agi e privilegi vengono arrestati per evitare che reiterino un reato milionario o alterino le prove distruggendo documenti, sugli stessi giornali scatta di nuovo l’indignazione, questa volta garantista però.

Già, il garantismo per gli uomini pubblici accusati dalla magistratura. Chissà chi è stato capace di inculcare questo etereo concetto nelle menti saponose e leggermente torpide di noi italiani che lanciavamo monetine a Craxi (vecchio capo di Del Turco) e ogni mattina compravamo il giornale per gustarci compiaciuti l’elenco dei nuovi arresti di “mani pulite“. Chissà chi ci ha fatto un popolo di giustizialisti sanguinari per tutti i reati e estremamente garantisti per il peculato. Chissà?

Restando in tema, quando c’è da fare una dichiarazione a sproposito, il nostro presidente del consiglio non si fa mai sfuggire l’occasione. Senza conoscere i fatti (almeno lo spero per lui) insinua il dubbio che sotto ci siano dei “teoremi” in nome di una solidarietà che non potendo essere politica è lievemente, ma solo lievemente, inquietante. Eppure, a voler leggere costruttivamente una dichiarazione intrinsecamente maligna, “Spesso i teoremi accusatori sono infondati“, qualcosa di vero c’è.

Dopo sette anni sette c’è la prima sentenza per i fatti della caserma Bolzaneto durante il G8 di Genova del 2001. 30 assoluzioni, 15 condanne per un totale di 24 anni di reclusione. Nessuno andrà in carcere perché i reati andranno prescritti nel 2009. Allegria!

A Bolzaneto non c’è stata tortura perché il nostro codice non la prevede come reato (che buono il nostro codice, mi ricorda il maresciallo di “Pane, Amore e Fantasia“) in compenso sembra esserci stato tutto il resto. Abbondanti applicazioni di fisica del manganello, perquisizioni corporali e dove corporali va inteso in senso letterale, umiliazioni psicologiche, bagni di acqua gelata, sequestri di persona. Una macelleria messicana (cit.). Insomma tutto il campionario Garage Olimpo, tranne l’iniezione ed il tuffo finale dall’aereo, probabilmente per i soliti problemi organizzativi italiani. Una vera e propria prova generale dello stato di polizia che alcuni dei nostri più illustri rappresentanti politici non fanno nemmeno troppo mistero di desiderare.

24 anni in 15 e nessuno in carcere per una pagina della storia italiana degna di figurare al fianco di quella delle leggi razziali. Berlusconi (allora presidente del consiglio oggi … ah sì presidente del consiglio) e De Gennaro (allora capo della polizia e oggi passato da commissario speciale per l’emergenza rifiuti a responsabile del Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza, come a dire che servizi segreti e monnezza sono la stessa cosa) nemmeno sfiorati dalla vicenda. Definirlo un teorema infondato è fin troppo generoso.

Dire, invece, che la magistratura è sovversiva, si conferma, a mio modestissimo parere, una segnata fesseria.


109 commenti su “Bolzaneto Del Turco

  • Cambiamo Pianeta

    Ragazzi, i sento molto molto molto rattristato…qualcuno di voi ha qualche parola di conforto da rivolgermi? Qualche pacca sulla spalla…un sorriso. Perchè oggi è una giornata di immani fatiche…ci mancava solamente CN con i suoi ottimi post devastanti a peggiorare la situazione…ma scrivere qualche evidente bufala ogni tanto? No, eh?

