Archivi giornalieri: 20 Giugno, 2013


14
Di ogni parola possiamo dire che esiste una qualche corrispondenza, reale o virtuale. Ecco perché, astrattamente, nessuna parola in sé è “falsa”. Le parole sono false quando non corrispondono alla realtà, ma per poterlo dire bisogna prima intendersi sul concetto di “realtà”. Sappiamo soltanto che la falsità può essere incidentale o voluta, cioè dovuta a ignoranza o malafede. Non si può sostenere che sono vere solo le parole di cui possiamo “dimostrare” la corrispondenza alla realtà. Non esiste la possibilità di una dimostrazione del genere. E, se esiste, ha un valore molto relativo, cioè circoscritto solo a determinate condizioni ambientali […]

La pubblicità del serpente ingannatore


34
Libri che una volta aperti non si scollano più dalle mani finché non hai girato l’ultima pagina. Libri che, anche tuo malgrado, ti si conficcano nel cervello… e quando meno te l’aspetti, eccoli lì… a riscaldarti il cuore. Libri che vorresti non aver ancora letto, per godere del piacere di leggerli per la prima volta… E poi ci sono libri che vibrano. Libri che si schiudono morbidamente, come farebbero le gambe di una donna che sta per ricevere amore. Libri che ti chiedono di amarli… e di amarti attraverso le loro pagine. Libri.

Ci sono libri…


18
Mi rendo conto che formarsi un’opinione, a volte, è difficile. Già era difficile decidere se votare, chi votare, e perché. Dopo un ventennio nauseante, qualunque opzione avesse potuto causare almeno un po’ di rompimento di coglioni ai miserabili dai quali ci facciamo allegramente fottere tutti quanti, per quanto discutibile e a volte grottesca, diventava una scelta comprensibile. Fermo restando il rompimento di coglioni come obiettivo massimo, di più da questo paese è perfettamente inutile aspettarsi. E vai col Grillo. Per capire se e quanto all’inizio abbia funzionato, lasciando da parte le troiate da servi della gleba che si leggono sui […]

Capire la politica: Faces Of Death