Archivi annuali: 2020


9
Questo testo potrebbe avere contenuti indesiderati per il pubblico maschile. Ciao a tutti e a tutte! Questo testo parlerà dei fumetti. Per essere più precisi, l’ingiustizia nei fumetti. Cosa intendo per ingiustizia? Semplice, i fumetti sono troppo maschilisti! Ad esempio…⁃ Le donne indossano sempre le gonne. SEMPRE. Ma dai! Nella realtà le donne indossano più i pantaloni che le gonne! Io ODIO le gonne. Sinceramente non capisco perché le donne dovrebbero indossare la gonna. Forse per essere più carine? Non credo, perché i pantaloni sono molto più comodi e belli, a parere mio!⁃ Non so se qualcuno conosce il “Club […]

L’ingiustizia maschilista nei fumetti


Troppo spesso si confida nella buona sorte, nella fede, nella speranza perché, in qualche modo, le cose si aggiustino o vadano a posto da sole. Così, come se l’esistenza avesse una declinazione naturale verso il bene, la pace o la concordia. Questa è un’opinione rispettabile, ma solo un’opinione. Le cose vanno come devono andare, né bene né male, vincolate esclusivamente alla misteriosa ragnatela delle relazioni tra innumerevoli cause ed imprevedibili effetti. Senza buoni e cattivi, ma solo con vivi e morti dato che la bontà e la cattiveria sono opinabili. La morte, invece, è fenomeno scientificamente misurabile oltre che disperatamente […]

L’Oscurità


Dio Dio non esiste. O meglio, se pure esistesse qualcosa assimilabile all’idea di Dio che ci siamo costruiti nelle nostre menti, è posto a un livello percettivo così discosto dal nostro da essere incognito ed estraneo al nostro universo. Per questo, la questione non si pone. L’idea di Dio, concetto complesso proiettato in uno scenario complicato è una semplificazione inaccettabile per chi percepisce l’estrema articolazione del’universo e la subisce come una inevitabile condanna alla cecità. La Croce La Croce, o meglio la metafora che si nasconde dietro la sua forma essenziale, innesta la nostra vita come i sottili canali che […]

Cronache della Fine del Mondo



8
Non Ci Siamo Meritati A ciascuno di noi, o almeno alla maggior parte, viene dato in dotazione un cuore, due polmoni, due reni, dei muscoli e una serie di apparati metabolici. Così che ci si presenta alla vita come macchine operative, pronte a fare di noi stessi una vittima, un eroe, una persona semplice o, nella maggior parte dei casi, un indifferente. La mediocrità non è una colpa. È il regime di condotta usuale nella quale usualmente ci si conduce. Dire no è troppo difficile, quasi come dire sì, ma forse sì è più difficile. Sì, dire sì è più […]

Elogio di ottobre


6
Kiwi è un conuro pyrrhurra. Un pappagallo di piccole dimensioni dal piumaggio verde e giallo e rosso, con sfumature di azzurro. Gli occhi grandi come lenticchie, le zampe dagli artigli rapaci e la coda di lunghe piume rosse. I pyrrhurra sono noti per essere degli attaccabrighe e lui fa di tutto per meritarsi questo appellativo. Vive in una grande gabbia dalla porta sempre aperta. Quando ha voglia di compagnia, vola sulla mia spalla o quella di S. Con me preferisce i giochi di guerra dove sono condannato a continue sconfitte. Con S. i giochi sono più affettuosi e prevedono teneri […]

Zero Light


один I pennarelli indelebili, come la colla che non si stacca mai, le assicurazioni che rimborsano i sinistri e le diete che fanno dimagrire per sempre, fanno parte di quella categoria di cose che promettono cose impossibili senza mai mantenerle. Eppure, queste certezze abitano la nostra inconsapevole convinzione con la pervicacia dell’edera rampicante, nonostante le molteplici delusioni e la continua dimostrazione che niente è mai completamente vero o dura per sempre. Sulla base di questa razionale conclusione, ho inventato un nuovo sistema per tenerti nella mia vita. Ho preso uno dei tuoi pennarelli indelebili e , su ogni superficie soggetta […]

La Seconda Declinazione di Settembre



cn: Ecco, dottore, sono un po’ imbarazzato nel confessarlo … A volte non sono sicuro del fatto che una situazione che sto vivendo sia reale o no.doc: Potrebbe spiegarsi meglio, per favore.cn: Vediamo. Da un po’ di tempo i miei sogni sono molto realistici. Non riesco a capire se sto sognando o se sto vivendo una situazione reale.doc: Capisco. In realtà, non credo che lei abbia cambiato il modo di sognare. Forse, più semplicemente, la sua capacità critica si è leggermente attenuata. E’ un effetto collaterale della terapia farmacologica che stiamo seguendo. Non c’è da preoccuparsi. Man mano che diminuiremo […]

falling down


Mi immagino una camera in penombra e un luminoso crepuscolo di ottobre. E la luce che filtra dalle tende fiammeggia i tuoi occhi e la tua pelle intessuta di finissima perla. E una leggera brezza fa oscillare le tende leggere. E la canzone di una radio lontana racconta di sguardi muti e languidi sospiri. E un fiore giallo lentamente si consuma in un vaso sottile. E le tue mani che sanno di sapone fresco. E le lenzuola di lino bianco. E i tuoi capelli sparsi sul cuscino come una colata di miele scuro. E le stelle che, lontanissime, danzano immobili […]

