Archivi giornalieri: 27 Novembre, 2012


21
La vita umana non conta un cazzo. Lasciate perdere le chiacchiere che vi raccontano quando gli serve il vostro voto, quando vi mettono una divisa addosso e vi spediscono a fare la “missione di pace” o quando producono i film dove i cattivi, in un modo o nell’altro, finiscono col prenderlo in culo e il Bene vince nello sfolgorio scintillante dei titoli di coda. Siamo sette miliardi, in continua crescita. Non ci sono risorse per tutti e il fatto che tanta gente possa crepare nei modi più diversi non ha il minimo peso sulla bilancia degli interessi del mondo. E’ […]

Decritta Monti e Vinci il Pupazzetto: Servizio sanitario a rischio=Assicurazioni ...


11
“il diritto è una delle sovrastrutture dell’economia e, quindi, in quanto sovrastruttura, lo stesso segue l’evoluzione della struttura economica delle società e tende a modellarsi su di esse”. (cit.) Per quanto sia, da sempre, un elettore di sinistra non ho partecipato alle cosiddette primarie del centrosinistra celebratesi domenica 26 novembre con grande clamore mediatico. E chi se ne frega? (direte giustamente). Nessuno, ovviamente, ma approfitto dell’ospitalità affettuosamente concessami per esporre un ulteriore punto di vista in argomento con la modestia propria di uno sfogo personale e senza la spocchia di voler costituire un punto di riferimento dialettico.

Le primarie del “prendiamoci per fessi”


4
Chi ha vinto alle primarie del centro sinistra, questa gigantesca macchina pubblicitaria priva di contenuti? Certamente Renzi, che ne ha tratto i maggiori vantaggi sia politici che come immagine e autorevolezza personale. Comunque vada a finire il ballottaggio di domenica prossima, anche se sarà sconfitto sul piano numerico (ma non è detto), Renzi dimostrerà, anzi ha già dimostrato, di avere il consenso di quasi la metà del Pd e quindi sarà perfettamente in grado di condizionare le scelte di Bersani e di conseguenza quelle di tutto il centro sinistra. E’ quello che voleva fare Vendola che qualche speranziella di arrivare […]

Dopo le Primarie Cambiare si Può