  • luminal

    Questo è un’assaggio, un segnale o una minaccia di quello che ci aspetta? E’ dare carta bianca alle “forze del disordine” affinchè possano fare quel che vogliano contro chi dissente dalle istituzioni e scende in piazza? Del resto, notizie come quella di Bolzaneto la si ritrova in qualche refuso di cronaca locale sotto i necrologi (almeno quelli c’entrano e come!), mentre l’arresto del neroboruto, cattivo e terrorista comunist-sindacalista Ottaviano del Turco che fra un capretto e l’altro peculava sulla sanità abruzzese (così come gli fu insegnato dal comune Mentore e Guru S.E. Craxi Benedetto detto Bettino) ha titoloni enormi in prima pagina, alla guisa di “Ve lo avevo detto io! Vedete come son cattivi i giudici?”, sperando che topogigio si convinca e voti i lodi già belli e preparati per l’occasione, e poi si va tutti al mare a mostrar le chiappe chiare, tanto a Settembre ci aspetterà la vera star di questa legislatura: il governo Veltrusconi I, destinato a durare un quinquennio e a perseguitarci senza se e senza ma, senza nani e ballerine, e ci consegneranno un paese serioso e austero, con giovani da adunata, tutti con grembiule e senza 7 in condotta, dove il max del divertimento sarà la messa in latino con il prete di spalle, la mara carfagna diventa suora, e la mariastella gelmini la signorina rottenmaier. Vi immaginate che spasso di paese 🙁 ? Credo che Tehran di questi tempi sia molto più tollerante e libertina. 😐

  • Chiara di Notte - Klára

    “Credo che Tehran di questi tempi sia molto più tollerante e libertina.”

    Infatti.

    Non credere a cio’ che raccontano i TG.

    Le donne iraniane sono fra le piu’ emancipate di tutto il mondo islamico. E non solo del mondo islamico.

  • lupoalburnino

    Per Ottaviano Del Turco avrei messo la mano sul fuoco, ma se è vero quello di cui è accusato, perchè non dovrebbe?, siamo alla frutta. Però, qualche peccato sulla coscienza l’ha sempre avuto: il referendum sulla scala mobile, l’amicizia con Craxi e in contemporanea anche con Berlusconi, che salvò da alcune accuse, che se fossero vere, getta una luce più fosca su tutta la vicenda.
    Vedremo, ma dispero…e non c’entra niente Veltroni, il quale ha detto al contrario di Berlusconi, abbiate pazienza se mi ripeto: “La legge faccia il suo corso”. Giustamente!

    • luminal

      Del resto il TopoGigio non poteva dire altro, e per dirla in altri termini, credo che abbia capito l’antifona: WARNING! Chi tocca i fili muore! Ora il “galletto” abbasserà un pò la cresta, e voterà allegramente, all’insegna del “volemose bene”, ogni lodo o porcheria varia che gli venga proposta. Poi, giusto per restare in tema, una bella gita ai castelli a magnà er porchettone de Ariccia e a beve er bottijone de Frascati, alla facciaccia dè tutti noiartri e all’anema de li mortacci nostri e dei nostri nonni, emblematica e simbolica scena madre del futuro prossimo venturo VELTRUSCONI UNO! A Settembre in tutte le sale, salotti e salottini, palazzi e palazzacci, poltronissime e strapuntini.
      Perchè io (VELTRUSCONI) sò io e voi (Italiani) non siete un cazzo (Alberto Sordi ne “Il Marchese del Grillo)

    • Comandante Nebbia

      In effetti è un uomo che ha avuto incarichi di altissimo livello. Sarebbe un disastro per il sistema.

      temo che una trista risposta possa arrivare dal nostro governatore don V.

      • lupoalburnino

        CN, non ho conosciuto mai personalmente l’ex segr.aggiunto della CGIL, O. Del Turco. Ai miei tempi se ne parlava bene: persona preparata, buon organizzatore, vicino alla classe operaia, ecc.
        Poi, si seppe che era amico di Craxi e le simpatie diminuirono, ma non diminuì il giudizio sindacale positivo nei suoi riguardi anche da parte della CISL.
        Su “Il Mattino” di oggi ho letto altre cose: Berlusconi sarebbe stato “accusato” di essere il mandante dei delitti Borsellino e Falcone; Del Turco lo salvò, come amico di Craxi. Mah! Per me è una novità assoluta e non mi permetto di dare giudizi. La magistratura faccia il suo corso e il suo dovere: se è colpevole…
        Caro CN, non mi è mia piaciuto il don. L’ho sempre collegato con i signorotti del mio paese, i quali non sono stati mai nelle mie simpatie…
        Che t’aggia dì! fai tu.

  • Francesca

    Penso che una fotografia più lucida di questa non poteva farla altro che il Comandante.

