Gianraffaele Percannella


Informazioni su Gianraffaele Percannella

A disposable quiet professional with some life experiences. Security, Military, Big Data, Profiling, IoT, Misinformation. @gpercannella on Twitter  


Trump è un razzista, xenofobo e maschilista, però ha fegato e, per esperienza, bisogna sempre temere e rispettare chi ha fegato. I dazi, il muro, le politiche sui visti, sono una risposta probabilmente sbagliata, ma concreta e immediata ai problemi reali delle persone che lo hanno eletto. Chi ha eletto Trump non lo ha votato per salvare il pianeta da una possibile catastrofe climatica né per soccorrere i rifugiati siriani e tanto meno per investire politicamente in un mondo globalizzato aperto ai matrimoni arcobaleno. La gente che si è messa in fila per fare di Trump il presidente degli Stati […]

Il Nostro Caro Trump


Gli organi di stampa sembrano ormai confermare la natura “terroristica” dell’episodio berlinese per cui si può tentare una riflessione ed una valutazione della situazione. Come già detto, eventuali polemiche sulla sicurezza sono inutili. Non esistono le risorse per militarizzare anche i mercatini di Natale e, se pure ci fossero, vivere in una società dove Babbo Natale porta una P266 sotto l’ascella non è esattamente il mio mondo ideale. La storia e l’esperienza insegnano che la guerriglia non si può vincere, si può solo eradicare con cambiamenti strutturali. Daesh è subentrato ad al-Qaida sfondando il già alto livello del terrore. Una […]

Il nemico alle porte


In un’epoca nella quale grandi decisioni vengono prese con scarse affluenze alle urne e scarti minimali, i venti punti beccati da renzi con un’affluenza del 70% non sono una sconfitta, sono una disfatta. Eppure, sorvolando sul furbo discorso d’addio, la lacrimuccia artatamente trattenuta e il saluto alla moglie, è utile fare un bilancio del primo governo renzi con la consapevolezza che in un paese dove si perdona tutto e tutti, si tratta probabilmente solo di un arrivederci. renzi ha collezionato una serie impressionante di risultati, elenchiamoli con onestà: E’ stato capace di mettersi contro più italiani di quanti sia mai […]

Ciao Matteo, arrivederci a presto.



Brexit e Trump hanno riaperto il dibattito nella elite intellettuale sull’opportunità di accogliere indiscriminatamente l’opinione di tutti in occasione di scelte cruciali. In pratica, all’elite intellettuale la democrazia piace ad intermittenza: quando i risultati sono quelli attesi allora è sacra ed inviolabile. Quando rompe le uova nel paniere, allora per votare ci vorrebbe l’esamino di ammissione all’ordine della élite intellettuale. Lasciando l’élite intellettuale al suo tè con pasticcini preso mentre si discute animatamente dei problemi del terzo mondo, è da tempo che sono un convinto sostenitore del fatto che la democrazia sia un’utopia idealista declinata in termini religiosi, inapplicabile in […]

Elementi di Democrazia Meritocratica


Ho sbagliato la mia previsione. Non è la prima volta e, credo, nemmeno l’ultima. Però ne sono felice e cerco di spiegare il perché. Non voglio giudicare l’uomo Trump. Mi appare rozzo, volgare, a volte fuori controllo, ma può trattarsi di un personaggio messo in scena da un uomo abituato a recitare quella parte. Vedremo, in the field, di che pasta è fatto. Ci sono due cose che mi piacciono. Dopo la Brexit, l’elezione di Trump è un due a zero secco contro il globalismo. A quanto pare molti si sono stancati di collettivizzare le perdite e privatizzare i profitti […]

Il Nostro Caro Donald


Non c’è niente di più inutile della polemica divampata intorno al presenza o meno di polizia e/o vigili addetti al traffico sulla Promenade di Nizza la sera del terribile attentato. La triste verità è che se si volesse mettere anche un solo membro delle forze dell’ordine a sorveglianza di ciascuno dei punti sensibili non basterebbero esercito, aviazione, marina, carabinieri, polizia, forestale, guardie giurate, polizia provinciale, vigili urbani e guardie carcerarie. Dovremmo tutti arruolarci nella polizia. Stadi, supermercati, traghetti, ospedali, metropolitane, teatri, centri commerciali e, come sappiamo bene noi italiani, treni e stazioni sono tutti possibili obiettivi. Chi di voi è […]

La guerra è ovunque



La disciplina militare insegna che la difesa affidata a singoli presidi è meno efficace di una forma di difesa coordinata: Secondo questa forma di organizzazione, l’eventuale cedimento di una parte del fronte è gestibile con l’intervento di elementi di supporto. Quindi la difesa veramente efficace è la somma di presidio, procedure di subentro e gestione della catastrofe. La gestione della catastrofe è necessaria perché in ambito professionale si ragiona in termini realistici e non ideali: i presidi possono essere spazzati via, le procedure non raggiungere lo scopo prefissato quindi una buona sconfitta è sempre meglio di un disastro totale. La […]

Brexit e Terrorismo


Perché Credo che la mia maturità intellettuale sia a un buon punto. Ho perso elasticità e velocità di accesso ai dati, ma l’efficienza degli algoritmi inferenziali è molto migliore di un tempo. La mia intelligenza non è più quella di una volta, ma la uso in maniera più efficiente. Probabilmente sono all’apice della parabola e voglio lasciare qualche appunto da rileggere tra qualche anno per vedere l’effetto che fa. Poi, credo di aver cincischiato già troppo intorno al concetto di “male necessario” e vorrei coniugarlo a quello di “libero arbitrio” con un’esposizione ordinata. Come Una ventina di anni fa mi […]

Elementi di facilitazione del caos


As described in one of my previous posts, being a system administrator in the IT business world is not like to supervise an assembly line. A software development factory or a data center offering IT services are very complex systems with many unpredictable events to manage and control. In my personal experience, life in general is quite indifferent to our plans or wishes. Things tend to go as they want without a great respect for our needs. There must be a kind of moral in this story, but I’m a person too simple to treat this arguments, so I prefer […]

Being a Facilitator of Chaos