La Severa Fisica dell’Autunno


29
Mi guardo intorno e mi accorgo che mancano tre giorni al mio compleanno. Non me ne importa tanto, non ci do molta importanza. Non so se essere felice o triste. Sento che manca qualcosa, qualcosa di troppo importante. Può esserci la torta, va bene. Possono esserci le mie amiche, okay. Può esserci mio padre, va benissimo. Può esserci Kiwi, sono contenta. Ma non mi sento ancora completa. Cavolo, meno di una settimana fa non me ne ero resa neanche conto. Ormai me ne sto dimenticando, come gli adulti. Sto diventando adulta? Può darsi. Non mi interessa. Non mi interessa più […]

Due Uno Zero Otto – La Mancanza



Ho sognato un uccello dalle grandi ali stese a raccogliere il vento. Dapprima ho visto la sua ombra scura traversare la strada, poi ho volto gli occhi verso il cielo e ne ho scorto il profilo, nel lucore rovente del sole d’agosto. Volteggiava senza sforzo apparente, il becco come il rostro di una nave da guerra, le piume lucide e il piglio di chi sa di essere il padrone del cielo. A un certo punto è entrato in una stretta virata discendente con le ali piegate a cedere portanza quasi come se avesse visto una preda, ma è stato solo […]

Le Conseguenze dell’Inverno


La morte Quando una persona muore ci lascia soli. Le giornate si riempiono della sua assenza. Nei gesti quotidiani, nella disposizione degli oggetti, nel silenzio, nella consapevolezza che sarà così, da ora e per sempre. La vita non è giusta. La vita non è nemmeno ingiusta. È semplicemente indifferente. Per questo, le cose continuano come sempre per tutti tranne per chi muore e per chi ha subito la mutilazione della perdita. Chi muore si distacca. Lascia ogni incombenza e ogni opportunità e si consegna ad un’eternità inconsapevole nella quale non esistono pentimenti. Chi rimane si trasferisce in un universo parallelo, […]

Uno Cinque Zero Sette. Per Sempre


Il tempo si qualifica secondo gradi di separazione. Ciò che è stato e ciò che sarà sono più o meno lontani e diversamente irraggiungibili.Il passato è racchiuso in una scatola dove le cose sono raccolte alla rinfusa. Immagini, odori, sensazioni, brevi sequenze di luce e di suono, sono ciò che resta di forti emozioni, grandi battaglie, amori eterni e lunghi pomeriggi passati inutilmente aspettando.Il futuro si dipana in un fascio di infinite possibilità di cui uno sola sopravviverà in dipendenza di una successione non enumerabile di scelte ed eventi. Quel filo luccicante lungo il quale si arrampicherà il nostro destino […]

a useless June



5
Cuore di luce, spargi bellezzaNelle giornate che minacciano pioggia,Torna con me, con i tuoi piccoli sandali rossi.Io ti porto tua figliaChe come gemma di fioreÈ grezza allo sguardo, ma promette splendore.E sapendoti altroveDi guerra e di rabbia mi incendio di amore La voce degli amici: Questo post letto da @AnnalisaVolpin2 . @AnnalisaVolpin2 è su twitter. Follow @AnnalisaVolpin2

La Bianca Signora del Lago


Il Giardiniere Tenace Nonostante tutto, oggi ho tirato via la copertura di plastica verde che copriva gli arredi del mio giardino, ho pulito il pavimento, strappato le erbacce, lavato meticolosamente ombrellone, sdraio, tavolo, sedie e disposto tutto secondo la geometria consueta. Sullo sfondo un prato di margherite, un ciliegio gravido di piccoli frutti rossi e tre bambini che si rincorrevano ridendo. Le cose sono le stesse di un anno fa, ma quando nel primo pomeriggio un debole sole ha pennellato quel rettangolo verde, quelle sedie vuote e il silenzio che le avvolgeva, tutto mi ha ricordato un campo di battaglia […]

Maggio


Fireworks Di fianco al comodino del mio letto, dal lato che una volta era il mio e ora non è più di nessuno, c’è una piccola cassaforte a combinazione. Dentro ci sono qualche centinaio di euro, le carte di credito che non uso, dei documenti d’identità intestati a una persona che si è liberata di certe incombenze, delle foto, degli orecchini, dei bracciali, roba di scarsissimo valore commerciale, e una bella Smith e Wesson 686-3, frame K canna da 6″, guancette in legno, nella versione in acciaio lucido. Mi piacerebbe dire che è una preda bellica, ma l’ho comprata regolarmente […]

Aprile