    Ma io dico una cosa: cos’abbiamo speso soldi a fare se alla fine se pur condannati nessuno si farà un giorno (1 GIORNO) di galera?
    Non è stato inutile?
    Una cosa è certa, questa è molto amara da mandare giù ma noi italiani siamo abituati a tutto, ci sarà gente che non si ricorda nemmeno più cosa successe 7 anni fa’ a Bolzaneto.
    A parte la figuraccia verso i molti manifestanti stranieri, C.Giuliani in pratica non è stato ucciso.

    • Sara

      Cioè il problema in questo caso non è la gente che non ricorda, è che la gente non lo sa. Perchè io in tv l’unica ricostruzione dei fatti degna di tale nome l’ho vista ad annozero, una volta sola.
      E comunque è avvilente vedere che la gente non riesce a fare 2+2. Ma io dico: se ti promettono più sicurezza e poi tolgono i finanziamenti alla “macchina giustizia” come si può avere sicurezza? Però la gente non ce la può fare…

      • Francesca

        Facciamo un 50 e 50, dai.
        Perfino mia nonna sa’ che “è stata una spedizione punitiva come facevano i fascisti ai suoi tempi”.
        Se non hai 80 anni e hai l’Adsl non hai scuse secondo me.
        Anche perchè se aspetti le informazioni dai tiggì…

        • Sara

          Non penso che la gente sia innocente, certo c’è pigrizia e tutti gli altri problemi, però sarebbe normale in un paese del g8 avere i tg che informano…
          Ma fino a quando la gente guarderà il tg2 o studio aperto o tutti i tg pensando di trovare la verità non andremo molto avanti.

  • Fully

    Sintetizzo:
    Plaudiamo alla Magistratura quando incarcera Del Turco.
    Fischiamo la Magistratura quando non condanna come ci aspetteremmo i responsabili di Bolzaneto.
    Ho come la sensazione che la Magistratura ci piaccia solo quando si muove secondo il nostro specifico metro.

    • luminal

      Carissimo, credo che fai un pò di confusione fra vittima e carnefice. Se una sentenza è palesemente ingiusta, ovvero se più persone vengono sequestrate, picchiate, denudate, sottoposte a ogni sorta di violenza, umiliate fisicamente e psicologicamente, non posso assolutamente rispettare la sentenza del tribunale, nè plaudire ai giudici, in quanto ne va della mia pelle, potrei trovarmi io (o te) in quella situazione, magari solo perchè abbiamo osato esprimere liberamente le nostre idee. Con buona pace di chi crede che l’intera magistratura sia una sorta di armata rossa o truppa cammellata.

      • Fully

        Carissima, io penso non si possano adottare due pesi e due misure.
        Se la sentenza è stata emessa a seguito di un’istruttoria e di un processo dovremmo dare per scontato che i giudici abbiano esaminato e valutato le circostanze meglio e più approfonditamente che noi opinione pubblica, o no?
        Quello che vale per Del Turco (la presunzione che il giudice abbia emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere sulla base delle prove fin qui acquisite) dovrebbe valere a maggior ragione per il collegio che ha giudicato i fatti di Bolzaneto ed ha emesso la sentenza.

    • Cambiamo Pianeta

      Personalmente non ho affatto gioito per l’arresto di Del Turco…credo ancora oggi che la giustizia debba utilizzare gli strumenti in suo possesso per contrastare l’illegalità…odio i discorsi del tipo “perchè hanno fatto il processo se poi è stato giudicato innocente”, che sento fare ahimè molto spesso…i magistrati fanno i processi proprio per determinare se una persona è innocente o colpevole…non è data loro la conoscenza aprioristica dell’esito di una azione giudiziaria. Per quanto riguarda Bolzaneto, dopo 7 anni, sapendo quanto è avvenuto e con tutti ciò che è emerso, diciamo che c’è inevitabilmente da indignarsi!!
      Vorrei condividere con voi un pensiero: com’è possibile che Del Turco sia finito in gattabuia, mentre al Cuffaro lo hanno lasciato serenamente libero di parlottare con i suoi amichetti mafiosi (ricordate che fra le accuse c’era appunto l’aggravante mafiosa)?

