redazione


Informazioni su redazione

Nebula dummy account


57
Tra le altre cose, mi ritengo un esperto di donne italiane. Questo non a causa delle mie virtù amorose, ma più che altro in quanto ho avuto la possibilità di studiare da vicino tre campioni rappresentativi: mia moglie, mia suocera e mia figlia. Ho guardato con orrore mia figlia di sette anni scimmiottare le sensuali ballerine che vede negli spettacoli della TV italiana; ho visto il modo in cui la madre di mia moglie si affaccenda intorno alla cucina come la classica mamma* italiana, e ho avuto innumerevoli “discussioni “con la mia consorte circa lavoro, affari domestici e lacca per […]

Le Donne Italiane Sono Disponibili Solo in Due Modelli


53
Riceviamo e volentieri pubblichiamo: Ciao Mentecritica, Sono Chiara (https://twitter.com/Chiarabarbie), Ti scrivo perché con alcuni amici stiamo realizzando un progetto che credo possa interessarti: un documentario sulla felicità nell’Uruguay di Pepe Mujica. Siamo andati in Uruguay attratti dal messaggio sulla felicità e semplicità di questo anziano rivoluzionario che sembra più un filosofo che un guerrigliero e che parla al cuore della gente. Siamo andati in Uruguay per scoprire se il messaggio di Pepe è quello del popolo uruguaiano, se quello che vediamo noi, filtrato dai media occidentali, è la realtà. Siamo andati in Uruguay perché il messaggio di Pepe Mujica, che […]

Pepe Mujica e la felicità



31
Il M5S è il vero enigma delle prossime elezioni. Mentre è semplice immaginare un arretramento di Forza Italia e un risultato difensivo per il Partito Democratico, è il numero del Movimento Cinque Stelle che traccerà veramente il destino del governo Renzi. Il dibattito tra i nostri lettori è risultato interessante e riteniamo utile dargli ulteriore visibilità. Per evitare personalismi, i commenti sono stati anonimizzati, ma se siete interessati trovate gli autori in coda al post a questo link dove troverete anche tutti i botta e risposta tra i lettori di MC. lettore A Se c’è un partito da non votare […]

Movimento Cinque Stelle: I lettori di MenteCritica ne discutono


118
Alle ore 18:00 di venerdì 14 febbraio si è riunita con convocazione di urgenza l’unità di crisi di MenteCritica per deliberare le azioni da intraprendere nei confronti di renzi matteo, nato a Firenze l’11 gennaio 1975, attuale segretario del partito democratico e futuro presidente del consiglio per tramite di inganno, menzogna ed altissimo tradimento. Verificato Che il suddetto ha ignominiosamente utilizzato la disinformazione e le armi più subdole per accedere ad una carica che dovrebbe derivare da investitura popolare, Visto Che il suddetto considera gli elettori di questo paese delle emerite teste di cazzo a cui si può dire tutto […]

MenteCritica Dichiara Guerra A matteo renzi. Arruolatevi Volontari.


10
Qualche giorno fa è apparso su queste pagine un articolo dell’autore “SignorSpok“che criticava la modalità di esposizione dei dati di un articolo di economia del blog Goofynomics. L’articolo è qui. Nei commenti, uno degli autori di MenteCritica, “IlBuonPeppe“, contestava le conclusioni dell’articolo e riportava un algoritmo per ricavare i dati e disporli sul grafico così come rappresentati da Goofynomics:

Repliche e Precisazioni



40
Appunti sugli scenari possibili per un cambiamento della Costituzione. 1 Premesse necessarie  per discutere del tema Come già scritto   il sistema dei partiti in Italia, come lo avevamo vissuto dal dopoguerra, non esiste più. Al momento quasi tutte le più alte istituzioni sono occupate da una oligarchia collusiva ( il termine inciucio non è idoneo in quanto sminuisce la gravità e l’anomalia della situazione ) che appare agire con lo scopo di perpetuarsi adattando abilmente le proprie scelte per garantire se stessa ed i gruppi di interesse che la sostengono. Le più recenti scelte istituzionali sono state assunte in sedi […]

Davvero possiamo permettere un cambiamento costituzionale ?


22
Per quanto oggi possa sembrare impossibile, c’è stato un tempo nel quale su “La Repubblica” scriveva Italo Calvino. Era il 1980 e, pur essendo un anno non remotissimo, la sproporzione tra questa figura ed il telegiornalismo dei redattori di oggi è devastante. Sono passati quasi trent’anni da allora, eppure il quadro raffigurato dal nostro amatissimo scrittore è come se fosse uscito stamattina, ancora odoroso dell’aroma aspro della rotativa. Questo, nel giorno della celebrazione della nostra Repubblica, suona come triste presagio di immobilismo e decadenza.

