Un Lettore di Mentecritica


Informazioni su Un Lettore di Mentecritica

MenteCritica ha deciso di offrire l’opportunità a tutti di pubblicare gratuitamente articoli sulla propria piattaforma Scopri come fare cliccando questo link


ad00 42
Un centinaio di anni dopo l’annessione sabauda del Regno delle due Sicilie, Pino Daniele descrisse (tra l’altro) l’ex capitale borbonica nei termini di una carta sporca della quale a nessuno importava nulla. Agli inizi degli anni ’90 lo stesso mezzogiorno d’Italia, venne definito in un famoso pamphlet direttamente “l’Inferno”. In seguito ebbe inizio la stagione delle stragi e poi degli attentati alla cui conclusione seguì un lungo periodo di quiete apparente, situazione derivante, secondo alcune ipotesi, da precisi accordi tra i vertici dello Stato e le organizzazioni criminali. Comunque sia, da quei tempi, parlare di degrado, di mafia, di illegalità, […]

Le cartoline delle vacanze


86b1219e43_1 8
In questi giorni si fa un gran parlare del #RomaSonoIo di Alessandro Gassman. Lodevole. Siccome siamo in Italia, aggiungerei un paio di considerazioni. La prima sul rapporto governo/cittadino. L’invito di Gassman mi ricorda il notissimo passaggio del messaggio d’insediamento di John Kennedy alla Casa Bianca: “Non chiedetevi cosa il vostro Paese possa fare per voi, ma cosa voi potete fare voi per il vostro Paese”. Questo paternalismo qui riscuote gran successo; noi cittadini siamo pure contribuenti, teniamolo a mente. Paghiamo cioè il governo per avere, tra le altre cose, una serie di servizi. La formula organicistica “cosa voi potete fare […]

#RomaSonoIo


EU Crack 2 14
Il referendum greco sulle trattative tra il governo di Atene e la troika, che piaccia o meno, è stato un segno di cambiamento nell’universo dell’Unione europea. Di fatto ha avvicinato a tutti noi i tavoli riservati ed appartati delle “diplomazie comunitarie” in cui si decide del fallimento o meno di uno Stato, costringendoci a pensare al fallimento di uno Stato alla stregua di quello di un grande magazzino. Ha fatto vedere, anche a chi veder non voleva o non sapeva, la (in)consistenza dell’impasto dell’unità e della solidarietà europea. In Italia, ad esempio, la Lombardia non può dire alla Sicilia: “Basta, […]

Se la vedi, salutamela. Il caso greco e la politica ...



34
Pomeriggio tra genitori della squadra di calcio. Il dramma si consuma già nella descrizione: un gruppo di persone accomunate solo da una cosa: dei figli con la stessa passione. Forse, non sempre. Ma questo è un altro discorso. Beh andiamo al punto. Tra i genitori c’è una coppia di stranieri. Per il gruppo l’immagine dello straniero che si vuole e si è integrato. La faccia buona dell’immigrazione. Ed è vero ma. Prima vi racconto i fatti. Un’attività commerciale ben avviata, due figli con due nomi italiani, cristiani. Insomma direte embe’ cosa c’è’? C’è’ che io arricciavo il naso, perché c’era […]

Il nuovo colonialismo


11
“Il neopeggio si può ben definire una guerra perduta contro la stupidità, poiché, avendo pur la ragionevolezza umana schierate tutte le sue truppe e lanciate ardimentose nell’agone, le vede poi miseramente perire, per l’immane potenza di fuoco del nemico” (finta citazione manzoniana). Di fronte a siffatte legioni infernali ogni strategia é inutile. Le possibilità di sopravvivenza della ragione contro la “demenzialità organizzata” sono matematicamente nulle. Il neopeggio, ovvero l’arte contemporanea, non pensante, a vanvera parlante, ai grulli piacente, domina imperiosamente la scena sociale, economica e artistica del nostro Paese. Affrontando il problema da un punto di vista meramente “scientifico”, vorrei […]

Il Neopeggio


11
Ci cascano di nuovo. I nuovi padroni della repubblica fruttata, con ancora più veemenza, ripropongono in salsa revival la candidatura di Roma ai giochi olimpici del 2024. E sperano che anche noi ci caschiamo. Del resto, con tutto il prosciutto che le reti nazionali (tutte, nemmeno La7 stavolta si salva) ci hanno posato sugli occhi in questi mesi, cosa potevamo aspettarci? Parole di elogio, di spinta, di ottimismo. Nessun giornalista osa mettere il dubbio nel lettore, chiarendo il perché questa candidatura sia malata ancor prima di nascere. Non si osa. Non ci sono dunque aquile in questo paese. Ma solo […]

Olimpic Banana 2024 – Bisogna perdere



Apocalypse di inSOLense http://insolense.deviantart.com/ 48
Trentanove giorni sono ormai trascorsi, decisamente troppi perché si possa ancora sperare nel miracolo di una Fumata, fosse anche nera. Ormai comincio a pensare che nessuno uscirà più dal Conclave, e che quello sepolto in tutta fretta, sovvertendo un protocollo millenario, sia stato l’ultimo Vescovo di Roma. Il trono di Pietro vacilla. Forse la Sistina è stata testimone dell’ennesimo inenarrabile segreto o, più probabilmente, i pochi cardinali sopravvissuti, invece di fuggire come pecore spaventate braccate dai lupi, hanno risposto all’appello, andando incontro alla morte come tanti là fuori. Le ultime immagini da Piazza San Pietro sconvolgono il mondo con uno […]

La Cellula


13
Ma prego fate pure. Prendete e mangiatene tutti. Questa è la nostra cultura, offerta in sacrificio per voi. Poco importa se l’apprezziate e ne vorreste ancora. A noi, più di tanto non interessa. O almeno, non sappiamo dimostrare la nostra attenzione verso le espressioni artistiche, storico e culturali che i nostri avi ci hanno gentilmente lasciato in eredità. Se l’avessero saputo, Romani, Greci, Normanni e tanti altri, in quali barbari mani sarebbero dovuto morire le loro magnifiche opere, chissà se ci avessero dedicato tanto tempo ed impegno. Ma forse, un qualche lumicino di possibilità esiste ancora in questa Terra. C’è […]

La cultura in sciopero?


hop-on-pop1 44
La mia parte razionale, quella che attiene alla terra, in questo giorno di celebrazione, è riuscita a valutare con lucidità quanto lontani siamo dal riconoscimento alla donna di un suo lecito diritto ad ogni ruolo in ogni ambiente sociale e quanto lontani siamo al riconoscimento della donna al suo diritto di essere e di esistere. Il nostro Paese è purtroppo un Paese culturalmente arretrato e ce lo ricorda ogni anno la Word Economic che dal 2006, analizza la disparità di genere nel mondo e redige una classifica che viene pubblicata dal Global Gender Gap. Il Global Gender Gap ha lo […]

Muoversi e non commuoversi