    • Comandante Nebbia

      Mah.

      Non mi sembra di aver applaudito ne fischiato.
      Mi è solo sembrato ridicolo che qualcuno dica che la magistratura sia sovversiva quando aveva l’occasione ghiottissima di mettere in ginocchio il potere politico per mezzo dei fatti di Genova e non lo ha fatto.
      La magistratura difende palesemente il sistema.
      E questo senza esprimere giudizi.

      • Fully

        Rabbrividisco a leggere questa tua precisazione.
        In tempi di calura non è poi così negativo 🙂

    • simona_rm

      veramente Fully, non mi sembra che la tua sintesi c’entri molto.
      Il problema meglio evidenziato da CN è la percezione della Magistratura, ma così come il Governo vuole farcela credere: si parla di “teoremi” accusatori, di magistrati politicizzati, ecc. ma la conclusione di CN è che questa magistratura tanto vituperata dall’attuale governo in realtà sembra essere molto più conforme all’Esecutivo che sua avversaria…..o ho capito male?

      • Silent Enigma

        conforme…avversaria…
        la magistratura deve essere indipendente. in-di-pen-den-te

        • Fully

          Sono d’accordo con te, Silent.
          Ecco perché la precisazione di CN nel controcommento qui sopra mi fa rabbrividire

          • Silent Enigma

            azz già in piedi? 🙂

            imho la magistratura fa quello che può e non difende nessuno aprioristicamente.
            fatti, prove, responsabilità: di questo è fatto un processo

          • Comandante Nebbia

            Tutti bravi a fare i precisini sul come dovrebbe essere dimenticando quello che è.
            E’ l’affermazione di Berlusconi ad essere fuori luogo, non la magistratura ad essere sovversiva. Non so cosa sia la magistratura, ma sicuramente non è rivoluzionaria. Non c’è niente da rabbrividire. I poteri dello stato lavorano sinergicamente per il mantenimento dello status quo.

            Se poi questo sia un bene o un male lascio deciderlo a voi. A me appare solo per quello che è, un fatto.

          • Fully

            “[la magistratura] aveva l’occasione ghiottissima di mettere in ginocchio il potere politico per mezzo dei fatti di Genova e non lo ha fatto”

            Se questo è il ruolo che auspichi per la magistratura in un paese democratico, purtroppo non potrò mai essere d’accordo con te.

          • Comandante Nebbia

            facciamo a non capirci. non dico che dovrebbe fare questo, dico solo che se fosse stata sovversiva come dice Berlusconi, non si sarebbe fatta scappare l’occasione per farlo.
            Stiamo freschi se aspettiamo che i magistrati ci tolgano le castagne dal fuoco, figurati.
            Quello che volevo cercare di dimostrare è che la contrapposizione dei poteri è solo strumentale come è strumentale l’opposizione di Di Pietro e del PD.
            Se esiste un’alternativa deve venire dal Paese e non dai poteri che lo governano. E’ da stupidi aspettare che un giudice vestito da Babbo natale o Di Pietro vestito da Befana ci portino la soluzione sotto l’albero. Bisogna impegnarsi di persona.

            Ho riletto il pezzo e il senso mi sembra abbastanza evidente corroborato, inoltre, dalle numerose precisazioni.
            Comunque, cercherò di fare di meglio in futuro.

          • Fully

            Allora vuol dire che capisco male l’italiano
            Cercherò di fare meglio in futuro
            🙂

          • Comandante Nebbia

            grazie per avermelo ripetuto anche tu.
            Purtroppo l’età mi rende incomprensibili anche i concetti più elementari.
            Poi, stamattina ho dimenticato di prendere le pillolette.

        • simona_rm

          INDIPENDENTISSIMA, perfettamente d’accordo (art. 104 della Cost. se non erro), ma andando ad analizzare i fatti e tentando di leggerli in un contesto più ampio (da quello esclusivamente giuridico), ti rendi conto che proprio questa indipendenza sembra essere -spesso- tradita, ma è una mia sensazione, non un teorema.

