Archivi mensili: Aprile 2020


89
La demediocriazia è la forma di governo che si stabilisce in un paese democratico quando i mediocri conquistano il potere e stabiliscono una dittatura della maggioranza. Non c’è niente di male in tutto questo. La democrazia è un concetto abbastanza vago e permette certe forme di paradosso. Se un paese è maggioritariamente composto da mediocri è, a tutt’oggi, perfettamente lecito che i mediocri ne reggano le sorti. Io non ci vedo niente di male, anche perché io sono un mediocre. Una volta preso atto del fenomeno non resta che analizzarlo. La mediocrità, per definizione, non richiede qualifiche particolari. Per cui, […]

Elogio della Demediocriazia


10
Resipiscenza Non potevi non sapere cosa ero stato prima. Ci eravamo conosciuti proprio per questo motivo. Le lunghe settimane di assenza, i segni che trovavi sul mio corpo quando tornavo e le tante sigarette che fumavo senza parlare. E poi, quando chiedevi a mia madre della mia adolescenza, a raccontare erano i suoi silenzi imbarazzati, la foto sotto braccio a mio cugino, con la sigaretta all’angolo della bocca e la pistola infilata nella cintura, con quegli occhi di ragazzo e la camicia aperta sul petto. Eppure non ti ho voluto mai raccontare di cosa avevano fatto le mie mani, di […]

Aprile


370
Questo tempo si sta rovinando. È il corona virus? Non del tutto, ma io dico che è troppo, veramente troppo che sto chiusa qui in casa a rimuginare sui miei pensieri. Il giardino che una volta era curato dalla mia mamma ora giace abbandonato davanti alla mia casa. Le vie della città sono vuote, come quelle del mio condominio. Nessun grido di gioia, nessun pianto e nessuna risata. Silenzio totale. Scuole invase dagli spiriti e negozi in bancarotta. Nulla da fare, ci stiamo rovinando e questo mondo è destinato a cadere.I miei progetti dovranno attendere. Dovrà attendere tutto. Mi manca […]

Il Mio Nuovo Mondo



2
Se avere successo e potere vuol dire raccontare a una folla di stronzi una marea di stronzate e poi, dopo aver baciato il santino, affidarsi alla Madonnina , sono fiero di essere un fallito. C’è dignità nella vita e nella morte. Se uno non la percepisce e campa di macchine blindate, like sui social network, stipendi rubati e fugace ribalta, sono cazzi suoi. Prima o poi dovremo tutti fare i conti con noi stessi e alcuni di noi conoscono così bene la matematica da non volersi presentare impreparati. La buonanima di mio padre, quando doveva tappezzare un divano o una […]

La Pasqua di Resurrezione


Hanged Pals
Il perdono e la rieducazione sono termini offensivi. La loro stessa esistenza come concetti è un’inaccettabile violazione delle leggi fondamentali di un universo dove la morale è pura invenzione. Tutto è regolato esclusivamente dal contrasto all’entropia che si esplicita con la lotta per la sopravvivenza attraverso l’esercizio del naturale meccanismo della difesa.L’aggregazione sociale ha fini puramente utilitaristici e comporta un costo energetico individuale che deve essere controbilanciato da un proficuo ritorno per tutti quegli aspetti della vita che si avvantaggiano di un approccio cooperativo. Fra questi spicca, appunto, la difesa. La condanna laica del furto e dell’omicidio, ad esempio, non […]

Critica del Perdono


2
Capita spesso che chi conosce le mie competenze specialistiche mi chieda se il dispiegamento del 5G sarà pericoloso per la salute. Ci sono vari livelli di risposta a questa domanda. Partiamo dal più semplice: se il dispiegamento avviene secondo i limiti di legge e le regole definite, non esistono ancora evidenze scientifiche inconfutabili che l’esposizione a radiazioni elettromagnetiche nelle bande attualmente utilizzate per lo scambio di dati wireless sia nociva per la salute. E non potrebbe essere altrimenti. Se no, la diffusione e l’utilizzo di questa tecnologia sarebbe definito inquinante e sottoposto a rigide limitazioni (ambito militare, sicurezza, ecc.). Bene, […]

Il 5G fa Male?



1
Una volta mi dissero che ero immortale. E forse era vero. E comunque ho vissuto come se lo fossi. Sono stato in piedi quando era meglio che stessi al coperto, sono stato sveglio anche se avevo bisogno di dormire, ho corso veloce mentre erano tutti fermi, ho parlato anche se dovevo stare zitto, ho sparato per primo e, a volte, non era nemmeno necessario. Comunque, se sono davvero immortale, lo scoprirò presto. Sento il corpo adagiarsi nella solitudine del dolore, il cuore battere per abitudine e la mente, giorno dopo giorno, dissolversi. Nel luogo dove conservo ciò che conosco e […]

Don’t You