Archivi giornalieri: 7 Giugno, 2013


101
Tre premesse: Gentilissimo Enrico, Lei è persona intelligente, colta ed onesta. E questo basta perché mi piaccia e la stimi. Ciò è importante, e lo scrivo senza presunzione, perché il mio voto è unico, insostituibile, rappresentativo della possibilità di scelta e di poter determinare non solo il presente ma anche il futuro dei nostri figli. Sono una privilegiata ancora oggi, per ora sopravvissuta alla drammaticità della crisi, grazie ad i sacrifici miei, di mio marito Mario e delle nostre famiglie. Sono ancora lucida poiché la disperazione non mi ha travolto, ma mi circonda. Anche se non sono nota come Massimo […]

Lettera ‘aperta’ al Presidente del Consiglio Enrico Letta


46
Ascoltando le dichiarazioni sulla durata “a regime” del governo “a termine” e sulle “riforme istituzionali” mi sono interrogato ancora una volta sul dovere dell’obbedienza. Intendo cioè la necessità di rispettare la legge e, di conseguenza, la volontà della maggioranza. Stavo per scrivere maggioranza con le virgolette, ma lasciamolo così: maggioranza, senza virgolette. Quando le persone vivono insieme bisogna darsi delle regole. Non è possibile che ciascuno faccia un po’ che cacchio vuole. Questo vale a partire dalla famiglia, il più piccolo degli agglomerati sociali, fino alle nazioni ed alle associazioni di nazioni. Se un bambino vuole fare pipì fuori dal […]

La Costituzione. Maggioranza e Obbedienza