Archivi mensili: marzo 2018


Il mio fronte meridionale è caduto e forse dovrei iniziare questa pagina parlando del dolore che provoca la morte, ma non voglio farlo perché la morte è una cosa miserabile e non merita tanta soddisfazione. Parlerò allora di coraggio, onore, amore, rispetto, senso del dovere e forza perché in questo, che è uno dei passaggi più lunghi e più duri della mia vita, ho bisogno di vederne la parte più nobile che pure esiste e non è possibile negare. Ho preteso di essere io a chiudere la bara di mio padre perché quando un figlio seppellisce un genitore non può […]

28 marzo


Grazie a uno dei miei contatti facebook, ho letto la storia che racconta il signor Marco Fanti che ringrazio perché mi ha fatto conoscere qualcosa di nuovo. In poche parole, un signore di nome McArthur Wheeler che aveva letto del giochino per bambini di scrivere lettere segrete con il succo di limone, si era convinto che spalmandosi la faccia di succo di limone si diventasse invisibili alle telecamere e alle macchine fotografiche. Allo scopo si era fatto anche un selfie con una polaroid (stiamo parlando degli anni 90) che, per qualche motivo tecnico (pellicola scaduta, problemi nell’auto sviluppo o sovraesposizione) […]

La Cretinaggine al Potere


In passato, l’obiettivo dichiarato della cultura era il miglioramento dell’uomo. Ideologia e religione avevano, ciascuna con i suoi mezzi, lo scopo di promuovere la crescita spirituale e civica delle persone per condurre l’umanità verso quello che politica e religione consideravano la loro versione di Parusia. Oggi la cultura la fanno i mezzi di comunicazione di massa e, sempre più, questa si diffonde attraverso la rete, la magica Internet. Il motivo è semplice. Se uno guarda la TV attraverso l’antenna sul tetto o compra il giornale in edicola, sa solo lui quello che guarda o legge. Se invece l’interazione avviene tramite […]

Assediato dai cavatappi



Ogni giorno che il signore ci manda, sempre lo stesso cammino. Lungo quella linea sottile del confine. Col vecchio fucile sulle spalle, le scarpe larghe che sguazzano di fango, il cappello calato sugli occhi. A volte fa freddo e sottili lame di ghiaccio sorgono come minuscoli fiori tra gli steli dell’erba. Altre volte il sole è così caldo e la luce così splendente che il sudore finisce per scorrere come stilla gelida sulla pelle. Poi c’è la consegna più dura, quella della notte. E nelle notti quelle senza stelle e senza luna, dove oltre il confine non si vede nulla […]

Diario di una Sentinella


La vita mi ha messo nella condizione di dover assistere una persona con grave disabilità. Il nostro paese offre una serie di opzioni per agevolare questo compito oneroso soprattutto dal punto di vista emozionale. Uno di questi strumenti è la legge 104 che tutela le persone nella mia condizione e offre ai truffatori la possibilità di fregare stato e datore di lavoro abusandola violentemente. Ma non è del lerciume umano che voglio parlare ora. A quello mi sono rassegnato. Anzi, forse proprio in seguito alla vicenda che sto vivendo, il mio giudizio sulle persone è oggettivamente migliorato. Voglio parlare della […]

Tagliare la gola alla burocrazia