          • silent enigma

            101, 102, 104, 107

            è una sensazione fondata la tua, ma dubito che la magistratura abbia un ruolo attivo in tutto questo. vorrei spiegarmi meglio, ma non posso 😉

          • simona_rm

            😉
            capito perfettamente, la magistratura deve accettare le scelte dell’esecutivo, in un certo senso il suo ruolo è passivo di default.

          • silent enigma

            non dell’esecutivo, del parlamento, che è organo sovrano.
            che poi il parlamento si “pieghi” ai decreti del governo votati con la fiducia, questo è un altro paio di maniche

    • luminal

      Quale è il compito della Magistratura, per dire l’ABC di una Magistratura in uno Stato che si autodefinisce “democratico”?
      E’ quello di garantire il rispetto delle regole elementari dello Stato di Diritto, almeno il cosiddetto “habeus corpus”, che fa parte del più elementare diritto alla vita, contenuto nella dichiarazione universale dei diritti dell’uomo firmata dall’Italia 60 anni fa.
      E’ possibile che nel cuore dell’Europa, in uno dei paesi fondatori della UE, si continui a torturare persone impunemente in una caserma come ai tempi del ventennio? Che si minaccia di violenza sessuale le ragazze? Che agenti maschi facciano denudare le ragazze e le palpeggiano anche? E’ possibile che si costringa a dei ragazzini nudi a camminare a quattro zampe, abbaiando e latrando, e gli si ficchi anche un manganello su per il culo? Questa gente, come minimo meriterebbe di essere espulsa dalla polizia, e in più una condanna esemplare. Ma non sembra che la magistratura abbia assolto a questo elementare compito.
      O vogliamo nasconderci dietro un dito dicendo che in Italia la tortura non esiste? E quindi che la sentenza è giusta? Perchè dobbiamo rispettare la Magistratura anche in questi casi, come in altri dove vengono detenute persone innocenti (vedi Filippo Pappalardi e Enzo Tortora su tutti?)

      • silent enigma

        non ho detto che è una sentenza giusta: è dovuta. la non esistenza del reato di tortura è una vergogna che nemmeno in cile, guarda.
        individuare le singole responsabilità è stato un lavoro immane (la responsabilità penale è personale, ricordo) e quel che è stato possibile è stato fatto.
        i risarcimenti milionari a cui sono tenuti i due ministeri competenti sono emblematici.

        per chi vuole, il dispositivo della sentenza è qui

  • cogitoergovomito

    “Spesso teoremi accusatori sono infondati”

    Ma questa è una risposta da premier?
    Bah….io non lo so, dove arriveremo…dove…dove….!!!

    Non dico che mi sarei aspettato un “Ottaviano del Turco è un ladro nato”….
    ma almeno un “Se ha sbagliato è giusto che paghi”… è cosi difficile?
    O sono io o siamo noi che siamo troppo faziosi?

    Toc Toc c’è qualche fascista che sia in grado di rispondermi? Vorrei capire….intanto vomito…vorrei capire..ma per ora vomito…

    • luminal

      Finchè c’è qualcuno che dice “La magistratura faccia il suo corso” e poi non fa nulla per impedire questo stato di cose, anzi aggredisce pesantemente chi è sceso in piazza per difendere e sostenere la magistratura, secondo me è anche peggiore del nanetto….

    • Cambiamo Pianeta

      L’arresto di Del Turco e relative accuse sono come manna dal cielo per il caro premier…occasione per ribadire ancora una volta la sua posizione nei confronti della magistratura (che vede la magistratura a pecora e il nano arraffone con una mano sulla schiena del supino ed una sul proprio fianco…atteggiamento detto alla John Holmes)

  • Silent Enigma

    se ha sbagliato è giusto che paghi = l’acqua bolle quand’è molto, molto calda.

    che commenti si possonoi fare? ci sono delle indagini in corso, e smettiamola di identificare l’indagine con la pena.
    la persona sottoposta ad indagini, in tutto e per tutto regolata dalle norme sull’imputato, è presunta non colpevole fino a sentenza definitiva di colpevolezza. mettiamocelo in testa una volta per tutte

