Archivi mensili: Luglio 2014


84
Il queste ore si ha l’ennesima riprova che, nonostante le chiacchiere e le azioni di marketing dettate dalla disperazione, in questo paese non cambia nulla. Le riforme istituzionali, strategiche secondo Renzi, inciampano nel più classico dei vizi italiani, la coltellata alle spalle. La spending review, già naufragata nei fatti, si trasforma in farsa con lo smarcamento di Carlo Cottarelli che declina il suo allontanamento personale da un’operazione che non è mai stata tecnica, ma puramente politica: il nostro paese non spreca, mantiene (in alcuni casi lussuosamente) una consistente aliquota di popolazione alle spalle dei restanti. Stop. Negli ultimi tre anni […]

Sotto gli ottanta euro niente


33
La sicurezza in aeroporto è un’idea stupida, è uno spreco di denaro, ed esiste per un’unica ragione: per far sentire i bianchi sicuri! Questo è tutto ciò per cui è stata creata. Per dare una sensazione, un’illusione di sicurezza che plachi la classe media. Perché le autorità sanno che non possono rendere sicuri gli aeroplani: troppe persone vi hanno accesso. Lo vedete anche voi, gli spacciatori di droga hanno forse problemi a caricare i loro pacchi a bordo? No! E che dio li benedica! (George Carlin – You are all diseased, 1999) Ripensavo a questo pezzo monumentale della stand-up comedy mentre ben tre poliziotti […]

Prima le donne e i bambini


18
Paese lucano Mia madre è felice per le ginestre in fiore, che si ferma spesso a fotografare. Io invece le detesto, non riesco nemmeno più a guardarle: la strada che percorrevo dietro la bara di mio padre ne era piena. Non mi piace più neanche venire in questo posto, dove mio padre è nato e dove ho trascorso l’infanzia, pensando sempre bene della gente e della vita semplice, perché mi sono accorta che anche qui la solitudine ha dato frutti amari. Quando stai per partire ti dicono: “La prossima volta resta un poco, vieni a casa a salutarmi”. Quando torni […]

Paesi amari



25
mentre guardo le gocce di pioggia rincorresi sul vetro lungo sentieri tortuosi, formare pozze negli avvallamenti della strada deserta e le luci che illuminano la piccola piazza di fronte casa mia ondeggiare scosse dal vento leggero, non posso fare a meno di pensare che ho vissuto l’esperienza di un presagio. sono anni che ho scritto e riscritto di questa estate gelida, così come mi si era dipinta inconsciamente, nel corso di uno dei miei sogni dominati dall’angoscia, dal senso dell’ineluttabile e dalla consapevolezza di procedere verso una condizione irreversibile. ora, inaspettatamente come tutte le visioni, è giunta. so che quello […]

rumore bianco


27
La RAI mi sta sulle balle. Lo dico subito, così nessuno mi potrà poi accusare di non averlo detto prima. Ogni volta che pago il canone non posso impedirmi di pensare: perché una tassa RAI? E se sì perché non anche FIAT, o Isotta Fraschini? Risposta: ma perché la RAI è un’industria culturale, anzi il quinto gruppo culturale d’Europa, tesoro, e la cultura è un bene imprescindibile, lo sanno tutti. Già sull’imprescindibilità di certa cultura ci sarebbe da discutere, ma da cosa si capisce che è un’industria culturale? Dal prodotto, da cos’altro se no? Se è così allora anche Mediaset […]

Rai e Canone: Per fare la frittata bisogna rompere le ...


9
E’ del maggio 2006 un’iniziativa della Commissione Europea per migliorare l’etichettatura dei prodotti per la protezione dal sole [1]. Il problema è reale in quanto alcuni prodotti hanno diciture ingannevoli che possono causare gravi danni alla salute: interferenze con il sistema immunitario, invecchiamento precoce della pelle, aumento del rischio di cancro delle pelle.

Non ci Scottiamo, Nemmeno al Supermercato



8
così è. puoi fare tardi tutte le volte, far finta di dimenticare, dire che la sveglia non aveva suonato, mandare un sms per rimandare, cambiare strada, rimanere a lucidare quella cazzo di pistola per due ore come un ossesso, guardare la televisione senza il sonoro, rimanere a letto anche se non hai sonno a cercare di ricordare dettagliatamente la curva dei piccoli seni di Valeria, ma non c’è niente da fare. la vita è puntuale e non manca nessun appuntamento. con la pedanteria tipica di chi non ha altro da fare, il destino si dipana secondo il suo meticoloso programma […]

спокойной ночи


24
Quella del Senato proporzionale è una incredibile balla che da l’ idea del modo distorto di comunicare dei media. Nel leggere e magari prima, nello scrivere,  bisognerebbe riflettere sui fatti: quello proposto non è, ne può essere, un senato eletto in modo proporzionale perché i suoi ” grandi elettori”, consiglieri regionali, qualche sindaco, alcuni nominati dal Capo dello Stato, sono stati eletti prima con sistemi diversi ma tutti   “con il premio “, cioè maggioritari. Per i consiglieri regionali il premio è il cosiddetto listino che in genere regala il 20 % alla coalizione vincente anche se avesse ottenuto un […]

Renziforme: Mettiamo i puntini sulle “i” delle invenzioni dei media.


182
Cosa è questa mappa a pallini qui su? E’ una mappa delle epidemie di malattie facilmente debellabili con i vaccini verificatesi nel mondo dal 2007 fino ad oggi. Stiamo parlando di patologie da cui potremmo facilmente proteggerci con delle iniezioni sotto cutanee, ma che trascuriamo per pericolosità e  importanza a causa delle fortune che abbiamo avuto e, più spesso, del terrorismo mediatico operato da alcune associazioni di controinformazione. L’8 Luglio 2014 la Società Italiana di Igiene (SItI) ha presentato al Ministero della Sanità i dati sulla copertura vaccinale in Italia. Ebbene il rapporto non è stato dei più felici: le […]

Sanità, complottismo e falsi miti: “Di Morbillo non è mai ...