dellefragilicose


Informazioni su dellefragilicose

useless


Non ho motivo di dubitare che la dichiarazione resa da Emma Bonino sia veritiera: “Siamo stati noi tra 2014 e 2016 a chiedere che gli sbarchi avvenissero tutti in Italia”. Si tratta di persona attivamente ed ideologicamente impegnata nel sostenere la campagna di accoglienza e non è tanto stupida da non non capire che un’affermazione come questa mette seriamente in crisi la narrazione librocuorista che ci viene quotidianamente proposta sugli italiani “brava gente” che salvano i naufraghi e l’Europa che pensa solo ai cazzi suoi schierando i carri armati al confine. Inoltre, la dichiarazione ci spiega anche perché navi di […]

La chiamata


Sono debitore verso Lapo Elkann della mia sfavillante gloria di blogista che mi ha condotto alla ricchezza, onori e torbide storie di sesso con splendide fanciulle. Era il 2006 ed ero ancora un oscuro psicopatico che scriveva post a base di ultraviolenza nel suo blogguccio che non leggeva nessuno quando mi prese la rabbia per la martellante campagna stampa che cercava di convincermi del fatto che, nonostante i suoi trascorsi, Lapo Elkann fosse un illuminato imprenditore di successo, sfavillante stilista e opinionista a 360 gradi. Per questo, covando il rancore che ogni nullità ha per i semidei, scrissi questo sontuoso […]

L’apoteosi di #LapoElkann


Questa è la storia un tizio che viene arrestato alle cinque di mattina per una tentata rapina a mano armata con un coltello lungo trenta centimetri trenta, denunciato a piede libero e rilasciato. Poi alle sei e trenta dello stesso giorno, un’ora e mezza più tardi, arrestato nuovamente per furto aggravato di abiti per un valore di 30.000 euro, denunciato a piede libero e poi rilasciato. Nel primo pomeriggio dello stesso giorno, all’una e trenta, arrestato nuovamente per taccheggio all’Oviesse, denunciato a piede libero e rilasciato. Verso le 19, quando in caserma si cominciava già a stare in pensiero, finalmente […]

Un’incredibile storia italiana



Quando un leader politico italiano arriva alla canna del gas si gioca inevitabilmente la carta del ponte sullo Stretto di Messina. Non ci si arriva subito. L’escalation passa inevitabilmente per una sequenza di provvedimenti inutili e truffaldini come l’abolizione dell’IMU o gli ottanta euro che si concretizzano nel dirti che ti viene dato del denaro senza specificare che te ne viene tolto altrettanto, se non di più, visto che la zecca è chiusa e i soldi non piovono più dal cielo. In Italia del ponte sullo stretto non se ne fotte niente nessuno. Sicuramente non se ne fottono niente a […]

E’ tornato il ponte, perché?


Se vuoi veramente capire il nostro paese, quello che vuole cimentarsi in un’opera ingegneristica colossale come il ponte sullo stretto, quello che voleva candidarsi per ospitare le olimpiadi, quello che vuole risolvere tutto da solo il problema delle migrazioni, quello che affronta la più gravi crisi economica e finanziaria di tutti i tempi con gli ottanta euro al mese e vedendo la luce in fondo al tunnel un giorno sì e uno pure, devi rinnovare la patente. Si tratta di un procedimento di una brutale stupidità che inizia e finisce cacciando soldi e ti lascia con la voglia di metterglieli […]

Rinnovare la Patente in few easy steps


lo spettacolo della democrazia d’accatto che si declina per tramite dell’appello ipocrita e buonista sui social network è deprimente. in un paese dilaniato dalla crisi economica, totalmente espropriato politicamente, nel quale una linea adsl a sette mega è un lusso, dove ancora si deve portare in tasca patente, carta d’identità, porto d’armi e nessuno di questi documenti certifica la residenza che, chissà perché, per molte cose è obbligatorio certificare, in strade piene di tizi che non si sa da dove vengono, perché vengono e che cazzo facciano, fra contratti a termine, call center con operatrici polacche, tonnellate e tonnellate di […]

A una settimana dal 25 aprile



20
L’affidabilità E così pure i tedeschi imbrogliano. Ma chi l’avrebbe mai detto che gente così onesta, dal passato specchiato, tizi che da piccoli invece di sognare di fare l’astronauta vogliono conquistare il mondo potessero taroccare i programmi del computer come dei napoletani qualsiasi? Certo che se continua così si innesca una reazione a catena e si potrebbe scoprire che non tutte le case farmaceutiche hanno come obiettivo di salvare la vita alle persone, che non tutto il latte venduto come biologico lo è, che lo stato non è sincero quando mette nino frassica a fare la pubblicità contro le sigarette […]

Il Fratello Maggiore 2


37
Alla fiumana di immigranti, nottetempo rinominati profughi per questione di opportunità, i popoli europei reagiscono con azioni coordinate declinate secondo le rispettive culture. Gli ungheresi, latori di  un’antica tradizione di ospitalità e tolleranza, festonano i confini con il filo spinato avanzato dalle persecuzioni agli ebrei nella seconda guerra mondiale e cercano di far funzionare, finalmente, quella cazzo di bossi fini che in italia è rimasto un inelegante esercizio di giurisprudenza teorica. I tedeschi minacciano sfracelli organizzativi, salvo ricredersi una settimana dopo quando si rendono conto che senza tatuaggi e vagoni blindati lo smistamento di migliaia di persone è opera complessa. […]

La nostra cara Europa


34
In questa orgia tripudiante di ipocrita buonismo che va dall’ecumenismo da mignolo alzato della presidenza della camera comunista alla bontà alla amatriciana di quello che va a comprarsi gli occhiali con la scorta,  con la stampa passata rapidamente dall’immagine del bambino spiaggiato a quelle di piccoli profughi imbandierati o col cappellino, mentre tutti si sentono migliori e l’ideologismo da social network dà il meglio di sé rappresentando la realtà come un cartone animato con cerbiatti e scoiattolini (cit. Vittorio Mori), qui si rimane irremovibili e fedeli alla linea del pessimismo irreversibile. I fatti ci insegnano una nuova dottrina storica basata […]

Il Debito