La Coscienza a Posto


25
Le convulsioni istituzionali delle ultime settimane hanno lasciato chi aveva voglia di comprenderle, completamente disorientato. Non si riesce a capire come non possa esserci un successore di Napolitano, come l’alleanza miracolata dal porcellum si sia spaccata pochi giorni dopo le elezioni e il suo principale miracolato si sia alleato con quello indicato agli elettori come proprio nemico fino alla settimana prima. Come si possa bocciare figure della propria stessa area presunta, da Rodotà a Prodi, proposti dal movimento indicato come populista, fascistoide, antipolitico, o espressione dei centri sociali di estrema sinistra. Contemporaneamente additare Grillo e compagni come responsabili di un […]

L’Italia in 3D: Col M5S togliamoci gli occhialini e guardiamo ...



162
Riepiloghiamo. Cosa è cambiato e cos’è rimasto come prima. Cosa dobbiamo aspettarci. Dopo le primarie del PD di dicembre l’aria ai piani alti delle istituzioni era leggera. L’impatto mediatico di questa mobilitazione aveva risollevato i sondaggi a vette mai viste prima e la strada era spianata per un governo “politico” a maggioranza PD. Nel frattempo Berlusconi cominciava a darsi da fare per recuperare un po’ di margine di trattativa (voti) per tutelarsi da un futuro giudiziario e la Confindustria lanciava Monti con l’ambizione di costruire un polo di centro-centrodestra alternativo a Berlusconi, il centro-sinistra dava meno problemi. Prima delle elezioni […]

Un’Analisi Agghiacciante: La casta s’è desta


50
Una questione intricata, ridicola se non contenesse elementi di tragedia per le due vite perse e per quelle ancora in pericolo. E’ lecito chiedere chiarezza, capire, conoscere fatti, nomi e responsabili. E’ anche per fare queste domande che questo paese ha eletto i suoi rappresentanti poco più di un mese fa, ma fino ad ora c’è stato solo un complice silenzio a proteggere un governo che è diretta espressione di un’oligarchia più che dei cittadini sottoposti alla sua autorità. E’ per questo che ci piace riportare integralmente il testo dell’intervento di Alessandro Di Battista, parlamentare del gruppo M5S. Il suo […]

I Marò, finalmente in parlamento le domande che tutti ci ...


27
Visto che tutti fanno agiografia, noi cerchiamo di proporre qualcosa di alternativo. § Si dice abitualmente che conoscere la Storia è importante per non ripetere gli errori del passato. In realtà la Storia ci dice che conoscere la Storia non è mai servito a non ripetere gli errori del passato. Studiando la Storia ci si rende conto che in effetti gli uomini, che l’hanno attraversata e l’attraversano, hanno ripetuti gli stessi errori e gli stessi orrori in una tragica coazione a ripetere. Un esempio ne è il fenomeno della Lega Nord che ripete tutti  contenuti del nazismo, cambiando solo, obtorto […]

Papa Francesco, Jorge Mario Bergoglio complice dei dittatori argentini?



4
Nella valanga di commenti successivi al voto il problema per tutti è capire cosa è successo e non perdere di vista il finale possibile della storia. Berlusconi, Bersani e Monti si somigliano come gocce d’acqua alle quali la luce soffusa dei media dà sfumature diverse. Vorrebbero fare le stesse cose ma se ne contendono la gestione: La tav, gli inceneritori, mille km di nuove autostrade, tutto il cemento ancora possibile, una spartizione dettagliata dei loro portavoce sui media che chiamano pluralismo, una strizzata d’occhi al pezzente capitalismo italiano, uno sguardo distratto verso i gruppi economici collegati alle mafie, un po’ […]

Italia 2.0


4
Vi riportiamo la versione integrale dell’intervista che Kurt ha rilasciato al Corriere della Sera. Kurt è un contractor che da tempo scrive per mentecritica. § 1- Un contractor è un individuo che a scopo di lucro compie azioni di natura militare per conto di un soggetto privato o anche di ente (una società o di uno stato), secondo un contratto prestabilito ed accettato contestualmente. Lei si rivede in questa definizione? Sì, anche se la definizione è limitativa perché un atto di natura militare non è necessariamente un’azione di combattimento  

Mercenari e Contractors: Il Corriere della Sera Intervista Kurt.


15
LA STAMPA – Sabato 13 Agosto 1994 Monti: “Basta con i sorrisi adesso è l’ora dei sacrifici” PROFESSOR Monti, l’inquietudine dei mercati è forte, la lira sprofonda nonostante l’intervento di Bankitalia. A chi parla di complotto contro la nostra moneta lei ha già risposto che la spiegazione è ahimè più grave e meno folcloristica. E’ sempre dello stesso parere, professore? «Ma certo, soprattutto se per complotto si intende un disegno extra-economico portato avanti per ottenere un risultato politico, per indebolire il governo italiano. Semmai ci si trova di fronte ad autorevoli opinioni espresse nei mercati e nei bollettini delle principali […]

Monti nel 1994 lodava Menem