  • Alessandro

    Detesto la classe politica italiana, tutta la classe politica italiana (quasi tutta, si salva giusto una piccola percentuale che è in fase di… valutazione, speriamo non mi cada anche lei).
    Potrei dire dal più profondo del mio cuore, che li odio. Perché? Perché mi hanno stanno togliendo il futuro. Perché mi stanno togliendo tolto la possibilità di sperare in un domani migliore. Perché mi stanno togliendo la voglia di darmi da fare, di credere che sia possibile darsi da fare, per cambiare le cose.
    Perché mi hanno ridotto al punto che, ogni mattina, ogni sacrosanta mattina, mi alzo, sperando che nel corso della giornata, esploda montecitorio, in seduta plenaria. E non scherzo.

    • Comandante Nebbia

      Dovrebbero fartela venire la voglia, non togliertela.

      Se chi fa una cosa la fa bene, magari si può anche restarlo a guardare, ma se è un pasticcione lareazione natirale è prendere il suo posto, non deprimersi.
      o no?

      lasciamo perdere le esplosioni.
      la gente si fa male e poi possono arrivare quelli veramente cattivi.
      vediamo di sviluppare la coscienza sufficiente a mandarli in pensione. punto.

    • Chiara di Notte - Klára

      Un consiglio per il tuo futuro?

      Guarda all’Est…

      Nel breve: Ungheria, Repubblica Ceca, Repubbliche Baltiche
      Nel medio: Polonia, Croazia, Slovacchia…
      Persino Romania e Bulgaria, fra qualche anno.

      Oppure paesi nordici: Svezia, Finlandia, Norvegia… ma anche l’Irlanda.

      Pensa che il mio sogno e’ l’Islanda…

      • Adetrax

        Certo che quei paesi sono la a portata di mano, ma sono contrarissimo al fatto che ci si vada in massa.

        Il motivo è che nel momento stesso in cui ci si mette piede, si modifica il loro ecosistema sociale e il rischio è quello di rovinarlo irrimediabilmente esattamente come l’urbanizzazione selvaggia in un parco naturale protetto.

        • Chiara di Notte - Klára

          Vero… si deve avere un approccio morbido ed adattarsi al sistema di vita che spesso e’ molto diverso da quello che abbiamo.

          Comunque non vedo una colonizzazione in massa. In Italia le persone sono molto ancorate alla famiglia. Neppure a 30 anni riescono ad essere pienamente indipendenti.

          E poi, c’e’ la pigrizia…

          A parlare siamo tutti bravi/e. In internet si puo’ scalare il K2, ma poi in realta’ non ci si muove dalla poltroncina :mrgreen:

      • luminal

        A proposito di paesi dell’Est, sto pensando seriamente di tornare al mio Paese natio, anche se è un emerito cesso….
        In alternativa (molto probabilmente) stabilirmi in un Paese nordico non è un’idea cattiva (adoro la Finlandia, che ho visitato). Quanto allIslanda… ne ho sempre sentito parlare molto bene…

  • Adetrax

    Il giudice Carnevale ricorda qualcosa a qualcuno ?

    Pare che Del Turco non volesse accettare quest’ultimo incarico e che l’abbia fatto controvoglia; “sacrificati compagno che dobbiamo dimostrare un teorema” …

  • ugasoft

    La giustizia in Italia è diventata un miraggio totale.

    Processi che si accodano, ogni anno i processi che si chiudono sono una percentuale ridicola dei nuovi processi che si aprono.
    Siamo al paradosso che “Ogni anno la durata media di un processo aumenta di un anno”
    Si arriverà al punto in cui la prescrizione sarà matematica per qualsiasi processo, MA ci sarà sempre l’obbligo di avvio delle indagini ($£€).

