Amiamo i Bambini. Possibilmente non Uccidiamoli 9


Sorvolo  ogni considerazione su quei genitori che fumano in macchina mentre trasportano bambini, magari con tutti i finestrini chiusi per “non fargli prendere freddo”. E’ una cosa così stupida che mi rifiuto di commentare. Mi piacerebbe, però, che la cosa fosse punibile con perdite di punti sulla patente e sostanziose multe. Non credo che lo sia. I bambini, se non vogliono essere intossicati, devono scegliersi i papà non fumatori.

In merito ai sistemi di ritenuta (cinture e seggiolini), la situazione appare ancora peggiore. Fate mente locale: quanti bambini vedete con cintura o correttamente seduti nei loro seggiolini?
Se io ci penso mi vengono in mente solo bambini liberi nei sedili posteriori o, peggio, in braccio alla madre sul sedile anteriore. Senza contare quei deficienti che ancora fanno “fare il giro” ai bambini tenendoli in grembo al posto di guida.

car_seat_large

E’ incredibile come dei genitori amorevoli si trasformino in potenziali assassini quando entrano in macchina. I numeri non mentono. Ogni anno in Europa muoiono 5000 bambini in incidenti stradali per insufficienza dei sistemi di ritenuta. Una vera e propria strage degli innocenti.

Ho reperito il dato in questo ottimo articolo di Repubblica on Line dal quale emerge che

Un genitore su quattro giustifica il mancato uso del seggiolino con la scarsa propensione del bambino a stare seduto, il 22,7% lo ritiene superfluo e il 18% non lo giudica necessario perché lo spostamento è di breve durata.

L’articolo propone anche una serie di studi realizzati dall’Automobile Club d’Europa su 53 diversi tipi di seggiolini dal quale emerge che:

ben 7 sono stati valutati “scarsi”, 1 “appena sufficiente”, 15 “soddisfacenti”, 28 “buoni” e solo 2 “ottimi”‘. Possibile? “Sebbene tutti i dispositivi provati soddisfino i requisiti di omologazione – spiegano i ricercatori che hanno condotto i test – molti offrono una protezione inadeguata negli impatti laterali, frequenti sulle strade urbane”.

A questo link di AltroConsumo è possibile visionare un test che mette a confronto decine di seggiolini auto.

Ho affrontato il problema recentemente. Anche senza leggere l’articolo di Repubblica ero già giunta alla conclusione che i vecchi tipi di seggiolini, quelli che si agganciano alle cinture di sicurezza per intenderci, sono meno sicuri di quelli che si agganciano al telaio dell’automobile (sistema ISOFIX) che però richiede una vettura predisposta.

isofix

nel cerchietto rosso l’aggancio ISOFIX

Ormai quasi tutte le auto vengono prodotte con agganci ISOFIX e se qualcuna non ne dispone, se dovete viaggiare con bambini, non compratela. Sceglietene una che offra questa possibilità.

Nell’articolo leggerete anche che:

i seggiolini migliori, quelli con ancoraggio Isofix sono venduti unicamente dalle case automobilistiche

che è un’emerita fesseria. Esistono decine di seggiolini ISOFIX prodotti da marche specializzate in articoli per l’infanzia. Esistono ISOFIX anche posti in posizione opposta al senso di marcia.

Il motivo per il quale non si trovano seggiolini ISOFIX è semplice: se un seggiolino vecchio tipo costa intorno ai 50 euro, uno ISOFIX costa intorno ai 100 euro. In negozio cercheranno di convincervi che non servono a nulla. Sono delle tragiche e pericolose bugie.

Ci sarebbe da chiedersi perché un papà è disposto a spendere 500 euro per uno stupido IPhone e poi, magari, risparmia sulla sicurezza del figlio, ma non me lo chiedo perché ho paura della risposta.

Quando viaggiate in macchina non dimenticate mai i vostri bambini. Loro non sono in grado di capire il pericolo, voi sì (forse).


Informazioni su Contributo redazionale

A seguito di un attacco hacker il database degli autori degli articoli di MC è stato compromesso. Questo articolo è stato scritto da un contributore di MC, ma non è stato possibile risalire a chi. L'autore, se lo ritiene opportuno e necessario, può richiedere la ri attribuzione del contenuto via contatti del sito.

9 commenti su “Amiamo i Bambini. Possibilmente non Uccidiamoli

I commenti sono chiusi.