Archivi giornalieri: 23 Agosto, 2013


Tramonta dolcemente il sole dell’estate. Tacciono lentamente le grida di gioia, le eterne promesse, il refrigerio della spuma fresca delle onde, il sollievo delle notti tiepide ed odorose. Si spegna nella luce del crepuscolo la serena leggerezza delle cocenti passioni, l’incauta baldanza, la consolante vacuità delle chiacchiere senza valore. Sono seduto qui a bere lentamente, a guardare il cielo diventare grigio e l’aria farsi sapida e fredda. Dietro l’orizzonte si nasconde la stagione estrema. Dicono che l’estate tornerà, ma è impossibile da dire. Impossibile da dire.

Going Dark


10
Mario Mieli ( attenzione si veda nota in coda all’articolo) diceva che ‘’La società agisce repressivamente sui bambini, tramite l’educastrazione, allo scopo di costringerli a rimuovere le tendenze sessuali congenite che essa giudica perverse” e in questo ben poco si discostava dalla realtà: per una più o meno ‘’cura della psiche del bambino’’ ad essa si offrono generalmente soltanto esempi casti e puri di famiglie Mulino Bianco dotate di padre lavoratore, moglie devota e figli felici. Peccato che sotto la scorza della felicità si nascondono le corna sulla testa della moglie e i lividi sul suo corpo.

Educazione e Civiltà


16
La ricerca dello sballo tramite sbronza non è certo un problema solo contemporaneo. Greci, Macedoni e Romani erano famosi per i loro banchetti tutto vino e orge. Oggi come allora l’alcool mantiene la stessa valenza: anestetico per i brutti pensieri della vita e grande collante sociale. Chi, in gruppo, non si è fatto trasportare dalle risate, dal buonumore, dalla ridicolaggine verso quel bicchierino in più? La stessa casistica del tipo di ubriaco è piuttosto eterogenea e ispira racconti epici: abbiamo il filosofo della vita, l’affettuoso, il viperoso, l’idiota e il derelitto. Si ride, ci si scarica, si è giovani…

Massimo Comun Denominatore Alcolico