ll Manuale non mi Serve 1


Al cinema, gli stessi che normalmente spacciano rutti e peti per commedia dell’arte pretendono di insegnarci l’amore tramite la seconda decotta puntata di un insulso manuale. Provo a fare controinformazione. Non fatevi fregare dalle fesserie sui dati del botteghino. Se una cosa è stupida, rimane stupida anche se la vedono 10 milioni di persone. La domenica televisiva lo dimostra. Non voglio offendere chi ama certo tipo di cinema. Se uno vuole fare l’anestesia alle sinapsi e disattivare l’inferenza per due ore, manuali e natali a New York vanno bene. In questo caso la domanda che mi faccio è: perché bruciare 10 euro? Basta accendere la televisione e di sbobba come quella ne viene fuori a quintali e pure gratis. Se invece quello che cercate nel cinema è magica fabulazione, una storia fuori dall’ordinario, atmosfere inconsuete e un pò di poesia, lasciate il manuale a chi non apprezza le scelte fuori dal coro e affittate un dvd. Mi prendo la responsabilità di darvi un consiglio. Il film potrebbe essere “Ogni Cosa è Illuminata“. Il film, di Liev Schreiber è del 2005. Uno dei protagonisti è Elijah Wood, quello che faceva Frodo nel signore degli anelli e che c’e’ un cane bravissimo che recita meglio di tutti. Il film secondo me è bello e strano.  Se non vi piace non vi posso rimborsare il costo del nolo, però potete sfogarvi nei commenti a questo post. Senza esagerare. Chi invece l’ha visto già, può o provare a scrivere una recensione più seria di questa.


Un commento su “ll Manuale non mi Serve

  • eduardo

    Un bel film. Personaggi stravaganti e bizzarri che attraverso la progressiva “illuminazione” della narrazione trovano una calda normalità. Al contrario, l’ambientazione della storia fra Odessa e la campagna ucraina sembra svolgersi in un luogo senza tempo. Bravi gli attori, bravissimo il cane (a dispetto del “recitare da cani).

I commenti sono chiusi.