    Possibili soluzioni:
    – aprire i tribunali anche di pomeriggio! io lavoro 9 ore al giorno, torno a casa quando il sole è tramontato… perché i tribunali chiudono alle 13? mancano risorse? diamogliele. costa meno raddoppiare l’attività di un tribunaler che raddoppiare il personale per farlo lavorare part time (e pagarlo full time
    – informatizzazione di tutto, DI TUTTO. al costo di bloccare tutti i processi per 1, 2 o 3 anni, ma per non avere mai più situazioni come quelle riportate dall’espresso (http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/cronaca/bolzoni-tribunale/bolzoni-tribunale/bolzoni-tribunale.html). Informatizzando tutte “le carte” i tempi si decimeranno.
    – delegiferare. abbiamo più leggi che in tutte le nazioni dell’africa messe assieme. delegiferare, semplificare, combattere la casta dei notai, degli avvocati, dei commercialisti.
    – ridurre a due i gradi di giudizio. 3 sono inutili, paradossali nel nostro paese.
    – certezza della pena. via le “attenuanti generiche”, via gli indulti, via il patteggiamento, via il risarcimento, via l’affidamento ai servizi sociali dopo un terzo della pena, via la buona condotta. Non sono giustizialista: bisogna accontentarsi dei DUE ANNI di condizionale. hai un jackpot di 2 anni, usati quelli VAI IN GALERA. Meno leggi, meno severe, ma FERMEZZA E RIGORE.

    Chiedere il rispetto delle regole e punire chi non le rispetta, attenzione, non è di destra: e’ di sinistra.
    è di destra la legge della jungla, la legge del più forte. E’ di sinistra la tutela del più debole, LA LEGGE.

    • Silent Enigma

      finalmente uno che dice “pene meno severe”
      le pene alternative alla detenzione sono solo la punta dell’iceberg di una situazione carceraria insostenibile, e poi c’è un piccolo precetto costituzionale secondo cui la pena deve “tendere alla rieducazione del condannato”: impossibile eliminarle.
      i gradi di giudizio sono già due.
      la cassazione è giudice di legittimità (sulla carta): quindi modificherei l’auspicio in “ognuno faccia il suo lavoro” 🙂

    • Adetrax

      Chiedere il rispetto delle regole e punire chi non le rispetta, attenzione, non è di destra: e’ di sinistra.
      è di destra la legge della jungla, la legge del più forte. E’ di sinistra la tutela del più debole, LA LEGGE.

      Su questa caratterizzazione di destra o di sinistra dissento.

      In realta` il concetto del rispetto delle regole dovrebbe essere comune sia a destra che a sinistra e in ogni caso esiste o esisteva una destra che patrocinava tali valori come indispensabili in una societa` democratica, ma forse si e` dissolta a forza di attentati e corruzione.

  • andrea

    le regole le dpvrebbero rispettare tutti: dai magistrati ai politici; ma se i ma-
    gistrati hanno idee politiche di una certa ‘rosa dei venti’ allora solo quelli so-
    no colpevoli, da accusare e incarcerare, per non far inquinare le prove: ma di
    quali prove parlano??? E se sono i politici ad accusare i magistrati perché fan-
    no politica: allora sbagliano entrambi; perché i politici hanno paura dei magi- strati in quanto questi possono accusarli anche ingiustamente. un certo scrittore francese diceva: – parlate di me accusandomi, parlate di me offen- dendomi, parlate di me e dite tutto quello che volete giusto o falso, ma pur-
    ché ne parliate…Questo perché di lui mai nessuno parlava.

  • andrea

    di tutto quello che ho letto, se ne faccio un riassunto escono fuori tre oracoli
    della Sibilla Cumana…il governo non funziona fino a che ci sarà Berlusconi, il
    quale pensa esclusivamente ai suoi interessi, in questo aiutato da tutta la
    destra, la quale tutte le sere banchetta con lui…sui resti maciullati della sinistra…la giustizia non funziona, perché Berlusconi non vuole che funzioni
    altrimenti lui starebbe sempre sotto processo…solo le tasse funzionano e
    noi che siamo …(come disse Berlusconi nelle precedenti elezioni per chi av- rebbe votato per la sinistra) e gli euro ce li tolgono …dalle tasche, siamo i so-
    li a pagare -pensionati e operai- e con questi quattro spiccioli si può formare
    il tesoretto…voi ci credete??? Adesso!!!un pò le vacanze e un pò le Olimpiadi
    il governo si riposa dopo non aver fatto nulla…solo qualche corpo a corpo
    nelle aule dove porgono le terga questi nostri grandiosi politici…………….

I commenti sono chiusi.